• ♥ MAPPA SITO ♥
  • sabato 12 gennaio 2013

    ESERCIZI SPIRITUALI , Piccolo Manuale di Auto-Aiuto [Guida Pratica per IMPARARE ad imparare a prendersi cura di sé]




    ;


    SCARICA LA VERSIONE AGGIORNATA:  
     scribd  -->  QUI

    oppure da depositfile -->   QUI 
    o volendo c'è la versione cartacea di lulù -->  QUI


    CONDIVIDI questo  articolo ^_^


    --------



    Se non sapevate come iniziare il 2013,  ora lo sapete: non avete più scuse per trastullarvi nei consueti "Bla bla bla" che riempivano le vostre giornate. E' giunta l'ora di passare dalle parole a vanvera ai fatti!
    Mi auguro questo mio presente possa contribuire a migliorare il vostro futuro e reinconrniciare il passato.
    Buon Principio!


    ---------



    LO SPIRITO E' COME L'ATLETICA: SE NON LO SI ESERCITA OGNI GIORNO, SI INDEBOLISCE IN POCO TEMPO LA CAPACITA' PERCETTIVA, SI AFFIEVOLISCE LA VOLONTA' E SI PERDE L'ISPIRAZIONE.






    Fare il proprio volo ogni giorno! Almeno un momento che può essere breve purché sia intenso. Ogni giorno un "esercizio spirituale", da solo o in compagnia di una persona che vuole parimenti migliorare. Esercizi Spirituali per Uscire dalla durata, Eternarsi superandosi. Sforzarsi di spogliarsi delle proprie passioni, delle vanità, del desiderio di rumore intorno al proprio nome (che di tanto in tanto prude come un male cronico). Fuggire le maldicenze. Deporre la pietà e l'odio. Amare tutti gli uomini liberi. (G. Friedmann)




    Stampate o copiate i contenuti essenziali su un quadernino, su un file, l'i-pad, etc...
    Ricordatevi di consultare questo manualetto quando avete voglia di esercitarvi o sentite l'esigenza di riflettere, rilassarvi, stare meglio , mettervi alla prova...

    Nel complesso vi ho fornito una bozza, uno schema generale, una specie di coreografia mentale per far fronte alle tensioni e agli stati d'animo che emergono nel quotidiano. Mano a mano che interpretate questa coreografia adattatela al vostro stile, ricordandovi che potete sempre scegliere la variante migliore.
    [Naturalmente potete arricchire il testo con altre brevi indicazioni personali...]



    L'elenco degli esercizi potrebbe subire aggiunte o modifiche nel tempo  (vedi  QUI) ...  Per adesso è così spartito in 4 sezioni:


    1) SEZIONE INIZIALE

    FOGLIO DEGLI OBIETTIVI
    DEDICATI ALLA TUA PULIZIA
    LASCIA ANDARE IL BISOGNO DI ...

      Il Buongiorno si vede dal Mattino
    L'EFFETTO DOMINO INTERIORE

     PADRONEGGIA L'INVISIBILE
    LIBERATI DAL CARCERIERE DEL TEMPO
    IL GIOCO DELLA RI-CREAZIONE UNIVERSALE
     BUSSOLA INTERIORE
    SDRAMMATIZZA E  RIDUCI L'IMPORTANZA
     IL POTERE DELLA GRATITUDINE
    CENTRO DI GRAVITA'  PERMANENTE
    CUSTODISCI L'ENERGIA
     TAGLIA LE CORDE ETERICHE
     IMPREGNA L'ANIMA
     FOLLIA CONTROLLATA
     Dominio del Volere
     ALLENTA LA PRESA
    Modifica il DIALOGO INTERIORE:

      OGNI ELEVAZIONE E' UNA CONQUISTA
     DISIDENTIFICAZIONE  DALLE MASCHERE





    2) SEZIONE INTERMEDIA

     CONOSCERE-VOLERE-OSARE-TACERE
     DONWLOAD CONSAPEVOLEZZA
    DIGIUNA UN PAIO DI VOLTE AL MESE
     ESERCITA LA MEMORIA
     CIRCOSCRIVI IL PRESENTE
    TIROCINIO DELLA MORTE
    PREFIGURAZIONE CIRCOSTANZE INATTESE
    TRASFORMAZIONE DELLO SGUARDO
    SCOMPOSIZIONE DEI MOMENTI
    SOSPENSIONE DEL PENSIERO LOGORROICO




    3) IMPUT PER LE VOSTRE NEUROTROFINE

    NEUROBICA MENSILE
    DOMANDE DI QUALITA' PRODUCONO VITA DI QUALITA'
    CONNESSIONE ALLA SORGENTE
    AGIRE  "COME  SE"
    AMPLIARE LA MAPPA PERCETTIVA
    SCOMPONI - RICOMPONI LO SPAZIO TEMPO
    SARÒ FELICE QUANDO… ?       ORA !!!!
    SANTE FATICHE -> SUPER SFORZI CONSAPEVOLI
    IL POTERE DEL FOCUS MENTALE
    INTERRUTTORE PSICHICO
    FAR PIAZZA PULITA DI TUTTI I PARASSITI
    RIVISITAZIONE ONIRICA
    SVILUPPA L'AUTOCONTROLLO
      DIARIO MAGICO
    MUOVITI CON LA MENTE E PENSA CON IL CORPO
    RIVISITAZIONE del Libro della Vita
    GESTIONE del TEMPO
    SCOLORARE LE EFFIGI MENTALI
    FARSI CONDURRE DA UNA VISION STIMOLANTE
    IMPARA A DIRTI "IO SONO NESSUNO"
    DISFATI  DEI RETAGGI COGNITIVI
    SEI  ESERCIZI dall'Enciclopedia Anticrisi  (FREENOTING + IMAGE MORPHING + LIBERE ASSOCIAZIONI + STRAVOLGIMENTI + INIEZIONE DI FIDUCIA)
    LASCIA  PARLARE LE ESPERIENZE
    IL RESET EMOZIONALE
    L'ARTE DEGLI SCARABOCCHI
    PROBLEM REVERSAL (ROVESCIO)
    LISTA DI OSBORN
    RISVEGLIA  L'OSSERVATORE  INTERIORE
    RAPIDI  SUGGERIMENTI DI CIRCOSTANZA




    4) APPENDICE

    BREVI FORMULE
    PROMEMORIA BUDDHISTA
    PROMEMORIA TAOISTA 
     INDUZIONE  RELAX  AUTO-IPNOTICO
    VOCABOLARIO TRASFORMAZIONALE
     AFFERMAZIONI SULLA LIBERTA' SPIRITUALE

    AFFERMAZIONI  SULLA PACE INTERIORE
    AFFERMAZIONI SU CREATIVITA' E PROSPERITA'
    FRASI MEDITATIVE

     MANTRA
    INVOCAZIONI  E  INNI  SACRI 







    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




    SEZIONE INIZIALE



    Il quotidiano (la vita di tutti i giorni) in realtà è un'immensa "PALESTRA" per l'uomo consapevole, fondamentale terreno di prova per forgiare la capacità di migrare / sopravvivere al di fuori della "palestra".


    La Vera Conoscenza è una continua Trasmutazione.
    Applicati come, dove, quando puoi / vuoi !
    Fai della Conoscenza un costante esercizio spirituale. 
    Tieni conto dei tuoi Progressi! 
    Un importante requisito è la capacità di scegliere sempre l' UNITA' DI BASE  più FUNZIONALE, ovverso l'abilità di sapersi regolare a seconda delle varie circostanze.
    Non leggere ciò che segue tutto d'un fiato, ma ritagliati quotidianamente una piccola fetta di tempo: dieci minuti oggi, cinque domani, venti la prossima settimana. Così facendo consenti alle informazioni che stai leggendo di depositarsi GRADUALMENTE e comodamente nel tuo inconscio; l'apprendimento è un processo che richiede le giuste pause di riflessione.
    Spezzetta la tua lettura in modo che tra un concetto e l'altro ci sia sempre una tua personale elaborazione di idee e l'assimilazione di nuove sensazioni.

    Buon Divertimento !





    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


    FOGLIO DEGLI OBIETTIVI E DEGLI ESERCIZI PERSONALI



    Copiate su un foglio questa tabella e schematizzate il modo in cui desiderate raggiungere i vostri scopi: partite da iniziative semplici, da poter ripetere facilmente durante un giorno qualunque.  Ad esempio potete scegliere specifici esercizi proposti in questo manuale, inserendo prima quelli principali (i più facili o piacevoli) poi i secondari (più impegnativi), i terziari (quelli che richiedono maggior tempo).
    Fissate i fogli su cui avete formulato i vostri obiettivi e le rispettive indicazioni pratiche in luoghi dove passate la maggior parte del vostro tempo (ufficio, specchio del bagno, cucina...). Altrimenti salvateli sul cellulare, I-phone, I-pad... Ciò servirà a ricordarvi di fare ogni giorno qualcosa per i vostri obiettivi; lo "spuntare" i passi che avete già compiuto vi regalerà una buona sensazione, concedendovi delle ricompense inaspettate.
    Col passare del tempo e della vostra maggiore dimestichezza, vedrete che anche la distanza dalle Grandi Mete sarà più breve di quanto avevate immaginato .



    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



    DEDICATI ALLA TUA PULIZIA






    DEVI PREDISPORRE LE CONDIZIONI FAVOREVOLI per mantenerti serenamente motivato, anche di fronte alle difficoltà !


    Cura il tuo TEMPIO interiore (corpo, mente, spirito), esteriore (luoghi, persone, routine-abitudini).








    1) PULIZIA  INTERIORE  







    -> Ricerca la bruttezza/negatività e trasformala in bellezza-positività




    ->  Sciogli le Contrazioni e i Blocchi Psico-Fisici, Trascendi i vecchi Limiti dei Pensieri restrittivi-punitivi, le emozioni corrosive e invalidanti.... 



    -> Ogni giorno sta ATTENTO a quello che SEMINI e RENDI GRAZIE A CIO' CHE RACCOGLI.
    Lasciati guidare interiormente da pensieri nobili, parole preziose
    Lasciati andare esteriormente con piccole e buone azioni. 
    Le gocce d'acqua (i tuoi atti), cadendo una ad una, riempiono l'intero vaso (il tuo organismo).




    2) PULIZIA ESTERIORE 

    Prendersi cura del -> Clima Ambientale + AlimentazioneEsposizione a Fonti Rigeneranti  (Contatto con le Sorgenti Naturali, Sole, fiori-piante-animali...)   
    + Frequentazioni sociali (amici, parenti, colleghi scontrosi (da evitare)
    + Cultura (Espandere le conoscenze in diversi campi - arte, logica, zen, scienza, poesia...)
    + Coltivare Comportamenti-Abitudini Potenzianti...

    Quando senti che l'ambiente in cui ti trovi emana energie destabilizzanti o invadenti, ALLONTANATI, ripulisciti e ricompatta il tuo spazio personale. Liberati da ciò che frena e mina il tuo benessere, siano essi pensieri, oggetti o persone.




    “Favorisci i  PENSIERI DISTILLATI = Pensieri RIPULITI dagli elementi insignificanti e fuorvianti”


    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------





    LASCIA ANDARE IL BISOGNO DI :


     

    • Scervellarvi in imprese "donchisciottesche"  per solleticare la vostra misera vanità

    • PIACERE AGLI ALTRI + Impressionare gli altri -> Affascinare, DIMOSTRARE, attrarre, sbalordire, incantare, LODARE, nascondere l'irritazione, l'ansia, il nervosismo, la tensione
    • ---> Dover vivere una vita all’altezza delle aspettative altrui

    • Richiamare l'Attenzione, Elemosinare il riconoscimento, la considerazione altrui



    • Dover "insegnare agli altri come stanno le cose", "metterli sulla strada giusta", convincersi di sapere qual è il corretto "modo di fare, praticare, essere" --->
    • Esortare-Consigliare-Persuadere-Approvare


    • Avere sempre ragione (Razionalizzare troppe cose, fatti o persone) - Criticare -  Correggere gli altri, operare noiose distinzioni, farsi ossessionare da etichette, tassonomie, attributi psicologici.

    • Avere tutto sotto controllo





    • PERFEZIONISMO-ESIBIZIONISMO -> Imporsi di fare carriera a tutti i costi, progettare ogni cosa nei minimi dettagli, non accettare la sconfitta con la scusa di non arrendersi mai,  fissarsi con la Puntualità, possedere la massima padronanza-competenza-audacia, sorriso forzato,... + Voler essere sempre attivi, pieni di energia, rapidi, innovativi, ...

    • DOVER ESSERE SEMPRE RASSICURATI -> Paura di perdere il rispetto, la propria posizione, il potere, la fiducia, l'amore o l'entusiasmo del momento + Paura di venir DISAPPROVATI,  RIFIUTATI, insultati, sgridati, derisi, detestati



    • RIMUGINARE -> Avvilirsi e ripensare continuamente allo stesso evento-persona-emozione


    • Resistere al cambiamento, NON ACCETTARTI così come sei, Sentirti inadeguato, fuori luogo, inutile, incapace pieno di difetti-errori


    • Nutrire chiacchiere mentali controproducenti [Giustificarti , lamentarti e inventare scuse]

    • Assecondare credenze limitanti

    • Etichettare qualunque cosa-persona

    • Trovare sempre un colpevole


    • Nutrire Paure irrazionali

    • Ancorarti al Passato  --> Attaccamenti fittizi




    • Smettila di far PROSTITUIRE la tua mente e i tuoi sentimenti  alle  Autorità Esterne.
      Permettiti di scegliere ciò che ti aggrada, senza dover ogni volta prendere troppo in considerazione il tornaconto o il giudizio del magnaccio psicologico di turno.


    " IL VERO CONFLITTO AVVIENE DENTRO DI TE:  Quando entri in conflitto con un'altra persona, immagina che tale conflitto si stia verificando con un tuo alter ego, con una parte di te stesso, con l'immagine speculare del tuo io. Alla fine chiediti:
    Perché sto lottando contro me stesso?
    Perché me la sto prendendo tanto con una mia proiezione mentale?"


    "Fintanto che ti preoccupi di quello che gli altri pensano di te, appartieni a loro"  (N. Walsh)





    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



    Il Buongiorno si vede dal Mattino




    ... IL MATTINO è ORO
    ... IL POMERIGGIO ARGENTO
    ... LA SERA PIOMBO



    Se scali l’Everest al mattino, il resto della giornata sarà  in discesa.


    Crea delle piacevoli routine mattutine.
    Realizza che hai a disposizione 86.400 secondi per rendere stupenda la tua nuova giornata.  
    Devi investire ogni secondo nel migliore dei modi !
    Approfittando del fatto che all'inizio della giornata la MENTE SOTTILE è più ATTIVA e malleabile, potrai instaurare abitudini edificanti, introdurre rituali potenzianti di qualunque genere:



    - Concentrarsi o formulare dei buoni propositi (vedi Appendice)
    - Meditare

    - Uscire per una Passeggiata;

    - Ripetere 15 addominali o 10 piegamenti sulle braccia;
    Correre;
    Fare 10 min. di yoga (5 tibetani)  
    + qi gong (respirazione profonda)  
    + stretching (distensione muscolare) 
    - Visualizzare qualcosa di curioso e divertente o focalizzarsi per 5 minuti su pensieri costruttivi.

    - Ascoltare canzoni galvanizzanti (per darti la carica) o suoni rilassanti (per amplificare le sensazioni piacevoli)

    - Bere un caffé sfogliando un libro


    - Farsi una doccia




    Adotta questo motto: “La mattina, prima di iniziare a correre per gli altri, preferisco correre per me stesso.”





    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------






    SFRUTTA L'EFFETTO DOMINO INTERIORE




    Ogni pensiero possiede una sua frequenza.

    Tu sei una radio rice-trasmittente di Frequenze (Pensieri), ne trasmetti approssimativamente 60.000 al giorno e ne ricevi altrettanti. 



    Il pensiero è  una sorta di estensione "fisica" di te stesso/a, come le tue mani, con cui puoi raggiungere e "catturare" ciò di cui necessiti in questo illimitato oceano di energie.

    In sostanza, ciascun pensiero (parola, gesto, emozione) è come un singolo tassello del domino.


    Basta una minuscola spintarella per far scattare una grande reazione a catena.



    Una volta innescato l'effetto domino tutto prende forma, assume nuovi colori, sapori, profumi, sensazioni che pervadono la tua mente, il tuo corpo, la tua vita.

    In pochi attimi si può essere travolti dalla reazione a catena generata da una piccola idea (similia similibus curantur).


    Ogni cosa, in ogni momento della tua giornata, può contribuire all'effetto domino portando pace e serenità oppure accumulando ulteriore stress e malessere.









    La mente, con i suoi 60'000 pensieri al giorno è spesso sovraccaricata da troppi pensieri ingombranti, che si alimentano a vicenda innescando altri stimoli irritanti. 


    FAI ATTENZIONE A COME PENSI (O NON PENSI) !


    Allenando la tua mente ad avere pensieri (e quindi emozioni-sensazioni) edificanti, otterrai un doppio vantaggio: 

    1- Ti rafforzerai progressivamente, giorno dopo giorno.

    2- Ti proteggerai dall'inquinamento dei pensieri malsani.





    FONDITI CON I TUOI INTENTI 

    I pensieri sono una tua estensione: se emani pensieri creativi e propositivi, il tuo presente e futuro saranno radiosi.
     
    I pensieri sono i nostri figli, a volte li mandiamo a dormire, a volte li richiamiamo per svilupparne le idee, ma sono sempre il dito che indica la Luna, NOI SIAMO LA LUNA.







    ---------------------------------------------------------------------------






     PADRONEGGIA L'INVISIBILE



    SCRUTA IL RECONDITO INOSSERVATO
    INTRAVEDI I FILI OCCULTATI
    PERCEPISCI L'INESPRESSO, L'INAVVERTITO, IL SOTTACIUTO

    ("Non c'è nulla di più visibile del nascosto")





    L'ESSENZIALE SI CELA OLTRE LE PAROLE !

    Non tutte le cose si possono rivelare, la maggior parte di un messaggio (pensieri e sentimenti) resta nel non detto, al di là delle parole.


    Applica il Defocusing --->  SPOSTARSI SUL NON OSSERVABILE
    -->  Riflettere semplicemente sulle cose che non si possono vedere, ma che esistono o potrebbero comunque esistere.




    Rimpiazzare IL NOTO (i vecchi modelli, NORMALI ASPETTATIVE,simulacri , guru, idoli, verità preconfezionate)  con L'IGNOTO (L'INASPETTATO, L'IMPREVISTO, Nuove ed Infinite Possibilità)

    La vita è una continua ESPLORAZIONE di nuovi orizzonti:
    Vivi da ESPLORATORE dell'IGNOTO





    Padroneggia le cose invisibili :
    - i pensieri, le parole
    - gli stati d'animo, le emozioni 










    - -





    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



    LIBERATI DAL  CARCERIERE CHIAMATO TEMPO


    Fluisci con le trasformazioni della vita. Non restare intrappolato in un tempo che non esiste più !


    FARE (azione frenetica) =  TEMPO = STRESS


    NON FARE (O AGIRE  DISINTERESSATO, IMPERSONALE ) = NON TEMPO (eternità) = PACE INTERIORE




    Il Tempo è soggettivo e dipende dalle tue ASSOCIAZIONI.
    Più ti concentri sul PROCESSO (quello che accade realmente) più il tempo sembra volare via velocemente, poiché hai prodotto pochissime Associazioni (pensieri, sentimenti, fantasticherie, illusioni) e sei totalmente immerso nel flusso del momento. In questo modo il tempo è come se si fermasse e concedesse all'anima di gustare qualche istante di Beatitudine.




    Non "Divorare" il futuro o seppellirti nel Passatto
    Fa' una cosa alla volta, con attenzione chirurgica e profonda concentrazione.

    ---> Esci dalla finta prigione abitudinaria programmata dalle lancette mentali

    --->  COMPLETA la seguente TRANSIZIONE:

    1) -> da Kronos (tempo lineare, sequenziale, quantitativo, cronometro, scorrere dei minuti, mania della puntualità, routine, precisione meccanica) 
    2) -> a Kairos (Sincronia, Tempo provvidenziale, discrezionale, sacro, qualitativo, soggettivo, fluido, momento opportuno, istanti decisivi-creativi, artistici, magici, profetici) 
    3) -> fino ad Aion (ETERNITA', Pienezza, Maestosa Beatitudine)




    ---------------------------------------------------------------------------




    GODITI IL GIOCO DELLA RI-CREAZIONE UNIVERSALE


    Evita di proiettare in anticipo una "Necessità" o un'Aspettativa" qualsiasi !
    Ciò che deve accadere, accadrà, che ti piaccia o meno.


    CERCA DI OTTENERE RISULTATI INVECE DI FARE SUPPOSIZIONI !
    Se valuti sempre in anticipo le situazioni, con ogni probabilità non sperimenterai nulla di interessante.


    Preoccupati delle pagliuzze e le travi si arrangeranno da sole.


    Nell'istante in cui non te ne CURI più, la questione X  SPARISCE  e la soluzione Y  SI MANIFESTA , (o se sei sfortunato appare un  X + n... ad ogni modo ciò che si deve verificare, si verificherà in ogni caso, indipendentemente dal tuo disappunto)



    ---------------------------------------------------------------------------



    BUSSOLA INTERIORE





    Spesso la nostra bussola interiore è parecchio sballata e ci dimentichiamo che dovremmo lasciare più spazio allo spazio e tempo al tempo, affinché essi si dispongano come meglio è per tutti.

    Durante gli alti e bassi della vita, ricorda questa massima di Rumi:

    LA MOLTITUDINE GIRA - DISORIENTATA - PER IL MONDO A CERCARE IL TESORO CHE AVEVA GIA' IN CASA

    http://sphotos-a.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/424666_507062722655366_1089799629_n.jpg


    Dice Mencio: La VIA è in voi e la cercate lontano, sta nelle cose facili e la cercate nelle difficili ! 

    Prima di agire, il saggio, si pone delle valide ALTERNATIVE e in seguito osserva l'INCLINAZIONE delle circostanze per adottare la posizione migliore. 
    Fa procedere la sua spontanea propensione secondo il suo flusso naturale delle cose, lasciando che ogni risorsa trovi i propri canali espressivi.
    Il suo alloggio mentale non è rigido, ma flessibile e mobile. Prende in prestito una Posizione Provvisoria; non si fissa rigidamente su un unico punto di vista, ma lo rinnova in ogni istante.


    ---------------------------------------------------------------------------




    • SDRAMMATIZZA RIDUCI L'IMPORTANZA di TUTTO e TUTTI


    « Non ti stupire di nulla »
    « Non affliggerti di nulla »


    Se vuoi goderti la vita, prenditi un po' meno sul serio.
    Non farti prendere dall’ansia dei risultati.
    Sii più auto-ironico, non darti troppa importanza.
    Accogli serenamente qualsiasi risultato, senza creati false aspettative.
    Quando scoprirai chi Sei, RIDERAI di ciò che hai creduto di essere! 

    [ Un uomo è ricco in proporzione al numero di cose a cui può permettersi di rinunciare...] 



    Prendi l'abitudine "idiota" di gioire degli insuccessi, ridere delle paure, delle preoccupazioni, delle SOFFERENZE, del PASSATO, delle tue STORIE, dei guai, degli intoppi, dei nemici... 

    Smetti di prendere tutto e tutti "DANNATAMENTE SUL SERIO" o di metterla sempre sul personale






    SDRAMMATIZZA di più, mal che vada ti sei fatto una risata.

    IMPARA A DESTRUTTURARE LE DESCRIZIONI ORDINARIE DEL MONDO, ossia quei MODELLI che pretendono di importi  regole rigide e verità assolute.



    Nessuna delle cose umane merita che le si attribuisca grande importanza - Platone


    Se si riduce l'importanza, gli ostacoli si eliminano da soli. 
    Se l'ostacolo non si lascia smuovere, non occorre affrontarlo ma semplicemente aggirarlo  (V. Zeland)


    ---------------------------------------------------------------------------




    IL POTERE DELLA GRATITUDINE




    https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn1/46236_487043271316341_446322480_n.png


    Sacralizza tutti i momenti della giornata.
    Goditi la Bellezza IRRIPETIBILE di OGNI ISTANTE.
    Considera la tua intera esistenza come un incessante processo di purificazione.
    CHE TUTTA LA TUA VITA SIA UNA FESTA CELESTIALE.
    Celebra una festa (in tuo onore) ogni giorno.


    PROVA A DIRE CONTINUAMENTE "GRAZIE" DALLA MATTINA ALLA SERA, 
    QUALSIASI COSA TI ACCADA , BELLA O BRUTTA, E INIZIERANNO A MANIFESTARSI INCREDIBLI SORPRESE !
    Rimanere in uno stato di GRATITUDINE è così potente che la maggior parte degli esseri umani non ne ha alcuna consapevolezza.
    Prima di coricarti o di alzarti dal letto, inizia a dire GRAZIE anzichè lamentarti delle tue disgrazie.
    Cerca di non farti trascinare dal pensiero invadente che tenta di sminuirti o di farti credere che la felicità sia in un altro punto o in momento diverso dal qui ed ora.


    Benedici silenziosamente tutto e tutti !



    Rispetta il bisogno degli altri di giungere alla verità a modo loro, con i loro tempi.


    Cambia il tuo stato d'animmo, ADESSO !!!
    Impara a creare stati d’animo più piacevoli in ogni momento della giornata, a comando…
    Comincia usando il tuo corpo: raddrizza la tua postura e respira profondamente. Sorridi più spesso !!!
    Esercita la tua volontà per cambiare i contenuti su cui poni l'attenzione.
    Richiama qualche ricordo gioioso: Ingrandisci quello che vedi, alza il volume e SENTITI BENE !!!
    Hai soltanto una vita, per cui rendila grandiosa, attimo dopo attimo!
    Festeggia qualsiasi passo del tuo cammino, esulta anche per i risultati più piccoli! Congratulati con te stesso/a.
    Goditi quello che hai a tua disposizione.
    Gioisci e divertiti mentre vivi le tue esperienze !

    Essere grati favorisce il benessere naturale di corpo-mente; ciò avviene con il sostegno del tuo stesso cervello, il quale  - di fronte al semplice dire grazie - secernerà sempre più ormoni e neurotrasmettitori benefici.

    Proietta vibrazioni dal cuore alle persone con cui stai conversando o all'ambiente in cui ti trovi e vedrai che la tua comunicazione sarà molto più efficace e piacevole.


    Hai mai riflettutto sulle piccole fortune della vita di tutti i giorni che siamo soliti trascurare ? Ti sei mai alzato ringraziando per ciò che la vita ti ha donato ?
    Un corpo dotato di incredibili interfacce sensoriali che permettono di vedere magnifici colori, sentire suoni e voci, parlare, cantare, abbracciare una persona cara, correre all'aria aperta...
    Tutte attività che diamo per scontato, come fossero banalità, ma che ad un'attenta osservazione si rivelano come privilegi davvero preziosi ! Ci sono persone che tutto questo non lo potranno mai sperimentare: sii grato di ciò che sei e per ciò che hai !

    Coltiva Compassione,  calma, pazienza, gentilezza.

    La temperanza, la discrezione sono il vero antidoto a qualsiasi gesto irritante: Reagisci in modo garbato e gli altri saranno garbati con te. Se rimangono irritati, tu sorridi e passa oltre con scioltezza.





    PERDONA te stesso/a , gli altri, il tuo passato e qualunque altra cosa ti disturbi emotivamente.

    Frena la collera e chiedi scusa [anche se è troppo tardi, non tirarti mai indietro per orgoglio] ... Costruisci la fortezza del tuo carattere con tutti i mattoni che ti hanno tirato addosso.







    Come avete ricevuto gratuitamente, così date gratuitamente”  (Matteo 10,8)



    ---------------------------------------------------------------------------




    INDIVIDUA IL TUO CENTRO DI GRAVITA'  PERMANENTE






    Al centro di tutto c'è sempre l'ESSERE.



    " Esercitatevi nella non-intenzionalità, e lasciate agire l'Essere. Questa Via è inesauribile, senza fine "







    ---------------------------------------------------------------------------




    CUSTODISCI LE TUE ENERGIE COME FOSSERO ORO



    Nella vita incontrerai due categorie di persone:
    1) individui che sanno sprigionare un'intensa energia 
    2) altri che sanno solo SPRECARLA.


    I primi è come se al loro interno contenessero dei Centri Magnetici il cui nucleo  (punti rossi) racchiude un'essenza vitale completamente libera. 
    Tu devi unirti a loro e soprattutto agire come loro !


    Una loro peculiarità è l'uso dei loro centri magnetici: essi sono in grado di servirsi del filo invisibile che li unisce per accordare, modulare il loro allineamento; a differenza delle altre sfere, non si disperdono nel marasma generale. Esteriormente sono come gli altri ma interiormente hanno un nucleo che (assieme al relativo campo energetico) conservano accuratamente lontano da occhi e mani indiscrete.


    Se vuoi fare come loro allora CUSTODISCI LE TUE ENERGIE COME FOSSERO ORO: Non buttare le tue Perle ai porci.
    Evita di farti contaminare dall'impuro.
    Mobilita le tue energie verso l'alto, cioè rendile più raffinate, OPERA DELLE CONTINUE SUBLIMAZIONI.




    ---------------------------------------------------------------------------




    TAGLIA  LE CORDE ETERICHE NOCIVE, 
    RIMUOVI LE EFFIGI MENTALI E LE SCORIE EMOTIVE



    --> IMPARA A RICONOSCERE  LE  IMPRESSIONI  come sostanze della mente, intese come qualcosa di vibrante, immateriale, impalpabile, ma diffuso e pervasivo con cui veniamo condizionati o ci nutriamo quotidianamente [entrano attraverso i canali sensoriali e si riproducono nelle periferie sinaptiche].

    Fai in modo di SUBLIMARE tali impressioni nocive in INSPIRAZIONI (pneuma,  sottile sostanza raffinata,  più elevata rispetto alla fantasia spiccia degli slogan New Age )

    Non sperperare le tue energie psichiche nutrendo forme pensiero viziate, larve eteriche, vampiri energetici, spettri e facoltà mentali immaginarie (Maestri Ascesi, Gerarchie interdimensionali, gossip complottistici...)

    Se noti che qualcosa comincia a puzzare di marcio, taglia corto e passa subito ad altro. 


    Poniti sempre dubbi e domande, ma al tempo stesso accresci l'autostima sforzandoti di superare certi limiti (scavalca una barriera dopo l'altra,  PROCEDI PER GRADI, senza essere troppo impulsivo, cominciando con le piccole cose)



    ---------------------------------------------------------------------------


    IMPREGNA L'ANIMA DELL'INTUIZIONE FONDAMENTALE

    (esempio di intuizione fondamentale  --->  "Sono consapevole che ad ogni Azione, ogni opera, ogni parola lo Spirito [Dio, il Sé, etc.] è presente come testimone e custode")



    ->   RIATTIVA IL REALE NUCLEO PERCETTIVO 



    ->   RIPULISCI I  CENTRI DI CONSAPEVOLEZZA



    ->  FILTRA TUTTI  I DATI  CHE  ENTRANO  IN  TE 
    (Non infangare il tuo Essere, 
    Nel tuo Paradiso non deve entrare neppure un grammo di  inferno)


    Ogni giorno, sempre alla stessa ora, dedica un po' di tempo a coltivare una sana abitudine (innesta un'idea meravigliosa nel tuo inconscio), un rituale benefico (evoca un'immagine mentale, regola l'atto respiratorio,  ripeti un'affermazione, un mantra, un esercizio ginnico, formula un'invocazione, una preghiera, recita un salmo, etc... Vedi APPENDICE)




    ---------------------------------------------------------------------------








    FOLLIA CONTROLLATA / CONSAPEVOLE / VOLONTARIA (+ NON AGIRE)



    L'azione libera / disinteressata (il non agire, l'agire senza scopo / ricompensa / aspettativa) assomiglia a quella di un artigiano che fabbrica con la stessa cura, attenzione e precisione tanto l'oggetto che verrà esposto quanto quello che finirà nel buio della cantina



    TENDI DEGLI AGGUATI AI TUOI SCHEMI ABITUDINARI


    PRENDITI IN CONTROPIEDE, di soppiatto, alla sprovvista, così da disarmare quelle tendenze automatiche e le movenze logoranti inconsce, che operano a tua insaputa.

    ESEGUI  AZIONI  INSIGNIFICANTI, INUTILI, INSENSATE cioè prive di Necessità, partecipazione emotiva,  un obiettivo, un fine particolare, uno scopo prestabilito, un desiderio, un bisogno, un'urgenza... Ciò è un'anteprima di azioni veramente LIBERE e SPONTANEE, ossia non causate o giustificate da un movente esterno, dalla volontà altrui... 
    Queste azioni disinteressate possono suscitare un sentimento di libertà, di liberazione dai pesi quotidiani... 
    Quando rompiamo gli automatismi, si perde la meccanicità dei propri gesti e ciò  porta a una maggiore padronanza di se stessi, dei propri pensieri, della propria volontà.
    Questo atteggiamento simboleggia l'Agire senza Agire.



     



     


    Esempi: 
    Scegliere un dato momento della giornata, una data ora, es. le 9 del mattino e compiere un'azione che di solito non viene mai richiesta, quindi un'azione completamente inutile, stupida, insensata o irragionevole come toccarsi la caviglia, decidere di disegnare su un foglio un fiore, oppure di prendere una scala, salire e toccare il soffitto e rimettarla a posto; o ancora decidere di andare in garage aprire lo sportello della macchina e richiuderlo. 
    Sembrano azioni inutili ma ci accorgeremo che quando compiamo quell'azione in realtà essa è veramente l'unica azione "libera" che compiamo durante il giorno: l'unica azione che possiamo dire che abbiamo deciso noi, con  la nostra volontà, senza spinte di desideri, pensieri estranei, preoccupazioni.

    Oppure: 

    - Rispondere in maniera volutamente ambigua o provocatoria,
    - Usare la mano sinistra per scrivere, lavarti i denti, stringere la mano a un ospite.
    - Camminare all'indietro,
    - Prendere una via a caso, la prima che capita, seguire una direzione sconosciuta,
    - Fare qualcosa a occhi chiusi (vestirsi, muoversi, bere, mangiare...),
    - Perdere volontariamente del tempo osservandosi intorno, fare qualcosa di stravagante disinteressandosi delle altre opinioni.









    LASCIA FILTRARE PIU' CASUALITA' nella preparazione / esecuzione di qualche attività, così da renderla appunto IMPREVEDIBILE... Ciò ti  aiuterà ad aggirare l'impulso al controllo, la resistenza alle novità, il desiderio di trovare sempre il risultato sperato, rimuovere tutte le barriere che ostacolano il processo creativo.



    Quando Pasteur affermò che il caso favorisce le persone preparate, intendeva dire che non bisogna cercare quotidianamente di particolare, ma è necessario lavorare sodo per lasciare che la contingenza entri nel nostro raggio d’azione. Significa anche esporsi all'involucro della serendipità, ossia quella fonte d'incertezza positiva che aumenta la probabilità di coincidenze significative.



    https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/314757_10151021605377645_290514624_n.jpg


    Non fare troppo: intrattieniti con poche, semplici ma essenziali conoscenze.

    Non fare troppo poco: mantieni sempre l'essenziale lucidità della mente e la preziosa armonia del cuore.

    Seguendo queste brevi indicazioni percepirai meglio lo scorrere del flusso vitale.





    ---------------------------------------------------------------------------




    • Dominio del Volere

    Eseguire azioni che di solito rimandiamo o che ci risultano fastidiose. 
    Sforzati di agire nel luogo e nel tempo voluto.
    Se dobbiamo fare una cosa, invece di dire "la faccio dopo", diciamoci "la faccio subito!". 
    Può essere utile anche decidere di smettere di pronunciare una data parola, rinunciare a un piccolo vizio, non bere in un certo momento, cercare di mutare la nostra postura, stare più eretti, osservarci come stiamo seduti, innaffiare a una certa ora... Imporsi una qualche attività sportiva e così via.



    CHIEDITI:  

    "Cosa farei nella giornata di oggi, di diverso da quello che faccio usualmente, IMMAGINANDO CHE IL MIO PROBLEMA SIA COMPLETAMENTE SCOMPARSO"



    E fra tutte le cose che ti vengono in mente e che potresti fare, scegli la più piccola, la più minimale e mettila in pratica.  La prossima volta estenderai la lista delle cose che hai fatto... 

    Ogni mattina, quando ti lavi, ti vesti, ti prepari, pensa a come ti comporteresti se fossi sempre stato un ragazzino deciso e non fossi mai stato insicuro e poi fra tutte le cose che ti vengono in mente, scegli la più semplice ma concreta e mettila in pratica. Ogni giorno fai (o almeno PENSA) qualcosa di diverso, innovativo, sensazionale o paradossale. 



    L'AGIRE (fare qualunque cosa) ci RENDE FELICI  perché tiene il corpo in attività e allo stesso tempo ci distoglie dal ronzio mentale

     

    ---------------------------------------------------------------------------




    ALLENTA LA PRESA


    "Quello a cui si RESISTE, PERSISTE"
    "Quello a cui tenti di aggrapparti, se la svigna"

    "Ciò che legherete sulla terra sarà legato anche in Cielo, ciò che slegherete sulla terra sarà slegato anche in Cielo" (Mt. 18,15-35). 



    LEGARE = stringere, fissare, fermare, non lasciar scorrere, arrestare, bloccare, limitare (Stop) = leggi, convinzioni, indottrinamenti (scuole, religioni, dogmi, culti), imposizioni, abitudini, rituali (ORARI), regole/convenzioni sociali, attaccamenti, vincoli.

    SLEGARE = liberare dalle costrizioni forzate, REGALARE, lasciar muovere, sciogliere i nodi, lasciar andare, non fissare = libertà, fluidità, scorrevolezza, possibilità di cambiamenti, sviluppo, dinamismo... Allargare i confini del tuo essere!



    Nella vita non c'è niente da OT-TENERE e R-AGGIUNGERE, dobbiamo solamente smettere di STRATIFICARE, ostacolare, R-ESISTERE...
    Noi siamo (e saremo) sempre esseri vulnerabili , con o senza maschera, scudo e armatura. Ciò però non deve essere motivo di astio o timore bensì di maggior umiltà e accettazione incondizionata di noi stessi e del mondo. La vulnerabilità consapevole è in realtà segno di forza e saggezza. Adesso molla lo scudo, la lancia e l'armatura dell'ego con cui sei stato condizionato e hai resistito a tutto e tutti. Accetta te stesso così come sei e gli altri così come sono.
    E' tempo che Don Chisciotte deponga le sue armi e abbandoni la sua battaglia immaginaria contro i mulini a vento.




    Lo sforzo che impieghiamo per resistere ci prosciuga la vitalità. Quando permettiamo alle sensazioni di essere quel che sono, scorrono via.



    Seguire la “Via della Cedevolezza” non significa rimanere inattivo, ma seguire il flusso e sferrare il tuo attacco al momento opportuno.



    Percorri le linee di minor resistenza.
    Sappi che il corpo non può sorregge tutti gli sforzi che vengono imposti dal sistema; non fare la fine di Atlante costringendoti a dover sostenere sulle tue spalle il peso insopportabile della volta celeste... Lascia andare la presa, ALLENTA la MORSA con cui la tua mente si avvinghia su ogni cosa.



    Bada a non attaccarti a una posizione fissa, sii flessibile!
    Non arenarti su un'idea, non immobilizzarti su un punto di vista particolare. Non lasciarti rinchiudere in una certa visione delle cose (neppure la tua personale) senza più poterne uscire e modificarla.


    Ogni tanto, durante la giornata, rifletti sulla tua CONDIZIONE INTERIORE IN RAPPORTO AL CICLO UNIVERSALE del PIACERE/SOFFERENZA 

    SOFFERENZA  --> TENSIONE + CARICO (pesantezza/spossatezza)  

    PIACERE --> SCARICO (leggerezza, abbandono) + RILASSATO


    Sai bene che tutto PULSA seguendo il ritmo della natura... la felicità sta nel completare con successo il ciclo, o corso naturale delle cose, senza interruzioni/blocchi - sinonimi di inibizioni / malattie / disagi / paure / limiti.
    Un normale ciclo inizia con la tensione di un carico (fisico o mentale)  e termina con il sollievo (rilassatezza) di uno scarico (emozionale),  a cui può seguire una RICARICA ENERGETICA.


    Chiarito ciò, abituati a chiederti:
    In questo momento mi sento teso, rilassato, sovraccarico o scarico

    Tieni conto che possono esistere tipologie di individui in base a queste 4 fasi: 
    1. il tipo troppo teso che non riesce mai a rilassarsi;
    2. quello troppo rilassato che non prende mai iniziative;
    3. il tipo sempre carico che non si scarica, cioè non butta fuori ciò che prova, non esprime ciò che sente,  non libera la rabbia repressa e finisce per scoppiare;
    4. all'inverso, quello molto scarico è talmente spompato da non riuscire neppure a rilassarsi... 

    Naturalmente tutto sta nel trovare la giusta misura.

    Sotto un certo punto di vista anche i pensieri (o le emozioni ad essi associate) rappresentano delle tensioni o delle forme di resistenza, poiché sono vere e proprie scariche neuro-elettro-chimiche prodotte ininterrottamente dal nostro cervello. In ciò non c'è ovviamente niente di male (anche perché sarebbe impossibile azzerare tale tensione o vivere in loro totale assenza), ma indubbiamente ridurre la quantità di lavorio mentale può apportare molto sollievo, soprattutto se si tratta di pensieri logoranti, irritanti, di cui potremmo benissimo fare a meno. 
    E' quindi importante favorire una pulizia mentale che interrompa , o per lo meno riduca, alcuni meccanismi di autosabotaggio.
    Tra questi meccanismi c'è quello dell'EVASIONE dalla REALTA' ATTUALE. Si tratta di quei castelli in aria che costruiamo per eludere il qui ed ora, deformare o alterare l'evidenza dei fatti, fuggire il momento presente.


    Mentre la tua mente vive nell' ERA MEGLIO CHE..., nell' AVREI DOVUTO... , nel DOMANI SARO' o SPERO CHE...
    Tralascia un dettaglio non da poco:
    LA VITA PUO' ESISTERE SONO NEL PRESENTE

    E indovina un po' il paradosso ?
    Proprio quando credi
    che la tua mente sia assente poiché smette di confabulare su ciò che dovrebbe accadere, in quell'esatto momento, la Vita è Presente e ti Attraversa...

    Nel preciso istante in cui interrompi il travaglio mentale inizi a vivere veramente...


    Ciò che E' include ciò che DOVREBBE essere.
    La Realtà va accettata "Così com'è" e non come "Dovrebbe Essere" secondo il proprio sistema di preconcetti.
    Economizza le tue risorse mentali: quel Dovrebbe trasformalo in un "E' Così !"

                                                    Accettazione     
    Dovrebbe Essere Così                 ------>                         E' Così



    RICONNETTITI CON  OGNI ISTANTE  e APPREZZALO PER CIO' CHE E'




    Non accettare le cose come stanno significa creare un conflitto tra ciò che ci si immagina e ciò che è realmente.
    Un conflitto costa energia, tempo, risorse e blocca il processo di sviluppo, ostacola la fruizione di soluzioni alternative. 
    Accettando le cose come stanno gli si permette di fluire liberamente, passando da una metamorfosi all'altra.

    • Spogliarsi  di tutto ciò che ci si porta faticosamente appresso e rimanere senza baldacchino, senza protezione, appoggio, punti di riferimento
    • Azzittire ogni garbuglio interiore, disattivare ogni tensione nell'interrogare la realtà per pretendere conferme immediate, risposte chiare e precise. 
    Questo ritrovarsi in esilio, senza patria, senza geografia né storia è come un morire rispetto al troppo pieno di sé; E' un fare vuoto per situarsi in uno spazio sconfinato, dove poter bere la luce sfavillante dell'essere. 
    Lavorare a fare vuoto è opera mai compiuta, poiché deve fare i conti con la tendenza della mente a operare continui riempimenti che noi scambiamo per azioni vitali, non avvertendo l'ingombro crescente in cui l'Essere non trova più luogo. Di spossessamento in spossessamento bisogna arrivare ad essere soltanto ciò che non si può né lasciare né perdere...


    Non crucciarti se il mondo non è come te lo sei immaginato (se quella persona ha delle caratteristiche  divergenti dalle tue, vuol dire che la natura ha decretato a modo suo delle qualità peculiari per ogni creatura). C'è chi comincia da x e arriva a y ,  chi inizia dalla fine (o da sinistra) e arriva all'inizio (a destra), e chi non privilegia né x né y e parte da k...



    La vita sarebbe insopportabilmente piatta se non avessimo dei degni avversari e sane opposizioni per i quali sprecare fatiche ed energie.  Sarebbe di una noia mortale se non venissimo stuzzicati da brevi intervalli di antagonismo ed incertezza. N. Taleb






    Se te ne freghi di tutto, ti fidi di te stesso e ti abbandoni al corso degli eventi, entri senza sforzo in sintonia con l'energia universale, la coscienza universale. Così facendo, oltre a sentirti al meglio, inizi ad attrarre miracoli nella tua vita





    Piccola Digressione:

    Esistono tantissime forme di resistenza.
    Sotto una certa angolazione noi NON POSSIAMO NON RESISTERE.

    Il nostro corpo, la nostra mente non possono non resistere perché qualsiasi grandezza fisica presente in natura [per mantenersi in vita] manifesta una tensione, un attrito, una forza [elettromagnetica, di gravità, di attrazione, di repulsione, etc.] in corrispondenza di determinati legami biochimici, condizioni termiche, passaggi di corrente...
    Vedila così: nel nostro corpo ci sono sempre muscoli che si contraggono come il cuore e altri muscoli involontari, che producono 24ore al giorno energia necessaria per gli sforzi quotidiani, come il semplice camminare, respirare, digerire, dissipare calorie, etc..
    Il rilassamento fisico è un riposo muscolare "Apparente", in quanto è sempre presente una leggera contrazione detta "tono muscolare", che è uno stato permanente ed involontario di "tensione attiva".
     

    Senza il principio della resistenza queste attività non sarebbero realizzabili e non avrebbero alcun senso.
    Questa doppia valenza della resistenza non va sottovalutata.
    La cosa curiosa è che apparentemente tali forme di resistenza ci danno l'impressione di restare lontani dall'Unità.
    E' pur tuttavia vero che ogni pensiero, parola o gesto esprime una tensione, una specie di RESISTENZA all'Unità, uno sforzo di restare lontani dall’Uno.
    Il punto è che la nostra vita è già [di per sé] uno sforzo [senza il nostro diretto o volontario intervento], è già una tensione che resiste a quell'Unità localizzabile costantemente a nostra completa disposizione nel qui-e-ora. In questo preciso momento, mentre state leggendo, quell'illuminazione che cercate, quell'Unità è già presente, quell'Uno è già in noi, eppure allo stesso tempo ne siamo infinitamente distanti proprio per le ragioni esposte poco fa, ossia a causa dell'incessante metamorfosi con cui la vita si dispiega in ogni istante, creando attriti e producendo spontaneamente sforzi costanti.
    Senza tali sforzi si realizzerebbe all'istante l'Unità, ma ciò comporterebbe la dissoluzione o fusione della nostra individualità, della nostra singolarità.
    Bel paradosso, vero?!
    L’Assoluto, l'Uno, l'Unità sono già qui, lo siamo già mentre ce ne stiamo qua seduti, ne siamo impregnati, non possiamo allontanarcene in nessun modo... eppure facciamo di tutto per restarne lontani.
    È l’Uno che legge questo articolo, quindi l’illuminazione c’è già. Ma attraverso pensieri, parole, azioni – cioè attraverso il tempo – ci distraiamo dall’illuminazione che abbiamo già Adesso, qui-e-ora.
    RESISTIAMO INCONSAPEVOLMENTE A DIO,  ALL'UNO, AL SACRO.
    Siamo così abituati – così assuefatti – che non ce ne accorgiamo più. È come portare un peso sulla schiena... dopo qualche ora non lo senti più.

    Il momento in cui vi sforzate di ricordarvi di voi stessi – di essere presenti – è l’unico momento in cui interrompete la vostra RESISTENZA nei confronti dell’Unità. Imparando, quotidianamente, a sciogliere le tensioni e a mollare la presa da ciò cui opponete resistenza, rompiamo lo sforzo inconsapevole a cui eravamo assuefatti e assaporiamo degli istanti di Unità.

    Dobbiamo attuare una sistematica rottura della nostra RESISTENZA quotidiana alla Totalità dell'Esistenza, alla globalità dell'Essere. Dobbiamo Cessare di produrre sforzi per resistere all'Evoluzione Universale, al Cosmo... Rinunciare all'auto-oppressione con cui ci urtiamo, generando attriti e sofferenza reciproca momento dopo momento, giorno dopo giorno.
    Una sofferenza perenne che striscia poco al di sotto della coscienza. Uno stato di ansia e stress incessanti che oramai fanno parte del nostro esistere quotidiano.
    Se si prestasse attenzione agli innumerevoli attimi che sfuggono alla nostra consapevolezza, ci potremmo accorgere di quanta energia utilizziamo per scappare dal Creatore, dall'Unità, dall'Unione con lo Spirito !
    Riusciremmo a SENTIRE “nella carne” con quanta forza ci teniamo lontani tutti i giorni, con quanta forza e tensione ci separiamo gli uni dagli altri, gli uni dall'Uno.
    In pratica non c’è niente da raggiungere, c’è solo da smettere di resistere.
    Ciò che cerchiamo di raggiungere è in verità ciò a cui stiamo resistendo in ogni istante.
    Questa comprensione è già illuminazione. Questa accettazione è già Unità. Questa conoscenza è già l'Uno.
    Questo istante è già l'eternità


    ---------------------------------------------------------------------------






    Modifica il DIALOGO INTERIORE


    La maggior parte del "pensare" ha luogo a livello inconscio



    Padroneggia e rendi coerente il discorso interno, il linguaggio interiore, ordinandolo a partire da un principio semplice e universale, come la distinzione tra ciò che dipende e non dipende da noi, tra la libertà dell'uomo e quella della natura...



    SMETTILA DI CORRERE DIETRO A TUTTI I TUOI PENSIERI, SPARSI DISORDINATAMENTE NELLA TUA MENTE... 


    Il modo migliore per creare nuove esperienze consiste nel modificare la tua reazione a ciò che accade; in base alla naturale legge di causa-effetto, la nuova reazione produrrà nuovi risultati, che poi sperimenterai come una nuova realtà. 
    La tua reazione (ciò che scegli di vedere, cioè la tua interpretazione degli eventi) determina le tue future esperienze.

    L'atteggiamento mentale da adottare è il seguente: "QUALSIASI COSA MI ACCADA E' LA MIGLIORE CHE POSSA CAPITARMI" "Dietro ogni svantaggio c'è sempre un VANTAGGIO".
    Agisci come se ciò che ti accade fosse la cosa migliore che possa capitarti 


    Le tue azioni creano un "vortice di energia" che attira i necessari elementi per il tuo sviluppo e per il raggiungimento di  Nuovi risultati = Divertimento, Felicità, Soddisfazione.

    Non dare priorità e urgenza a ciò che non lo merita !


    SCALA LA MARCIA, RALLENTA, sorridi e goditi AL RALLENTATORE ogni attimo, PROLUNGA gli istanti di INTENSA bellezza.
    Osserva e CATTURA OGNI MOMENTO ESSENZIALE !


    Vivi IN DIRETTA le gioie della vita,
    trasmettendo le futilità IN DIFFERITA, lasciandole scorrere e DISSOLVERE SULLO SFONDO...




    Con il dialogo ordinato con te stesso e gli altri - anche scrivendo - riuscirai a condurre lucidamente i tuoi pensieri, approdando a una trasformazione totale della tua rappresentazione del mondo, della tua atmosfera interiore e del tuo comportamento esteriore.






    A ciò si aggiunga il potere terapeutico del pensiero o della parola giusta espressa al momento giusto -> il potere delle parole:

    Una parola incauta, crudele può far divampare un conflitto, ferire, instillare odio, devastare una vita.
    Una parola gioiosa, cortese, dolce, tempestiva, può aprire molte porte, illuminare una giornata,  curare il corpo e l’anima, può ridurre l’ansia.



    AMPLIARE il proprio VOCABOLARIO TRASFORMAZIONALE


    I pensieri e le parole sono degli INCANTESIMI.
    Ci coinvolgono e ci condizionano in positivo o negativo a seconda di come li esprimiamo.
    Le nostre parole ci ipnotizzano, per questo è bene ampliare il proprio vocabolario, usare un Vocabolario Trasformazionale cioè ampliare il nostro linguaggio abituale, integrare nuovi termini (emozionalmente edificanti), sbarazzandosi di quelli ingombranti e perniciosi.
    E' bene servirsi spesso della nuova terminologia (è sufficiente memorizzare poche ma buone parole per sentirsi ispirati e percepire una notevole differenza nella qualità della propria vita).
    SELEZIONA con CONSAPEVOLEZZA le PAROLE che utilizzi: 
    OGNI ESPRESSIONE HA UNA SUA FREQUENZA, una sua INTENSITA' EMOTIVA, che a sua volta può INNALZARE o ABBASSARE LA TUA VIBRAZIONE INTERIORE [RISONANZA].
    Entrare in risonanza con vibrazioni devastanti, devasterà la tua vita!


    In sintesi, ricorda la regola delle 5 P:
    Parole
    Poco
    Pensate
    Portano
    Pentimento




    ---------------------------------------------------------------------------




    OGNI ELEVAZIONE E' UNA CONQUISTA

    Osservati con meraviglia via via ascendendo

    [Se vuole spiccare il volo, la colombra deve prima dibattersi ogni istante contro il villano pieno di piombo in corpo]





    Non vorrai fermarti al primo gradino, vero !?
    Caro mio, così è troppo comodo...

    Datti la spinta ricordandoti che:
    OGNI SOFFITTO RAGGIUNTO DIVENTA PAVIMENTO!



    Se cadi in una difficoltà corri svelto in un altro punto dello spazio-mente... Non ricodurre sempre il pensiero a te stesso, ma lascia che la tua mente prenda il volo nell'aria, che il PENSIERO SI SLANCI VERSO cose "Elevate"... Lascia il suolo per librarti nello spazio puro dell'infinito.




    La mia visione è più alta del cielo, ma la mia attenzione alle azioni e ai risultati è più profonda del pavimento” - Dudjom Rinpoche


    ---------------------------------------------------------------------------






    DISIDENTIFICAZIONE  DALLE MASCHERE










    Siamo tremendamente INTRAPPOLATI,  attaccati, IDENTIFICATI con la nostra STORIA PERSONALE




    ESCI DAL CIRCOLO VIZIOSO DELL'EGO-STRESS


    Ma allo stesso tempo cerca di avere una precisa coscienza delle tue risorse e dei tuoi limiti (fisici, energetici, mentali, ecc...); non uscirne mai in misura eccessiva (eccedere laddove non è più tua competenza ti causerebbe solo inutile stress).



    Non farti soggiogare dalle sub-personalità, cioè dalle auto-immagini o rappresentazioni di sé con cui ognuno di noi,  chi in un modo e chi in un altro, mostra la vanità del proprio Ego.




    CANCELLA LA TUA STORIA PERSONALE e SVINCOLATI DAL PASSATO
    -> Tu non sei la tua storia, il tuo passato,
    TU SEI QUALCOSA DI INDESCRIVIBILE e INCOMMENSURABILE, 
    non c'è storiella personale che regga il tuo autentico Essere, il quale è appunto IMPERSONALE.





    Lo Spirito Libero non parteggia per nessuno: Sii uno spirito IMPERSONALE !



    Il tuo io non esiste, o meglio esiste ma muta continuamente con l'avanzare del tempo. Tu non sei la stessa persona di un attimo fa, il tuo essere si rinnova attimo dopo attimo.

    Prima c'era un io numero 1,  ora c'è un io num. 2, poi ci sarà un io3, io 4 ... io (n) , e così via all'infinito.

    Ogni anno, mese, giorno, minuto, secondo, istante, tu sei "un io-persona-individuo" differente, che muta senza sosta, incessantemente.






    ---------------------------------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------------------------------

    ---------------------------------------------------------------------------









     
    SEZIONE INTERMEDIA



    Conoscenza (SAPERE)
    +
    Volontà (POTERE) 
    +
    Coraggio (OSARE) 
    +
    Silenzio (TACERE)

    [Sul tacere sappi che non appena confidi i segreti degli autentici insegnamenti a dei PROFANI, ATTIRI su di te l'ostilità e la SVENTURA.]

    NON DISCUTERE DI QUESTIONI NUMINOSE IN ASSENZA DI LUCE




    ---------------------------------------------------------------------------






    DOWNLOAD  CONSAPEVOLEZZA




    ACCERTATI DI FARE OGNI GIORNO IL PIENO DI CONSAPEVOLEZZA.





    IL TUO ORGANISMO è COME UN ENORME RECETTORE BIOELETTRICO INTERATTIVO.




    QUANDO SARAI SUFFICIENTEMENTE PRONTO E RICETTIVO, SARAI IN GRADO DI SCARICARE DIRETTAMENTE DAL COSMO  UNA  MAREA  DI  INFORMAZIONI  A CUI  PROBABILMENTE ORA NON HAI ACCESSO.

     

    Le nostre rappresentazioni (costruzioni) mentali dipendono dal flusso di informazioni a cui abbiamo accesso, ovvero dal modo in cui riusciamo a disporre e sviluppare le risorse presenti nell'ambiente in cui siamo inseriti.
    Immagina che sia possibile scaricare flussi di informazioni proprio come scarichi i file (filmati, canzoni, libri) da internet  o   o SINCRONIZZI gli mp3 del tuo i-tunes / i-pod.





    Riflettici un attimo.
    Credi ci sia differenza tra i comuni file multimediali e quei pacchetti di informazione definiti "immagini mentali, pensieri, ricordi, visioni,  esperienze oniriche, deja vu..."?




    No, non c'è alcuna differenza: si tratta in entrambi i casi di segnali elettrici rielaborati da un processore esterno [computer] oppure interno (cervello... da non confondere con la mente, la quale invece è un entità non riducibile o localizzabile,  è quel canale comunicativo onnipresente tramite cui vengono trasferite le nostre appercezioni, che a loro volta s'imprimono in noi così da fornirci l'ipseità - "coscienza dell'io o del sé").



    Pensate alla scena di Matrix in cui Neo viene addestrato "virtualmente" tramite dei sofisticati programmi di simulazione in grado di riprodurre qualsiasi componente del mondo reale per poi ristrutturarlo nella mente umana. 


    " DEVI LASCIARTI TUTTO DIETRO, PAURA , DUBBIO,  SCETTICISMO...  SGOMBRA LA TUA MENTE "














    Gli stessi videogiochi, servendosi di tecnologie di "realtà aumentata",  sviluppano il principio dell'apprendimento virtuale di nuove abilità.




    L'assimilazione di tali abilità è paragonabile al caricamento di un software o di un'applicazione sul vostro computer. Naturalmente l'interiorizzazione consapevole di nuove conoscenze richiede dei prerequisiti che andrebbero affrontati in un'altra sede.

    Ma tornando in tema, senza complicarci troppo la vita con interfacce interdimensionali, prendiamo in considerazione i più semplici passaggi di comunicazione a nostra disposizione: i cinque sensi.



    Attraverso i nostri sensi entrano costantemente miriadi di contenuti, senza che noi ce ne rendiamo conto veniamo bombardati da stimoli di ogni genere. Il primo modo per "scaricare" consapevolezza consiste nell'incanalare diversamente i flussi di energia attraverso i sensi. Un esempio banale è immaginare che i biofotoni dei raggi solari, colpendo i nostri occhi, la pelle, il plesso solare, ci forniscano messaggi , dei codici che verrano decifrati (il modo ora non ci interessa) dalle cellule del nostro organismo. E' sufficiente alzarsi all'alba e fingere di "scaricare" per un paio di minuti contenuti dei biofotoni all'interno del proprio "sistema operativo organico".





    Oppure, semplificando ulteriormente, immaginare di essere una pila che viene ricaricata di "consapevolezza" per mezzo dei sogni (apportatori di immense miniere d'oro), della meditazione, dell'immaginazione attiva (visualizzazione creativa)... Ci si può sbizzarrire come si vuole.



    Se qualcuno lo no desidera, può fingere di assorbire informazioni grazie al contatto con qualsiasi piattaforma (libro, filmato, discussione, conferenza) o con qualunque forma di energia (organica o meno, reale o immaginaria). 





    Sta al singolo affinare la sua abilità nell'entrare in comunione d'intenti con la Grande Sorgente.




    Un consiglio rapido può essere questo:
    Terminata una particolare esperienza di transizione (qualunque esperienza psico-emotiva) esprimi con fermezza il TRASFERIMENTO COMPLETO di quella memoria (o ricordo transitorio) alla Consapevolezza fisica, come se l'essenza di quell'esperienza si impiantasse dentro di te incrementando il tuo livello attuale di Coscienza.



    ---------------------------------------------------------------------------





    DIGIUNA PER UN GIORNO, ALMENO UN PAIO DI VOLTE AL MESE
    (se possibile digiunare una settimana intera ogni 5 o 6 mesi)


    ---------------------------------------------------------------------------





    ESERCITA LA MEMORIA, ALLENA LE FACOLTA' VOLITIVE

    Alla mattina, prima di alzarti dal letto, richiama alla mente gli eventi del giorno precedente, cercando di ripeterli mentalmente, in ordine cronologico (Cosa hai detto, chi hai incontrato, cos'hai mangiato, ecc...)
    [Se hai abbastanza tempo prova a ripetere le azioni-frasi che hai compiuto-pronunciato]

    Oppure:
    Al mattino, si esaminerà in anticipo ciò che si deve fare nel corso della giornata, e si fisseranno in anticipo i principi che dirigeranno e ispireranno le azioni.
    Alla sera il soggetto si esaminerà nuovamente, per rendersi conto dei progressi compiuti.
    Si esamineranno anche i propri sogni.
    [ ... Zenone pensava che, grazie ai propri sogni, ognuno potesse avere coscienza dei progressi che faceva. Questi progressi sarebbero reali quando l'individuo non si vede più vinto, umiliato, tormentato in sogno da qualche paura o passione vergognosa, oppure se non è più consenziete ad alcunché di violento e malvagio. Ma se le facoltà dell'anima risplendono come un oceano diafano di serenità significa che stiamo facendo buoni progressi, che ci stiamo purificando]



    ---------------------------------------------------------------------------






    CIRCOSCRIVI IL PRESENTE

    Circoscrivi il momento attuale, delimita il presente, cerca di intravvedere quanto sia infinitesimo l'istante in cui il futuro diventa passato.
    Immergiti nella STANZA DELL'ETERNO PRESENTE.
    Isolati dal vortice caotico della vita mondana. 
    Circoscrivere il presente - ricordava M. Aurelio - significa liberare l'immaginazione dalle rappresentazioni passionali del rimpianto e della speranza, dalle inquietudini o preoccupazioni superflue... E' un autentico esercizio di "Presenza", rinnovando ogni istante il consenso della nostra volontà alla volontà Universale.




    ---------------------------------------------------------------------------







    TIROCINIO DELLA MORTE


    MORIRE al MONDO , per  RINASCERE in Sè  STESSI



    Significa ESERCITARSI A MORIRE  all'individualità, al Passato, alle passioni, agli instinti, alla parte ferina e selvaggia del nostro essere per aprirsi, rinascere e vedere le cose nella prospettiva dell'Univiersalità, della Totalità... entrare nell'interiorità della coscienza.






    AGISCI "COME SE" fosse l'ULTIMA ORA della tua VITA sulla TERRA


    Perdi il tuo io teatrale per Ritrovare il vero Sé ----> Dissoluzione delle componenti vili e sublimazione di quelle virtuose ---> dissociazione progressiva degli elementi più bassi del composto umano dagli elementi più elevati. 

    ------

    Di notte, prima di dormire, immagina di:

    1) Celebrare metaforicamente la morte dell'Ego, del Corpo e degli Attaccamenti Fisici.

    Immagina che una parte di te, quella illusoria, perisca. 

    Fai finta che gli aspetti puramente ornamentali e superficiali del tuo autentico essere  muoiano e svaniscano.

    2) In secondo luogo immagina che la tua Essenza, la tua parte Eterna (Anima) , nel momento in cui ti addormenti si possa librare ovunque desideri.
    Svincolata dagli impedimenti diurni, se ne andrà spensierata per i fatti suoi.

    3) Infine al mattino, appena sveglio,  l'anima ritorna ad animare il corpo e tu ritorni a vivere.
    Vedila come una sorta di Risurrezione!

    Per il momento fallo per gioco, poi, quando avrai imparato ad educare le  componenti del tuo Essere, diventerà qualcos'altro.


    ------




    Per gli stoici il tirocinio della morte è il tirocinio della libertà
    Per Seneca, "Chi ha imparato a morire ha disimparato a servire"
    " Mentre si attende di vivere [come si vorrebbe],  la vita ci passa davanti [indisturbata alle nostre pretese]"


    Per gli stoici, l'unica cosa che dipende da noi, dalla nostra volontà è la Virtù e il vizio , quelle erano in nostro potere, ma tutto il resto, vita, morte, ricchezza, povertà, piacere, dolore, sofferenza, fama, non dipendono da noi, accadono indifferentemente [e accidentalmente] ai buoni e ai cattivi, in virtù della decisione iniziale della Provvidenza o della concatenazione necessaria delle cause.

    Per altri ricercatori, il pensiero (corretto) della morte trasforma il tono e il livello della vita interiore: 
    "Che la morte ti sia davanti agli occhi ogni giorno - dice Epitteto - e non avrai mai alcun pensiero basso né alcun desiderio eccessivo."

    Per Marco Aurelio si deve: "Agire, parlare, pensare sempre come qualcuno che possa essere in punto di morte"

    Per Atansio , occorreva svegliarsi pensando che forse non si arriverà fino a sera, addormentarsi pensando che forse non ci si sveglierà.

    Lettera ai corinzi (15, 31): "Io muoio ogni giorno"



    "Vivi come se tu dovessi morire subito, pensa come se tu non dovessi morire mai.” Giorgio Almirante


    Questo tema si ricollega a quello del valore infinito del momento presente che occorre vivere come se fosse insieme il primo e l'ultimo.
    Dice Epicuro: "Supponi che ogni giorno che brilla sia per te l'ultimo; sarà allora con gratitudine che riceverai ogni ora insperata".

    Per Heiddeger, l'autenticità dell'esistenza sta nella lucida anticipazione della morte: a ciascuno la scelta tra lucidità e miopia.

    Per altri, come Platone, l'esercizio della morte è inteso come separazione dell'anima (puro intelletto) dal corpo (bassifondi dell'ego),  consiste nel cambiare prospettiva e passare da una visione dominata dalle passioni carnali-individuali a una rappresentazione del mondo governata dall'universalità e dalla sensibilità, eternità e acutezza dell'intelligenza. E' una conversione che si realizza con la totalità dell'anima verso l'Intelletto, il Cosmo, l'Uno.

    Trionfare sulle Passioni -> MORTIFICARE LA PROPRIA VOLUTTA' -> Attenersi ai propri propositi di rettitudine -> ESPORSI alle tentazioni e ai SENTIMENTI, SENZA ESSERNE SUCCUBE

    Quando ti serve un incitamento per esprimere un'azione o una parola, riproponiti questo passo Sufi:
    Il mio tempo è prezioso, poiché è la MORTE A CERCARMI, 
    Non posso permettermi di sprecarlo !


    In questa nuova prospettiva del pensiero depurato, le cose "umane, troppo umane", appaiono ben piccole. 
    "Bisogna abituare sempre l'anima a medicare e a raddrizzare con la massima prontezza ciò che è malato e decaduto, e a eliminare i piagnistei con l'applicazione del rimedio migliore...
    [...] Il saggio, elevando il pensiero fino alla prospettiva del tutto lo libera dalle illusioni dell'individualità.
    In un'esplosione totale dell'individualità, diventa identico con l'Uno.
    Spoglia l'anima di ogni forma particolare o di ogni pensiero determinato, scarta tutte le cose. Allora si compie, in un attimo fuggevole, la METAMORFOSI: in quell'istante non ti distingui più dall'oggetto che guardi, non ti senti più separato, in qualche modo sei diventato altro, non sei più te stesso né altro da te stesso, ma uno con l'UNO, come il centro di un cerchio coincide con un altro centro."
    (Plotino)


    DAVANTI ALL'ETERNO (istante della morte)
    da "il canto del derviscio" di Rumi:
    [...] In quell'istante non pensavo più a nulla. Mi trovavo in uno stato alterato di coscienza. Il mondo, le cose, gli uomini mi apparivano come fantasmi. Sublimi, sicuramente, ma vuoti e inconsistenti... In quell'istante non esistevo più, e al contempo vedevo tutti dentro la mia persona... Ora, scampato all'estremo momento, sono tornato sulla terra a condividere i timori degli uomini... E come loro, assegno nomi alle cose, e parlo di "Bontà, Misericordia, Compassione" e così via. Mentre la realtà è unica, come ho capito in quel breve istante, Splendido istante.
    Se il sovrano mi avesse ucciso, allora, mi avrebbe dato l'eternità, non la punizione.
    "Capisci ora perché deploro l'uomo che mi ha strappato dal Paradiso di quell'attimo?"

    --

    Memento Mori (Ricordati che sei mortale)

    --



    PREFIGURAZIONE DELLE CIRCOSTANZE INATTESE

    Ci si rappresenti in anticipo le difficoltà della vita: separazione, perdita, povertà, sofferenza, morte... Le si guardi in faccia, ricordando come non siano dei mali (perenni), poiché non dipendono da noi; si fissi nella propria memoria le incitazioni sui processi della vita ("niente dura per sempre, tutto muta e si trasforma"). Tali esortazioni, giunto il momento critico, ci aiuteranno ad accettare quegli eventi che fanno parte del corso naturale dell'Universo.



    ----------------------------




    TRASFORMAZIONE dello SGUARDO


    Trasformare lo sguardo  vuol dire guardare l'effimera realtà con occhi disillusi.  Significa vedere con spietata imparzialità la corrente caotica che trasporta i fenomeni impermanenti. Implica la fermezza e il vigore per assestare un colpo di spugna al manto di frivolezza che ricopriva i nostri occhi addormentati.
    Bisogna trasformare lo sguardo languido, rassegnato, ingenuo, illuso in uno sguardo consapevole, disincantato, distaccato (immune al buonismo di bassa lega e ai puerili sentimentalismi) ma anche ricettivo (in grado di cogliere ogni dettaglio), pienamente presente, conscio sia delle risorse sia delle lacune. Questo sguardo va allenato tutti i giorni poiché è più che probabile l'assenza di capacità discriminatoria nella maggior parte degli esseri umani, i quali è come se indossassero una pellicola oculare che deforma la prospettiva visiva, ingigantendo, rimpicciolendo o dipingendo le impressioni di rosa o di grigio.
    Per trasformare lo sguardo non bastano qualche settimana di auto-osservazione, servono mesi e mesi, in molti casi sono necessari degli interi anni, per cui non prendete sotto gamba questo processo.


    "Un immenso campo  si schiuderà davanti a te, poiché tu col pensiero abbracci la totalità dell'universo, percorri l'eternità della durata, consideri la veloce metamorfosi di ogni cosa individuale, quanto sia breve il tempo dalla nascita alla dissoluzione, infinita al contrario l'età precedente la nascita come quella che seguirà la dissoluzione... Cosicché lo sguardo dell'anima venga a coincidere con quello divino della natura universale. "  (M. Aurelio)




    -------------------------------------------------------------------------------------------------------------





    SCOMPOSIZIONE DEI MOMENTI

    Il metodo della scomposizione consiste nell'esaminare con metodo e buon senso ognuno degli oggetti che si presentano nel corso della vita.
    Consiste nell'isolare col pensiero un dato momento/aspetto di un continuum spazio -temporale, e poi ricavarne un'osservazione significativa: es. un canto è un insieme di note, la vita è una successione di istanti fuggevoli, di sensazioni piacevoli o sgradevoli, e così via.
    Separare le componenti, aiuta a prendere coscienza e distinguere ciò che dipende da noi (il presente) da ciò che non dipende da noi (passato-futuro immaginario).  Inoltre, il dividere in piccoli pezzi qualcosa di più grande - che potrebbe turbarci per la sua dimensione -  come dividere e ridurre una difficoltà o un'iniziativa apparentemente insormontabile in piccoli punti di vista e piccole iniziative, ci fornisce una spinta vitale che non avremmo mai avuto se ci fossimo lasciati spaventare o scoraggiare dalla rappresentazione generale di tutte le situazioni fastidiose della vita.

    Considera quante cose si producono
    all'interno di noi, in un istante infinitesimale, sia nel campo fisico che psichico. Allora non ti sorprenderai se un numero di cose di gran lunga maggiore, anzi se tutti gli effetti della natura, si producono simultaneamente in quest'unità e totalità che chiamiamo cosmo.

    L'altro tipo  di divisione consiste nel distinguere tra le componenti costitutive o essenziali e quelle superflue. Di fronte a una persona o un oggetto ci si chieda: 
    "Qual è l'elemento fondamentale?
    Qual è la causa ?
    Qual è il suo rapporto con il cosmo, con il resto della realtà ?
    Qual è la sua durata naturale ? "

    Queste domande hanno l'effetto di situare l'evento o l'oggetto in una prospettiva ben definita, in una cornice a noi più comprensibile.

    Se eseguo bene l'analisi mi accorgerò che ogni parte dell'oggetto osservato si trasformerà in qualche altra parte più piccola [o grande] dell'universo e questa muterà in un'altra ancora e così via all'infinito.
    In questa prospettiva, la nascita e la morte dell'individuo diventano momenti dell'universale metamorfosi di cui si compiace la natura.
    La visione del fiume impetuoso, ricolmo di sostanza universale e del tempo indefinito che porta seco le vite umane, si ricollega alla capacità di carpire la concatenazione necessaria e naturale degli eventi, avvertirne gli intrecci e di valutare le circostanze sotto un'altra angolazione, scevra dai meschini pregiudizi umani, non gonfiata da ingannevoli opinioni o rappresentazioni artificiali.
    Definire o dividere l'oggetto di studio equivale a togliergli quel falso valore che l'opinione pubblica gli attribuiva. Significa farlo passare dalla sfera banale e misera degli interessi umani alla sfera ineluttabile dell'ordine naturale, misurare non più con la ridotta scala umana ma con quella della natura universale.


    Ti dissuaderai da canti seducenti e danze conturbanti, se dividerai la voce armoniosa in ciascuno dei suoni che la costituiscono, e per ognuno di essi, chiederai a te medesimo: 
    "E' questo che mi trascina?" - allora te ne ravvederai. E farai lo stesso riguardo ad altro. E così, ogni cosa, tranne per la virtù , rammentati di giungere al più presto alle parti considerate in se stesse, e di arrivare a rivalutarle, con la divisione che fai di esse. Trasferisci anche questo metodo all'insieme della vita. 
    Non lasciarti turbare dalle gigantografie, dalle rappresentazioni generali della tua vita intera."   (M. Aurelio)


    Come è un'illusione immaginare che un canto sia qualcosa di diverso da una successione di note, che la danza non sia una serie di figure successive, che un film non sia una rapidissima sequenza di fotogrammi, così è un errore funesto lasciarsi turbare dalla rappresentazione globale di tutta la propria vita, dall'accumulazione di tutte le prove o difficoltà parziali che ci attendono. Come ogni processo, anche la propria vita svanisce all'improvviso, quando meno ce lo aspettiamo, ma non collassa l'esistenza nella sua totalità.

     
    ---------------------------------------------------------------------------




    SOSPENSIONE DEL PENSIERO LOGORROICO
     

    Escludendo i classici strumenti spirituali [meditazioni, yoga visualizzazioni, training autogeno...], esistono rapidissimi accorgimenti quotidiani , alla portata di tutti, che consentono di permanere in uno stato di quiete in cui i pensieri si arrestano, come dissolti e sospesi in un sottile stato di coscienza.
    E' come se a d'un tratto ti accorgessi di poter arrestare facilmente, con un click, il logorante pensiero frammentario, il borbottio mentale.
    Chiunque può individuare, da sé, a modo suo, degli accorgimenti personali così da "ritrovarsi" in quel particolare stato di acquietamento [senza mezzi o tecniche complicate]... Anche tu puoi (e devi) farlo!

    Non ti dirò "come" fare, [e ti sconsiglio di chiederlo o fidarti del primo istruttore che capita], perché l'effetto di quell'accorgimento è influenzato direttamente dalla tua pura, sensibile e personale capacità attentiva.

    Procedi per tentativi, prove ed errori. Solo così lo troverai... anzi,  sarà "Quello stato di quiete" che  troverà te!

    Il tuo compito è trovare questo INGRESSO e perseverare nei suoi dintorni.
    Una volta impossessatoti di un'escamotage semplice, rapido, "personale", efficace,  per APRIRTI IL PASSAGGIO, cioè sospendere il chiacchericcio mentale , cerca di applicarlo quotidianamente, così da prolungare gradualmente la durata di quello stato interiore. [Prima per qualche secondo, poi pochi minuti e progredire via via, di settimana in settimana]


    Quando sarai più esperto riuscirai ad ENTRARE e USCIRE DALLA FESSURA FRA I DUE MONDI con la stessa semplicità con cui ATTRAVERSI UNA NORMALE PORTA.
     




    ---------------------------------------------------------------------------



    IMPUT PER LE VOSTRE NEUROTROFINE

    [ Crea Nuove NEUROCONNESSIONI e     RIPROGRAMMA il tuo sistema nervoso!!!)





    Ogni cellula , sulla propria parete, può avere milioni di recettori che possono legarsi con diversi tipi di ligandi: i neurotrasmettitori (8%), gli steroidi (2%) e i peptidi (90%). Il tipo di sostanza chimica prodotta è determinato principalmente da ciò che pensiamo o sentiamo.
    Noi siamo come un vasto Recettore.
    I neuropeptidi si agganciano alle cellule e creano fenomeni fisiologici infinitesimali che possono tradursi in "grandi cambiamenti nel comportamento, nell'attività psico-fisica, persino nell'umore; queste sostanze chimiche svolgono un ruolo importante nella regolazione di quasi tutti i processi vitali. Quando i peptidi si legano ai recettori, assumono il controllo delle attività cellulari; se rimanete depressi per un'ora, avrete prodotto  circa 18 miliardi di nuove cellule con un numero sempre crescente di recettori che attirano peptidi "deprimenti". E' come se trilioni di  recettori gridassero: "Mandami più depressione!". In breve, i pensieri tetri creano un organismo che avrà più facilità a provare tristezza che gioia, manifestando una malinconia-dipendenza sotto forma di appetito per gli stati emotivi angoscianti.
    Mantenere una corretta linea di pensiero è importante, soprattutto se si considera che una parte del cervello non è in grado di discernere tra un'esperienza immaginaria e una reale.



    ---------------------------------------------------------------------------




    NEUROBICA MENSILE 

    Prova qualcosa di nuovo e diverso per i prossimi 30 giorni ... Qualcosa che avevi intenzione di fare, ma che alla fine non hai fatto.
    Esempi di attività che potete introdurre un po' per volta nei prossimi 30 giorni:


    - APPRENDI NUOVE  ABILITA'  ( implementa le tue facoltà apprendendo ogni giorno qualcosa di innovativo, qualunque cosa sia:  disegnare, suonare, recitare, ballare, memorizzare una canzone, imparare nuovi giochi,  apprendere una lingua, etc.)

    - Scrivere un'idea al giorno, aggiornare un quaderno ricreativo

    - Tieniti in movimento : fare tot. km al giorno (in bici, a piedi) ;
    fare 5 min. di ginnastica al giorno

    - Abolire la monotonia, ma in un modo insolito.
    Esempio: Fare la doccia (o vestirsi) a occhi chiusi , cambiare il percorso per andare al lavoro, 
    lavarsi i denti con la mano sinistra (la destra per i mancini)

    - Rinunciare a zucchero, caffé, sigarette o altri vizi

    - Leggere brevi aforismi, poesie, articoli alternativi

    - Scattare una foto al giorno

    - Elimina i pensieri negativi con la dieta mentale da pensieri nocivi. (rifiutati di indugiare su sensazioni o pensieri debilitanti).
     

    - Cura la tua disposizione d’animo al mattino appena alzato perchè la giornata cominci serenamente; Ripeti a te stesso
    "Ogni giorno ricreo a livello mentale e fisico condizioni ricche di risorse (sicurezza, ottimismo, autostima)"
    ”Comincerò la giornata in maniera entusiasmante”.
    “Ogni giorno miglioro sotto ogni aspetto”



    ---------------------------------------------------------------------------





    DOMANDE DI QUALITA' PRODUCONO UNA VITA DI QUALITA'

    Le domande sono come delle guide interiori che dirigono il Focus mentale. 
    Esse   sono il modo più semplice che abbiamo a disposizione per spostare il nostro focus o quello di qualcun altro.  Ciò su cui ci concentriamo, su cui focalizziamo la nostra attenzione,  diventa la nostra realtà.  Inoltre colui che pone domande detiene il controllo della comunicazione stessa, avendo la possibilità, nel farlo, di guidare dove meglio desidera il suo interlocutore, che sarà così costretto a seguire la traccia indicata.
    Le domande ci aiutano a fare tre cose contemporaneamente:  
    1. Spostare il focus  
    2. Cambiare stato d’animo
    3. Accedere a nuove risorse



    Molte domande hanno in sé la caratteristica di avere dei presupposti (assunti), cioè contengono al loro interno delle premesse, delle opinioni velate, delle assunzioni di significato che, nel momento stesso in cui diamo la risposta, vengono accettate per vere dalla nostra mente.
    In altre parole le domande possono essere costruttive, motivanti oppure improduttive e demotivanti.
    Quelle proattive contengono presupposti creativi, espansivi e stimolanti, mentre le domande improduttive presentano assunti restrittivi e scoraggianti.


    Ecco alcuni es. di domande di qualità da porre a se stessi per continuare ad evolvere e rinascere:



    « Quali sono i contenuti della mia mente? »  


    « Questa scelta mi porterà più energia oppure mi ruberà energia (vitale, creativa ecc.)?» 

    « Utilizzo questa situazione come un catalizzatore per crescere ed evolvermi oppure per buttarmi giù?»


    « Come posso la prossima volta a riuscire ancora meglio? »

    «  Come trascorro la maggior parte del mio tempo? »


    

« Cosa farei se fossi ultracarico, supergasato e se sapessi di non poter fallire mai?  »

    « Se dovessi morire domani, o tra una settimana, a cosa mi dedicherei più attivamente? »

    « Quando è stata l’ultima volta che ho appreso una nuova abilità (un esercizio, un gioco, una lingua, un ballo, una tecnica, una soluzione, un trucco un linguaggio di programmazione, etc.)? »

    « Quando è stata l’ultima volta che ho affrontato una mia paura? »

    « Se dovessi essere privato di questa vita domani, quali sono le cose che più mi mancherebbero al mondo? »

    « Se dovessi morire oggi, quali sono le cose che più rimpiangerei di non aver fatto о di non aver portato a termine? »
    « Cosa cercherei con tutte le mie forze?  Tra 50 ani cosa mi pentirei di non aver fatto, cercato, costruito, inseguito?  »

    « Cosa cerco costantemente in tutte le mie giornate? »

    «Quando è stata l’ultima volta che ti sei bruciato le navi alle spalle e ti sei imbarcato in un nuovo progetto?»

    « Con quale aspetto della mia personalità mi sto identificando? »  

    « Che tipo di realtà sto proiettando? » 


    «  PERCHE' SONO QUI

    « VALE LA PENA  RESTARE? »

    « Come si sente il mio corpo? » 

    « Quali emozioni sto percependo? » 

    « Che vantaggio ne ricavo continuando questo schema di pensiero?  »

    « Come sto respirando? Dovrei respirare più lentamente? »
     

    « Che cosa sta avvenendo nel mio dialogo interiore? »





    « Come posso riuscirci anch'io? » 

    « In che modo si riesce a fare quella data cosa? »  

    « Come potrei impiegare meglio, ora, il mio tempo? » 

    « Voglio andare proprio in questa direzione?»


    « Da chi o cosa sono circondato? »



     


    « Cos’è che mi sta paralizzando in questo momento? 

    A cosa sto opponendo resistenza? 

    Cosa sto evitando da giorni o mesi? 

    Cosa mi terrorizza? »


    «  Perchè sta succedendo questo proprio a me in questo momento?» 

    « Come posso estrarre forza e potere da questa situazione da incubo?» 

    « Cosa sono io e come sono fatto veramente?»

     « Quali sono i miei punti deboli che finora mi hanno portato a mettere a rischio e repentaglio la mia stessa vita?»


    «Come posso dare il meglio in questa situazione?» 

    «Come posso ottenere il meglio da questa situazione?» 

    «Cosa c’è di buono in tutto ciò?» 

    «Come posso raggiungere il mio obiettivo e divertirmi nel farlo?»

    «Quali risorse ho a disposizione per raggiungere questo obiettivo?»

    «Come posso sfruttare al meglio ciò che ho?»

    «Cosa posso imparare in questa situazione?»

    «Come posso migliorare questo?»
    «Come posso usarlo per migliorare me stesso?»
    «Cosa posso fare per essere al mio meglio adesso?»
    «Come posso fare realmente la differenza?»
    «Come posso sorprendere gli altri o me stesso?»
    «Cosa potrei fare che altri non possono o non vogliono fare?»
    «A cosa mi sono fermato finora? E come potrei fare un passo in più?»
    «Cosa, se cambiato, cambierebbe in meglio la circostanza o situazione?»
    «Mi conviene agire sulla situazione, sulle sue cause, o sui suoi effetti?»
    «Come posso far si che ciò diventi ciò che io desideri?»



    « Come posso dare il mio meglio in questa situazione, donando amore, felicità e divertimento a me stesso e agli altri? » 


    ---------------------------------------------------------------------------


    CONNESSIONE ALLA SORGENTE

    Al risveglio, per prima cosa, ricollegati con la tua più profonda dimensione interiore.

    • Forse non lo sai, ma il tuo cervello dà costantemente per scontate verità che non fanno altro che limitarti e semplicemente sono false o parziali. Sì, sta accadendo anche in questo preciso istante. 

    • Esci dallo stagnamento cerebrale. Evoca pensieri differenti. Altera il tuo stato di coscienza. Provocati. Porta la tua mente a nuovi livelli di pensiero... In cuor tuo sai anche tu che la tua mente possiede molte più risorse di quanto tu possa credere. Quindi, quando vuoi più coraggio, semplicemente evoca il tuo io coraggioso e lascia che arricchisca quello timoroso.
      Quando vuoi più serenità evoca il tuo io sereno, e lascia che rilassi l'inquieto. Quando vuoi dare inizio ad  una rivoluzione, evoca il tuo io creativo, e lascia che illumini quello senza idee.  [...] Se cerchi di risvegliare forze sopite dentro di tè, ricrea dentro e fuori le condizioni che in passato hanno fatto sì che tali forze si manifestassero.
      (Y. Takumi)

    • Evita le vaghezze interiori e i punti in cui la tua mente tende a ricadere nelle solite "trappole" e si inganna in un loop (circolo vizioso) che ti tiene al di fuori di determinate verità.


    • Riequilibra il livello energetico ogni volta che stai per  incontrare / affrontare persone - situazioni nuove e dopo che le hai incontrate.

    • Rafforzare il tuo sistema energetico visualizzando anche degli assistenti (forze neutrali, campi energetici favorevoli, figure immateriali, animali sacri, ecc...).

    • Ricentralizza le tue energie ogni 3-4 ore con stati di leggero  e breve rilassamento, anche di pochi minuti.

    • Utilizza ogni momento libero che hai per canalizzare l'energia mentale verso una riprogrammazione positiva delle tue abitudini, piuttosto che lasciare la mente disperdersi in mille rivoli di pensieri del tutto improduttivi.


    • Tieni d'occhio il tuo respiro , mantenendolo sempre ampio, diaframmatico e pranico (cioè consapevole).


    • Quando ti corichi visualizza un fascio sottile che ti collega al piano superiore e racchiude il tuo corpo in un bozzolo aurico dorato che lasci libero solo la sommità della testa da cui passerà il veicolo astrale durante i fenomeni onirici.
    • Impara a trasformare qualsiasi dissonanza in armonia, in melodia.

    Tratak = Rimani per un certo periodo (pochi minuti) con gli occhi fissi su un punto. Puoi fissare qualunque oggetto esterno, come la fiamma di una candela, un puntino nero su uno sfondo bianco, le foglie e così via. Questa breve contemplazione è un preliminare alla vera e propria meditazione. 
    L'uso della candela è particolarmente efficace poiché facilita la concentrazione sull'effige mentale (immagine della fiamma impressa nella retina). 
    La contemplazione delle foglie invece può creare una condizione favorevole tale da aprire una piccola e impercettibile fessura trascendentale, un piccolo spazio contemplativo distaccato dal mondo caotico. 
    Una terza alternativa è il sungazing (Rimirare il sole),  che sostanzialmente significa nutrirsi con l'energie del sole, assorbirne le proprietà riabilitanti. E' sufficiente esporti a questa fonte energetica per ottenere benefici. Nello specifico la pratica prevede il rimirare per pochi istanti il Sole dell'alba o del tramonto, per un paio di volte al giorno. Lo si può fare a occhi socchiusi e successivamente si può eseguire il palming (comprirsi gli occhi con il palmo delle mani) o girarsi di spalle in modo da essere in grado (ad occhi chiusi) di visualizzare (spostare, ingrandire, rimpicciolire...) il puntino di luce impresso nella mente.

    ---------------------------------------------------------------------------

    • AGIRE "COME SE"

    Vuoi gioia ?
    Agisci come se tu stesso fossi la personificazione di tale gioia.

    Desideri Amore e Beatitudine?
    Agisci come se fossi Amore e Beatitudine!!

    Auspichi prosperità e abbondanza?
    Agisci come se tu fossi una fonte ambulante di prosperità e abbondanza!!

    Ogni giorno, comportati "COME SE..."   (ciò che auspichi fosse già accaduto o stesse per accadere...)
    Immagina i tuoi problemi scomparsi e gli obiettivi già realizzati, proprio in questo istante.
    E' tutto così sublime che tu non devi far altro che beneficiare di questo istantaneo compimento !
    Cosa ci perdi a giocare d'immaginazione ?   
    Nulla !
    Cosa ci guadagni ?   
    Tutto !!!


    ---------------------------------------------------------------------------



    AMPLIARE LA MAPPA PERCETTIVA


    Il pensiero per poter funzionare anestetizza le percezioni;  il pensiero (della vita quotidiana) assorbe la maggior parte delle nostra attenzione e dunque, delle nostre energie, ciò a discapito della PURA  PERCEZIONE (relegata e bistrattata nei Sogni).
    Dentro ciascuno di noi esiste una copia o rappresentazione (detta "mappa") del mondo effettivo, cioè dell'ambiente esterno; quante volte accade che la nostra capacità di vivere un'esperienza viene limitata dai nostri programmi interni, dalle idee che ci siamo fatti,  su come dovrebbe essere la tal persona o su quale significato deve avere la tal cosa?
    Una percezione più flessibile della realtà provoca un ampliamento della mappa interna e quindi delle possibilità con cui cercare una via di uscita dalle situazioni scomode.


    ---------------------------------------------------------------------------



    • SCOMPONI - RICOMPONI LO SPAZIO TEMPO




    Chunk Down , SPEZZETTA IL TEMPO e lo SPAZIO --> pensare in minuti o secondi, anziché in ore, giorni, settimane, mesi ---> fare attenzione alle piccole cose che abbiamo sotto il naso, considerare meglio chi ci sta vicino, notare i dettagli

    Chunk Up, DILATA il TEMPO, ESTENDI lo SPAZIO --> pensare in lunghi periodi: generazioni, ere, millenni  ---> l'eternità, le infinite possibilità, l'incalcolabile portata dell'Universo e delle sue variabili





    ---------------------------------------------------------------------------





    SARÒ FELICE QUANDO… ?
    ORA !!!!

    La mente è abituata ad aspettare che ci troviamo coinvolti in determinate attività prima di innescare un certo stato d'animo,  così commettiamo l'errore di credere che per essere felici ci sia bisogno di una ragione, un motivo preciso, e tendiamo a ragionare in questo modo: "io sarò felice solo se..." - "Se non accade questo non sarò felice".
    Facciamo dipendere la felicità da tutto eccetto noi stessi: questo è il vero autosabotaggio che la mente commente automaticamente; ricercare qualcosa che giustifichi uno stato d'animo positivo.
    In realtà  possiamo essere felici in qualunque momento della giornata, in automatico, con naturalezza, senza l'esigenza di trovare una spiegazione logica o plausibile.

    Sii un auto-generatore di felicità.
    Tieni viva in te la capacità di continuare a meravigliarti.
    Abituandoti a far nascere dall'interno la tua serenità consentirai al tuo cuore di aprirsi progressivamente verso una gioia e un amore incondizionato.
    Utilizzate le vostre sensazioni come una fonte di saggezza interiore.

    Giorno dopo giorno, devi diventare cosciente della tua capacità di Operare SCELTE  (Sostituzioni) Intenzionali.

    COLLAUDA Il TUO INTERRUTTORE PSICO-EMOZIONALE CON NUOVI ACCORGIMENTI MENTALI


    Disfati dei nodi a cui ti sei ingarbugliato: spazio, tempo, personalità, concupiscenza, rabbia, etc.
    Sono tutti nodi che puoi sciogliere o slegare da un momento all'altro, la scelta è tua!

    Sfida te stesso a prendere una decisione, ORA!  
    Fai qualcosa che hai rimandato, impara qualcosa di nuovo, scegli di dire o fare qualcosa che nessuno si aspetterebbe da te, improvvisa, cambia prospettiva, modifica il tuo modo di reagire, usa più fantasia.


    NON RIMUGINARE TROPPO E IMPARA A PRENDERE DECISIONI RAPIDE di ogni sorta (es. datti max 5-10 sec. per decidere di fare-evitare qualcosa o andare da qualche parte)

    Ogni giorno, avrai sempre a disposizione 86.400 secondi, né un sec. in più, né uno in meno.

    Sfrutta questi secondi per Elicitare stati mentali salutari , edificanti 



    Fiducia - rispetto di sé, dignità - libertà dai desideri - libertà dall’avversione, gentilezza amorevole, accettazione paziente,  chiarezza e acutezza,  energia, entusiasmo, perseveranza - elasticità mentale - accuratezza, coscienziosità - non violenza, compassione - stabilità - freschezza mentale, capacità di accogliere il nuovo - libertà dalle preoccupazioni - umiltà...
     



    ---------------------------------------------------------------


    SANTE FATICHE -> SUPER SFORZI (Doveri dell'Essere, Sforzi Coscienti)

    Le endorfine sono sostanze oppiacee naturali che vengono rilasciate non solo quando siamo rilassati ma anche dopo uno sforzo fisico, dopo una gran risata, quando facciamo l'amore, etc.



    Nell'atto stesso di sfidare i tuoi limiti, vada come vada, stai diventando una persona migliore, più forte, abile, completa.  
    Spingendoti oltre la zona di comfort, al di là dei paletti convenzionali , ti avvicinerai sempre più a quello che desideri essere.

    • Sfida il tuo “io” pigro, il tuo io passivo, il tuo io timoroso, e non consentirgli
      di tenerti lontano dalla tua felicità alla pari di come non lo consentiresti ad
      un nemico che ti ostacola.  (Y. Takumi)

    Compiere Sforzi coscienti senza sfociare nella sindrome da "consumatore cronico di esercizi, dissipatore di discipline fine a se stesse" , ma per un'EDUCAZIONE dell'ANIMA ,  con la consapevolezza che la SOFFERENZA CONSAPEVOLE implica una profonda trasformazione interiore.
    GLI SHOCK ADDIZIONALI, cioè lo SFORZO COSCIENTE e la SOFFERENZA INTENZIONALE / VOLONTARIA incentivano a fare affidamento sulle proprie forze.
    Per quanto possa sembrare insolito, stare davanti alla propria INADEGUATEZZA e  SOFFRIRE  CONSAPEVOLMENTE  è un'esperienza salutare.
    SOFFRI  FINO A QUANDO QUELLA SOFFERENZA SI DILEGUA.
    QUANDO QUELLA SOFFERENZA SVANISCE, SI APRIRA' UNA NUOVA PROSPETTIVA!

    ... è simile al concetto di  "SECONDO FIATO " in atletica, dove se sai come resistere allo stress e alla fatica quando viene il fiato corto e il cuore in gola, dopo alcuni minuti il corpo entra in una SECONDA FASE,  ANNULLANDO LA SOFFERENZA E LA FATICA, incrementando la risposta sia fisica che psicologica così che da li in poi puoi metterti a correre come un cavallo.
    In molti casi accade la stessa cosa a livello psico-emozionale (e quindi anche fisico) :  alcuni soggetti sembrerebbero passare dallo stato di dolore/trauma emotivo ad uno stato di estasi o comunque una situazione psichica dove le sofferenze sono annullate e in gioco forza subentrerebbe uno stato di maggior cognizione/comprensione/consapevolezza.
     [Si escludono naturalmente le situazioni estreme... ]


    • Allena la tua RESILIENZA !!!!  La resilienza è la capacità di resistere a qualsiasi condizione, senza perdere la determinazione a raggiungere i propri obiettivi, è il segreto di chi ce la fa. Questo aspetto caratteriale non è innato: va allenato, come un muscolo. In che modo? Pensa a tutte quelle volte che sapevi esattamente cosa avresti dovuto fare, ma non l’hai fatto. Pensa a tutte quelle volte che avresti dovuto stringere i denti, ma hai mollato. Pensa a tutte quelle volte che avresti dovuto tirare fuori le palle, ma hai frignato.        (A.  Giuliodori)


    -----------------------------------------------------------------



    IL POTERE DELL' OSSERVAZIONE e del FOCUS MENTALE

    In fisica quantistica quando un'Onda elettromagnetica (Energia) viene Osservata si Trasforma in Particella (corpuscolo , quindi Materia).

    Perciò:
    Occhio a dove fate cadere il vostro OCCHIO INTERIORE ; in quel punto farete collasare la relativa funzione d'onda e di conseguenza farete Manifestare un determinato aspetto della Realtà.

    Valuta gli eventi non in base alle sue manifestazioni esteriori, ma in base alla risonanza interna individuale... Non dimenticare mai che le manifestazioni esterne sono il risultato di ciò che si è generato interiormente: in pratica considera che l'esterno non esista senza l'interno!


    ---------------------------------------------------------------------------



    INTERRUTTORE PSICHICO


    Normalmente lo stress generato dal groviglio di pensieri in cui ci troviamo  fa diminuire la capacità di controllo del proprio comportamento; è come se non fossimo più in grado di decidere liberamente come reagire. In questi casi è utile abituarsi ad interrompere l'automatismo di disturbo servendosi di un "Separatore" di programmi inconsci" o un "Interruttore" che attivi nuove modalità di pensiero.
    Per azionare questi interruttori può bastare la ripetizione di parole come:
    "Rilascio",
    "Stop !" ,
    "Leggerezza",
    "Relax",
    "Distacco",
    "Ripristino coerenza interna",
    "Risata Cosmica",
    "Bagno Beatitudine Oceanica",
    "Suprema Armonia",
    "Allineamento Vibrazionale",
    "Auto-Controllo" ,
    "Assenza di Pensieri",
    "Chiara Visione",
    "Ricordo di Sé"...


    ---------------------------------------------------------------------------


    FAR PIAZZA PULITA DI TUTTI I PARASSITI

    Stila un elenco dei tuoi parassiti, delle tue piccole grandi ossessioni:
    la paura di fare una brutta figura, la gelosia, il dover dimostrare di valere qualcosa, il non riuscire a dire di no, credere che i soldi, il sesso o la politica siano “cose sporche”, la paura di restare senza soldi o senza un partner, credere ciecamente in qualcuno o in qualcosa (in una religione, nella scienza, in un’ideologia), ecc.

    Appena ti accorgerai di essere attaccato a pensieri disfunzionali e sensazioni sgradevoli, per prima cosa rivolgi l'attenzione alla tua postura e al tuo respiro: assumi una posizione rilassata affinché il respiro possa tornare a scorrere liberamente.

    ---------------------------------------------------------------------------


    RIVISITAZIONE ONIRICA

    Esamina un sogno, uno qualsiasi. Nel momento in cui hai ben chiaro in mente il suo svolgimento, scrivilo su un foglio come se fosse un breve racconto, molto semplicemente. Ti consiglio l’uso di un sogno recente, affinché il ricordo sia mediato il meno possibile dalle riflessioni. Una volta scritto  (o DISEGNATO), leggilo e, all’occorrenza, correggilo. Il sogno ha già subito una contaminazione con la scrittura: la correzione, ulteriore contaminazione, può essere utile a rendere  più efficace, agile ed essenziale una scena del racconto.
    Partendo da questo sogno-scritto comincia a riconsiderare la tua vita quotidiana confrontandola con quella onirica [cosa le accomuna o le differenzia ?], inizia a progettare nuovi obiettivi, prova a produrre nuove idee.
    INTEGRA LE COMPONENTI DEL CONTENUTO ONIRICO CON LE RISORSE DELLA VITA QUOTIDIANA!


    ---------------------------------------------------------------------------



    SVILUPPA L'AUTOCONTROLLO
    con la ginnastica della volontà




    Esercizi piccoli, ma ripetuti con costanza, è questo il segreto della disciplina.
    Si scelga un'azione, anche non impegnativa, da ripetere ogni giorno, per un periodo definito. 



    Un es. è la RINUNCIA a piccoli gesti abitudinari (non aprire email, noncommentare su facebook, non criticare, non abbuffarti di dolciumi... ).

    Altri esempi:

    Riporre al loro posto oggetti che normalmente si lasciano in giro, leggere una poesia o una pagina di un determinato libro.

    Classici sono gli "esercizi inutili" in cui, per es., si rovescia una scatola di fiammiferi e li si rimette dentro uno ad uno ripetendosi internamente "lo faccio perché lo voglio". 
    Oppure REGALARE, dare in BENEFICENZA tutto ciò che è ingombrante,  ciò di cui puoi fare benissimo a meno (libri, riviste, oggetti, abiti malandati), quello che non hai usato negli ultimi anni.


    ---------------------------------------------




      DIARIO MAGICO  

    Revisiona i tuoi momenti magici, indimenticabili, travolgenti.  
    Rivedi  anche i dettagli più piccoli del tuo presente o del passato (purché siano speciali) e IMPRIMILI sul tuo diario della gratitudine.

    Trascrivi in qualunque momento della giornata, anche d'impulso, appena ti capita qualcosa di bello e positivo, che ha lasciato il segno (anche un semplice abbraccio).

    Assicurati di coprire TUTTE le aree:  salute, amore, finanze, tutto quello che e' importante per te, non ti scordare del tuo corpo, della tua energia e del tuo spirito.


    ------------------------------

    • MUOVITI CON LA MENTE E PENSA CON IL CORPO

    MUOVITI CON LA MENTE ->  Lascia che i pensieri volino con le ali della fantasia
     E PENSA CON IL CORPO (e il CUORE) -> Renditi conto di tutte le sensazioni fisiche (contrazioni-distensioni). Ascolta e decifra tutti i messaggi del tuo corpo (fronte, collo, spalle, braccia, gambe, busto, schiena e così via).
    Chiediti: "Cosa mi vuole comunicare il mio corpo ?" ;  " cosa può significare questo segnale ? "



    ---------------------------------------------------------------------------


    RIVISITAZIONE del Libro della Vita

    ---> Riscrivi il tuo copione/script, disegna mentalmente storie grandiose con scenari sensazionali, osservati in prima persona o distaccato mentre revisioni la tua LINEA del TEMPO. 

    Se tu avessi una penna magica, cosa vorresti che accadesse al tuo personaggio? 

    Dai le direttive all'inconscio, fallo per pura curiosità; evita di scrivere o pensare dettagli che ti potrebbero mettere in crisi , con domande del tipo: “ma come faccio ad arrivare a ciò?”, oppure con sentenze tipo “questo non è proprio possibile, non accadrà mai!”.

    Gioca semplicemente di Fantasia e divertiti nel ricostruire la tua vita parallela, la realtà virtuale. 
    Disegna , nella tua mente, delle scene, che ti facciano sentire bene

    Comincia fin da ora a pensare in termini di abbondanza, prosperità, alternative, semplicità. 

    ALLINEA te stesso con il tuo "io ideale", SINTONIZZATI con il modo in cui ti vorresti sentire,  IMMAGINA che tutta l'abbondanza (che in realtà già possiedi) si manifesti nel tuo presente fino a circondarti completamente.
    Permetti alla tua mente di focalizzarsi su una particolare scena che desideri sperimentare, visualizzando te stesso proprio nel momento in cui la stai vivendo. Ciò scatenerà automaticamente una risposta inconscia, dovuta allo stimolo di ormoni peptidici come l'ossitocina o di neurotrasmettitori  come la serotonina.



    Oppure realizza una Mappa Mentale delle nuove possibilità dove gestire il tuo laboratorio creativo.


    A cosa servono le mappe mentali, immagine tratta da www.mappementaliblog.blogspot.com


     
    Procurati dei fogli e chiamali rispettivamente, " il mio corpo" , " la mia casa" , " le mie relazioni" , " il mio lavoro" , "la mia salute"... Poi comincia ad aggiungere dentro ciascun foglio quello che vuoi ottenere in quella determinata situazione
    Alimenta l'entusiasmo sognando senza limiti e annotando qualsiasi cosa tu voglia fare, essere, condividere, avere, dare, imparare...

    La focalizzazione su ciascuna area di esistenza ti aiuterà a identificare più chiaramente gli obiettivi più importanti per te, cioè le tue priorità (vedi prossimo passaggio).


    ---------------------------------------------------------------------------


    GESTIONE del TEMPO


    " Il Tempo non esiste, è un'illusione: Come puoi gestire qualcosa che non esiste? "

    • Se c’è qualcosa da fare che richiede meno di 2 minuti fatela immediatamente – non rimandate!
    • FAI DI OGNI ISTANTE IL TUO ISTANTE:  Ritrova ogni volta la tua motivazione,  individua velocemente quell’incrollabile determinazione che nasce da dentro.
    • Ogni tanto fate un check up, ossia verificate le vostre esperienze: Che cosa avete imparato nell’ultimo periodo (giorni, settimane o mesi)? Cosa vi ricordate? Cosa avete scoperto di nuovo? Avete fatto dei progressi?

    Questa tabella indica la quantità di tempo che potreste sviluppare nei prossimi anni se vi dedicaste rispettivamente  10, 15, 30, 60 e 120 minuti al giorno ad una  qualunque attività.





    • Identificate la cosa più importante nella vostra vita: mettete tutto il resto in secondo piano.
    • Padroneggia il minuscolo momento presente, lascia perdere ciò che non puoi controllare: solo l'istante dipende da te, dalle tue azioni; se adesso c'è qualcosa che non va bene, accetta l'avvenimento presente voluto dal destino. La retta azione è conforme al buon senso.

    • Imparate a dire NO! Eviterete inutili scocciature e noiose perdite di tempo.


    Siate onesti con voi stessi e cercate di ottimizzare quotidianamente la percentuale che dedicate al tempo presente!
    Oppure, se desiderate potenziare ulteriormente la consapevolezza del presente, chiedetevi sempre:
    • Sono a mio agio in questo momento?
    • Che cosa sta avvenendo dentro di me in questo momento?
    • Sono consapevole del ritmo del mio respiro e del battito del mio cuore?
    • Sono pienamente consapevole degli spostamenti che avvengono nell’ambiente in cui mi trovo?
    • Sono concentrato sul presente oppure il passato e il futuro assorbono gran parte della mia attenzione?
    • Sono consapevole dei cambiamenti che avvengono dentro e fuori di me?
    • Che genere di pensieri sta producendo la mia mente? Continuo a rimuginare sugli errori e sui fallimenti del passato?
    • Mi perdo in ridicole fantasie? Sto creando inutili castelli in aria?





     OBIETTIVI URGENTI E IMPORTANTI

    In quest’esercizio imparerete a gestire il tempo e gli obiettivi, distinguendo le attività importanti da quelle urgenti. Le attività importanti sono tutte quelle attività che ci appassionano e che possiamo fare quando e dove vogliamo. Le attività urgenti riguardano invece la risoluzione di problemi pressanti o d’emergenze, la gestione delle pratiche d’ufficio, gli impegni inderogabili, le riunioni o gli appuntamenti, le scadenze di certi progetti, etc.
    Il vostro compito è quello di gestire meglio il vostro tempo, dando la priorità (laddove è possibile) agli obiettivi importanti.


    Copiate semplicemente i titoli di ciascun quadrante e di volta in volta inserite (in matita) gli  obiettivi corrispondenti a ciascun quadrante. Nel quadrante in alto a sinistra (obiettivi importanti e  urgenti) scrivete tutte quelle cose su cui volete investire la maggior parte del vostro tempo, della  vostra attenzione e delle vostre energie. In quello in alto a destra (obiettivi più importanti e meno  urgenti) inserite le attività che non devono essere portate a termine nel breve periodo e si possono  quindi sospendere, rimandare, posticipare o sostituire con attività più rilevanti. In quello in basso a  sinistra (obiettivi più urgenti e meno importanti) aggiungete le attività che per voi non sono molto  significative ma che – per un motivo o per un altro – dovete portare a termine. In basso a destra  (meno importanti e meno urgenti) inserite le attività che possono essere tralasciate o delegate ad  altre persone.
    A questo punto non dovete far altro che gestire il tempo seguendo le vostre priorità. Di volta in volta potete anche modificare gli obiettivi importanti o quelli urgenti; la cosa principale è che riusciate ad ottimizzare il vostro tempo, avendo ben chiaro cosa va fatto immediatamente e cosa può essere rimandato o tralasciato.


    ------



    MUOVERSI SULLA LINEA DEL TEMPO E RIPULIRE LE POSIZIONI PERCETTIVE
     



    1 - Pensa a una situazione del passato, del presente o del futuro che ti irrita e ti agita. (Posizione 1)
    2 - Ora distanziati mentalmente dalla tensione di quella situazione e rievoca un momento positivo, in cui ti sei sentito a tuo agio, sicuro, protetto, amato, accettato... (Posizione 2)
    3 - Richiama alla mente le risorse della "Posizione 2" : sensazioni piacevoli, ambiente accogliente, atmosfera coinvolgente, divertimento, serenità, armonia... In altre parole aggiungi tutto ciò che può arricchire la tua esperienza.
    4 - Ora ritorna all'evento del passato o del futuro che ti creava particolare disagio e sostituisci l'io teso e nervoso della Posizione 1 con l'io rilassato e allegro della Posizione 2. In altre parole, trasferisci le risorse della 2° posizione (energia vitale, entusiasmo, spontaneità, distacco, auto-ironia, determinazione, autostima...) nella 1° posizione, così da associare un'impressione e una cornice differente al vecchio ricordo o alla brutta aspettativa. Replica la tecnica del trasferimento di risorse con tutte quelle situazioni che ti causano disagio o insoddisfazione, finché non ti sei sbarazzato degli elementi fastidiosi.

    Giocate con la linea del tempo: coloratela, rimpicciolitela, ingranditela, riducetela o allungatela a vostra discrezione.
    Se non vi piace qualche punto della vostra linea temporale, siete liberi di modificarne gli eventi mediante la vostra fantasia.


    ---------------------------------------------------------------------------


    • SCOLORARE LE EFFIGI MENTALI



    Smettila di colorare tutte le tue IMPRESSIONI, le  tue EFFIGI MENTALI
    con inutili parole
    Smettila di condire e poi fagocitare un  mondo fittizio riprodotto da continui Movioloni che ingigantiscono stupidi dettagli, decorati da concetti pressapochisti, giudizi perbenisti.
    Cerca piuttosto di DIVENTARE UN ATLETA DELL'ARTE DEL PURO PERCEPIRE, ossia Percepire le così "COSI' COME SONO"  e non come gli altri o tu stesso le hai Colorate e Deformate !

    Molte persone sembrano camminare all'indietro attraverso la vita, con lo sguardo fisso esclusivamente al passato. Ma, ovviamente,  quando si cammina all'indietro è assai più grande il pericolo di inciampare o di sbagliare strada. Continuare a rimestare i problemi del passato serve solo ad alimentarli, dando loro maggiore attenzione. Innestate piuttosto una marcia in avanti, muovete verso nuove mete, scegliete percorsi diversi, formulate obiettivi più allettanti (che vi attirino magneticamente), attivate schemi di pensiero creativo. Se vi portate sempre nella testa un'auto-immagine sgradevole, il vostro subconscio influenzerà il vostro comportamento in modo da farvi muovere  irrimediabilmente verso ciò che detestate. Se invece siete accompagnati da un'auto-immagine piacevole, il subconscio farà in modo di avvicinarvi irresistibilmente a ciò che desiderate.

    A volte ci facciamo imprigionare a tal punto dal nostro dialogo interiore che il mondo circostante sembra non esistere più. Molte volte questo testardo commentatore interiore ci fa perdere le staffe o il controllo della situazione, per cui va ridimensionato e regolato di volta in volta, cambiando il nostro modo di comunicare, modificando le nostre espressioni , le immagini, i messaggi che trasmettiamo al nostro inconscio.


    ------------------------------------------------------------------------



    LASCIATI CONDURRE DA UNA VISION STIMOLANTE



    Individua pochi ma sani principi (linee guida, valori essenziali, semplici regole di vita) e non separarti mai da tali principi fondamentali, né quando dormi, né quando mangi, bevi o t'intrattieni con altri individui... Fai come se avessi questi principi sempre sottomano, ben innestati, registrati nella tua memoria.
    All'inizio si tratta di formulare a se stessi alcune esortazioni, "mettersi davanti agli occhi" gli eventi visti alla luce della regola fondamentale (es. "l'unica cosa costante è il cambiamento" , etc...).
    Si avranno dunque sottomano (grazie alla memoria, alla memorizzazione) tali massime , brevi sentenze, argomentazioni persuasive che si potranno ripetere a se stessi nelle circostanze difficili, per arrestare il moto di timore, collera o tristezza.
    Tale pratica  permetterà di essere pronti nel momento in cui sorgerà una circostanza inattesa, e forse drammatica. Consentirà anche di conservare maggior calma possibile e serenità nella sventura.

    Questa attitudine favorisce una
    COSTANTE VIGILANZA MENTALE  
    SULLE PROPRIE INTENZIONI



    Suggerimento: al mattino, quando sei restio a svegliarti, abbi sottomano qualche pensiero, principio-linea guida che renda viva nella tua anima un'idea incisiva, un intento significativo.




    ------------------------------------------------------------------




    IMPARA A DIRTI "IO SONO NESSUNO"

    La disidentificazione dall'ego fa emergere la nostra vera essenza.
    Servendoti di questo Accorgimento Mentale, prendi atto che c'è una certa situazione, un sentimento, un dolore e al contempo ti accorgi che essi non meritano tutta quell'importanza... Proprio quando emerge un disagio - es. ansia, gelosia, panico - esso non ha più ragione di esistere proprio perché tu non sei Nessuno e quindi non può colpirti...
    Dirsi "io mi sento nessuno" vuol dire comprendere di non essere quella persona che ha litigato con il figlio, la madre o la moglie; comprendi di non essere quello che deve vergognarsi, giustificarsi, vendicarsi... Vuol dire dimenticarsi per un istante la propria storia, il proprio ruolo, la propria maschera sociale. La storia non è altro che una serie di avvenimenti che si sono appiccicati a una parte di noi, del nostro percorso, ma tale attaccamento non coincide con l'essere autentico presente in noi. Dentro ogni individuo c'è qualcosa che ha indotto (senza che ce ne accorgessimo) milioni di trasformazioni fino ad arrivare a quello che siamo adesso; ciò che siamo ora non è ciò che saremo fra qualche istante; siamo esseri in continua trasformazione per questo è meglio non arenarsi su una fittizia stabilizzazione identitaria.
    Ripeti "io sono nessuno" durante le pause giornaliere, ad es. mentre guidi ("Sono Nessuno che sta guidando") , mentre fai l'amore ("Sto facendo l'amore con nessuno"), mentre mangi ("Sto nutrendo nessuno"), ecc...
    Ti accorgerai che capiteranno tante cose, che si svolgeranno tanti gesti, tante azioni dove tu non sarai più lì a ragionarci o a pensarci su, poiché tali azioni esse diventeranno sempre più spontanee,  naturali, semplici. Tutte le volte che arriva un disagio, la prima cosa che devi dirti è "io sono nessuno, non ho alcun commento da fare"...  Se sono nessuno non ho alcun problema, non devo dare nessuna risposta, NON HO NESSUN DISAGIO.
    In questo stato di Nientità il cervello sembra offrire soluzioni innovative e capacità operative che portano miglioramenti inaspettati; il vero Benessere è quando siamo così allegri che non ce ne accorgiamo neppure, perché tutto vola via come fosse una leggera piuma. Il vero benessere non viene dallo sforzo ma dall'ABBANDONARSI a questo stato transitorio del Nulla.


    ----------------------------------------------------------------------------------------



    • DISFATI  DEI RETAGGI COGNITIVI

    TIENI LE DISTANZE RISPETTO ALLA TENDENZA IMPERATIVA DI AUTOAFFERMAZIONE dell'io, che opera tramite intricati tecnicismi psicologici.
    • Non sottovalutare la tendenza della mente a RIEMPIRE in continuità qualsiasi cosa con qualsiasi contenuto; questo riempimento impulsivo viene scambiato inconsapevolmente per un'azione vitale anziché essere riconosciuto come un'ingombrante accumulo di prodotti artificiali in cui l'Essere non trova più luogo.
    • Mantieni la mente ricettiva, aperta, pronta ad accogliere l'imprevisto, libera dalla tensione di appellarsi alla ragione per imporre le proprie condizioni e la rete di codici predefiniti che ingombrano i tessuti della psiche fino ad impedirci di respirare l'immediatezza e le diverse sfaccettature della realtà.
    • Sgravati dall'inquinamento cognitivo e dai rifiuti depositati nei bassifondi dell'inconscio
    • Disfati della logica della PRENSIONE sulle cose-persone che ti circodano e SCIOGLITI nella distensione-rilassatezza-accettazione paziente/empatica.
    •  Allena te stesso a portare l'attenzione verso la tua sfera interiore
    • Quel che fa la differenza non è il banale "buon proposito" o il saltuario gesto fraterno bensì l'attitudine e l'applicazione costante di pochi ma efficaci principi.




    ------------------------------------------------------------------------




    • SEI  ESERCIZI ESTRATTI DA L'Enciclopedia Anticrisi

    Libro III
    Il genio è la capacità di vedere 10 cose dove l'uomo comune ne vede una. (E. Pound)

    1) FREENOTING

    Questa pratica può rafforzare il legame tra la mente conscia e la mente  inconscia, aumentare l'intelligenza, migliorare il  dialogo interiore,  migliorare l'esercizio della memoria e moltiplicare le proprie energie  creative. Eppure è molto semplice: consiste nel focalizzarsi, per 15 minuti al  giorno, semplicemente su un “flusso di immagini” lasciato scorrere senza  giudizio, coercizione, o razionalizzazione alcuna e di riportarlo per iscritto.  Sfoghi, idee, deliri, storie, racconti, pettegolezzi, immagini, musica. Anche  questa pratica può rendere enormemente più fertile il terreno “mentale” su  cui andremo a seminare grazie alle tecniche che vedremo.


    2) IMAGE MORPHING

    La capacità di ragionare per immagini è una prerogativa di molte grandi  menti. Basti pensare ad Albert Einstein, la cui mente in continuo  movimento intuì la teoria della relatività immaginando di cavalcare un  raggio di luce.  Allenandosi a ragionare per immagini infatti si potenzia la memoria e la  capacità di creare relazioni. Si può intensificare la produzione di idee, si  possono rafforzare i legami con le risorse inconsce del cervello, e si migliora  la capacità di risolvere problemi.  Dunque fermiamoci per qualche minuto al giorno, e cominciamo a dare una  forma, una dimensione, ed un colore a cose che apparentemente non ce  l'hanno. Per esempio come ti visualizzeresti una musica suonata al  pianoforte? Una suonata bene? Una suonata male? Come ti visualizzeresti  l'ispirazione del musicista che, esprimendosi al massimo del suo potenziale,  proietta sui tasti una melodia meravigliosa?  E come ti visualizzeresti una relazione generica tra due numeri? Ed il dubbio  del matematico che deve scoprire tale relazione? E l'idea che arriva quando  tale dubbio viene dissipato?  Ora prendi cinque spezie diverse. Che forma e colore daresti al loro aroma?  Cosa differenzia un aroma da un altro? Ed ora prosegui tu. Cerca elementi  astratti e comprendi come visualizzarli. Noterai che le capacità del tuo  cervello aumenteranno esponenzialmente. 



    3) LIBERE ASSOCIAZIONI

    Esercizio I
    Scrivi una parola di uso comune su un foglio di carta. Per esempio “crostata”, “famiglia”, o “tranello”, e poi scrivi in due minuti quante più parole possibili riesci ad associare alla parola iniziale.

    Esercizio II
    Scrivi il nome di un oggetto di uso comune su un foglio di carta. Prova con un mattone, una graffetta, una lattina d'olio lubrificante, o con altri oggetti semplici. Poi, sempre in due minuti, cerca di scrivere tutti i possibili usi per quell'oggetto. Non soffermarti su quelli più ovvi, prova ad inventarne di non convenzionali.

    Esercizio III
    Prendi due oggetti, due concetti, due idee che hanno poco o niente a che fare tra loro, e cerca di capire in che modo potrebbero trovare un nesso nella realtà. Un televisore ed un tramezzino al burro. I tasti neri di un pianoforte e le molle di un materasso. Un rotolo di nastro adesivo ed il problema della fame del mondo. Crea ibridi, combinazioni, oggetti inusuali, animali bizzarri, storie incredibili. Non soffermarti alla prima che ti viene in mente, ma producine di svariate. Vedrai che il miglioramento della tua elasticità mentale andrà pari passo con la tua immaginazione e con la tua capacità di stabilire relazioni tra le cose, nonché di utilizzare creativamente tutti gli strumenti che hai a tua disposizione per risolvere i tuoi problemi.

    Prova anche a rendere più complesso il tuo esercizio ed a fare le stesse “costruzioni” con tre, quattro, sei oggetti.


    4) STRAVOLGIMENTI

    Questo esercizio può aiutare a rendere la mente assai più flessibile, elastica,  ed abituata a guardare oltre i comuni significati con cui classifica le cose di  ogni giorno.  Semplicemente stravolgi, rovescia oppure altera in parte qualcosa di comune  e di ordinario, e poi chiediti sia in che modo ciò potrebbe esistere realmente  nella realtà, che quali sarebbero le conseguenze dell'assurdità pronunciata.  Ad esempio prova a domandarti come potresti guadagnare in un'ora lo  stipendio di un anno. Come potresti volare senza aereo. Come può esistere  un ristorante senza camerieri, od una casa senza pavimenti. E così via. Puoi  riferire queste domande sia a tuoi problemi reali che a fatti completamente  slegati dalla tua vita, non è importante. Puoi sfruttare questo esercizio sia  per allenare il cervello che per produrre nuove idee, sta a te vedere come e  quando usarlo al meglio. 


    5)  INIEZIONE DI FIDUCIA

    Comincia poi a dare anche maggiore ascolto e fiducia a tutto ciò che  proviene spontaneamente dal tuo cervello. Iniettare fiducia nelle proprie  idee è come iniettargli  un potente ormone che le ingigantisce  all'inverosimile. La fiducia può trasformare una vaga intuizione in una  rivoluzione.  Viceversa, non c'è niente di peggio che mettere a tacere tutto il tesoro che si  ha dentro a causa di qualche preconcetto stupido che mini la propria  serenità ed il proprio entusiasmo.  Pensa sempre che ogni idea, per quanto possa essere apparentemente  assurda, bizzarra, stravagante, fuori dal comune, oppure potenziale oggetto  di critiche, opposizioni, ed ostacoli, è ben più unica, rara e complessa del più grande tesoro di questo mondo, ed in quanto tale non va repressa o  prematuramente giudicata per nessuna ragione al mondo, ma deve essere  sempre ascoltata, rispettata, accettata, compresa, senza filtri di alcun genere.  La sua utilità andrà poi giudicata a posteriori. L'esigenza di un giudizio  pratico o razionale va infatti sicuramente soddisfatta, ma al momento giusto.  E quando questo momento viene eccessivamente  anticipato, l'azione  “raffinatrice” del  pensiero va inevitabilmente ad interferire con il  meccanismo creativo stesso, divenendo così controproducente.  Se dunque ti accorgi che la tua mente tende a rifiutare o filtrare gli impulsi  creativi prima del necessario, prova a cambiare il suo modo di “rispondere”  alle idee. Invece di lasciare che il tuo cervello di fronte al bizzarro, al nuovo,  al particolare, all'insolito, al coraggioso, al rischioso, dica sempre: “Perché?  Lascia perdere!”, lascia che dica: “Perché no? Guardiamolo, visualizziamolo,  proviamo a capire come costruirlo. Se la cosa dovesse comportare dei  problemi vedremo poi insieme come affrontarli.”  

    “Ogni scoperta contiene un elemento irrazionale”
    (Karl Popper)

    Poi abbi fiducia nei risultati a cui può portare la creatività stessa. Non  sottovalutare il modo in cui una mente aperta, creativa, audace, e convinta  di ridefinire le sfere del possibile possa realmente riscrivere le più  indiscutibili tra le leggi. La creatività è una forza primordiale ed unica che,  in quanto plasmante, per natura può ridicolizzare qualunque legge  preimposta, qualunque convenzione, qualunque pregiudizio.  Ricorda che la storia dell'uomo insegna che la fiducia di chi ha saputo dare  liberamente ascolto alle mille idee che ribollivano dentro di sé, unite  all'applicazione ed all'ingegno necessarie per far prendere loro forma nella  vita reale ha sempre aperto porte fino a quel momento comunemente  considerate come “inattraversabili”. 

    “Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.”
    (Albert Einstein)

    Certo, può sempre capitare che questo “come dare una sostanza” alla nostra idea, a conti fatti richieda un tempo superiore a quello che saremmo disposti a spendere, o dei mezzi al di là di quelli che saremmo disposti ad impiegare, ma ciò non toglie che magari in un futuro prossimo e con i giusti piani  e le giuste predisposizioni, esso possa divenire realizzabile.
    L'importante è sempre però non reprimere tale pensiero a priori. Anche perché la vasta complessità tecnologica del nostro mondo attuale getta in realtà le basi per creare già in un futuro prossimo gran parte delle cose che possono scaturire dalla nostra mente.

    [...]

    La tua mente è come la vegetazione: cresce in un certo luogo con un certo clima e deperisce in un altro. 



    6) ANNOTA LE IDEE

    Tieni sempre un quaderno nel quale raccogliere idee, pensieri, intuizioni. È una pratica utile a tenere queste cose sempre vive nella propria memoria che, se non aiutata, può far sparire dopo pochi secondi una marea di spunti utili. Inoltre rileggendo, sfogliando, consultando il proprio registro è possibile stabilire relazioni, collegamenti, e creare nuove idee che senza
    l'utilizzo del mezzo scritto non nascerebbero mai.
     




    -------------------------------------------------------------------


    • LASCIA  PARLARE LE ESPERIENZE

    PRENDI NOTA DI CIO' CHE TI ACCADE,  dei miglioramenti o dei cambiamenti: è meraviglioso vedere con quanta velocità molte preoccupazioni si dissolvano quando le metti per iscritto...
    Sviluppa la SINTESI: Sintezza, riassumi in poche parole dei concetti astratti, delle frasi, delle esperienze.


    • DARE PAROLE ALL'ESPERIENZA
    Descrivere il proprio vissuto. Quando nasce un pensiero o un sentimento, oppure quando fai qualcosa, prendine coscienza. Per es. di' a te stesso "Mi sento avvolgere dal buonumore, dalla tristezza, dalla gratitudine...", o "i muscoli del mio stomaco si stanno contraendo", oppure "Il pensiero di non farcela è venuto alla mia mente", "sto camminando troppo in fretta".


    • TRADUCI L'ESPERIENZA IN PAROLE
    Descrivi a te stesso cosa sta succedendo. Da' un nome ai tuoi sentimenti. Chiama "pensiero" un pensiero e sentimento un sentimento. Osserva senza farti catturare dai contenuti. Vivi semplicemente l'esperienza senza reagire impulsivamente ad essa.  


    P.s.
    Ricorda il detto  "TRADURRE  E'  TRADIRE".
    Alcuni aspetti della vita non possono (e non dovrebbero) essere tradotti con il linguaggio quotidiano, poiché necessitano una terminologia specifica, vocaboli ricercati,  supportati da rigorose riflessioni.
    Non puoi parlare di iperurania con il camionista o il panettiere sottocasa e aspettarti che comprenda ciò che vuoi comunicargli.
    Inoltre non parlare di cose di cui tu non sia stato testimone diretto, di cose che non hai elaborato e approfondito in modo autonomo.
    Evita argomenti che non hai metabolizzato a sufficienza.


    ---------------------------------------------------------------







    IL RESET EMOZIONALE

    (di D. Agostini)



    Questo esercizio ti permetterà di dare equilibrio e controllo ai tuoi stati emotivi.


    Da fare nel proprio letto, prima di addormentarsi. Il primo passo è sintonizzarsi sull'emozione prevalente della giornata. Per esempio, se ci hanno fatto molto arrabbiare pensiamo: "rabbia" e rievochiamo quella emozione. Non sarà difficile, perché ci accorgeremo di averne già le sensazioni fisiologiche. Concentriamoci su di esse. Sentiamo i muscoli dello stomaco che si contraggono, la tensione del torace. Questa e la partenza. Poi via con il reset emozionale. Evochiamo un'altra emozione, quella che che ci viene in mente, in modo casuale, bella o brutta che sia. Esempio: "Stupore". Sentiremo come cambia lo stato fisiologico e muscolare. Poi, raggiunta la dimensione dello stupore, possiamo pensare: "Perplessità". E accompagneremo lo stato fisiologico per poterla riprodurre a livello emotivo. Poi "Curiosità"; "Gioia"; "Dubbio"; "Soddisfazione". E via via sentiremo le sensazioni correlate.

    Vedrai come diventerai capace di passare facilmente da uno stato emotivo all'altro. Ricordati che devi agire sulle sensazioni corporee per riprodurlo. Puoi facilitare l'attivazione fisiologica con qualche immagine mentale, ma liberatene subito per concentrarti sul corpo.

    Ti accorgerai degli straordinari benefici di questo esercizio. Il primo è la possibilità di addormentarsi prima e più serenamente, soprattutto dopo una giornata tesa. Poi, durante il giorno, noterai un forte miglioramento dell'autocontrollo. Si, perché con questa pratica ti renderai conto di poter attivare lo stato emotivo che vuoi tu, senza subirlo. Se, per esempio, ti faranno arrabbiare, riconoscerai subito le sensazioni della rabbia. E solo pensando "serenità" o "concentrazione" attiverai lo stato che più si addice a quella situazione. La rabbia scomparirà o per lo meno si ridurrà, e la situazione sarà di nuovo sotto il tuo controllo.



    ---------------------------------------------------------------------------


    L'ARTE DEGLI SCARABOCCHI

    Usare un quaderno per gli scarabocchi aiuta ad imprimere sulla carta, ogni cosa che passa per la testa, senza porsi dei freni, lasciando che l’inconscio sia il vero autore.
    Iniziare a scarabocchiare "deliberatamente"  sarebbe un piccolo e simpatico aiuto alla creatività.
    Ma cosa succede al cervello mentre eseguiamo un disegno?
    Stacchiamo momentaneamente la spina all’emisfero sinistro, deputato alla sfera logico-linguistica e mettiamo in gioco l’emisfero destro, che segue principi spaziali e d’insieme.
    Sembrano cose prive di importanza, eppure questi segni che tracciamo senza pensarci, rappresentano a tutti gli effetti un linguaggio non verbale che racconta in diretta le emozioni che stiamo vivendo.




    ---------------------------------------------------------------------------



    PROBLEM REVERSAL (ROVESCIO)

    La tecnica del problem reversal  è ispirata dal libro  “Tao-te Ching”, dove Lao-tzu sottolinea la necessità per il buon leader di visualizzare tutte le opposizioni attorno a lui.
    La tecnica Reversal (rovescio) serve in prima analisi ad ingigantire il problema, pensando a modalità alternative per aumentare il problema. Dopo aver pensato e scritto su un foglio i modi per provocare una vera e propria catastrofe, si rovesciano le alternative pensate per riflettere facendo una profonda autoanalisi.
    Ad esempio se un ragazzo è distratto in classe, per aumentare questo problema possiamo spiegare la lezione in modo incomprensibile, rendere la lezione noiosa, rimproverarlo continuamente,ecc.
    Il rovescio avviene riflettendo se in questi ultimi tempi stiamo spiegando la lezione in modo incomprensibile,se rendiamo la lezione noiosa, se rimproveriamo spesso, ecc.
    Altro esempio. Se abbiamo appena aperto un sito, la domanda al rovescio potrebbe essere: Come posso ridurre le visite sul mio sito?
    Da qui scaturiscono nuove Idee "da evitare" :
    - Offrendo contenuti copiati
    - Contenuti scritti in maniera grammaticalmente scorretta
    - Non far trovare il sito e i rispettivi contenuti in modo semplice

    E’ un modo per capire attentamente i nostri comportamenti, per lavorare su aspetti che sfuggono la nostra coscienza.
    Il problem reversal è utilizzabile in una vasta gamma di situazioni che da come si deduce dall’esempio qui sopra può andare dall’insegnamento scolastico al management d’azienda, a problemi creativi, ecc. Non esiste quindi un vero e proprio campo d’azione per questa tecnica.

    PROCESSO
    Il metodo può essere suddiviso nei seguenti passi:
    - Guardare il problema”al contrario” e modificare una dichiarazione positiva in negativa e
    viceversa;
    - Scoprire cosa non si sta facendo e quindi cosa si potrebbe fare (per esempio, Apple Computer ha fatto ciò che IBM non ha fatto);
    - Sviluppare un elenco di azioni che devono essere applicati al problema attraverso l’uso di alcune domande come “Che cosa succede se ...?”.
    - Cambiare la prospettiva fisica (camminare o fare qualcosa di diverso);
    - Provare a generare il maggior numero possibile di idee invertendo il problema. Ad esempio, se si desidera aumentare le vendite, pensare a farle decrescere.
    - Se si trasforma in qualcosa di male, pensare gli aspetti positivi della situazione, e viceversa.




    ---------------------------------------------------------------------------



    LISTA DI OSBORN

    Si tratta di una tecnica , pre-brainstorming, per stimolare la creatività ponendosi una serie di domande relativamente all'oggetto da migliorare, al fine di analizzarlo in tutte le sue componenti.
    Le domande/verbi sono le seguenti:

    Utilizzabile per altri usi? Nuovi modi per utilizzarla? Ha altri usi se modificata?
    Adattare?
    Esiste altro come questo? Quale altra idea suggerisce? È già stata utilizzata in passato? Che cosa si potrebbe copiare? Chi si pottrebbe emulare?
    Nuova versione? Cambiare il significato, il colore, il movimento, il suono, l’odore, la forma, la fi gura? Altre modifiche?
    Ingrandire/ampliare?
    Che cosa si può aggiungere? Più tempo, maggior frequenza, più forza?
    Più durata, più componenti, più valori? Si può aggiungere, moltiplicare, esagerare?
    Ridurre?
    Che cosa si può sottrarre? Si può rimpicciolire, condensare, riassumere, minimizzare? Si può miniaturizzare, accorciare, schiarire? Si possono omettere particolari?
    Sostituire?
    Con chi o cosa si può sostituire? Altri componenti, altri materiali? Il processo si può anche organizzare diversamente?
    Riorganizzare?
    Come si può riorganizzare? Con altri modelli, disposizioni, sequenze?
    Si può invertire causa-effetto? Cambiare il programma, le tempistiche?
    Invertire?
    Si può invertire positivo/negativo? Com’è l’opposto? Si può rovesciarlo, invertirlo sottosopra? Invertire il ruolo?
    Mescolare/combinare?
    Come si può mescolare? Con una lega, una miscela, un assortimento, un insieme? Si può combinare unità, scopi, aspetti, idee? Si può collegare l’idea ad altre?
    Trasformare?
    Si può addensare, dilatare? Solidifi care, liquefare, rendere trasparente?



    ---------------------------------------------------------------------------




    • RISVEGLIA  L'OSSERVATORE  INTERIORE



    Ogni giorno sforzati di destare il tuo GUARDIANO  SEGRETO


    In secondo luogo fai uso del tuo radar attentivo per sventare, smascherare l'intento manipolatorio che si potrebbe annidare dietro i messaggi, le esortazioni, gli incitamenti, i consigli ipocriti. Diffida di qualunque Leader socio-culturale-politico, dei Maestri Spirituali [incluso te stesso].
    Quando le cose appaiono troppo seducenti, mettile a nudo, scorgi il loro doppio gioco, spogliale di quelle storie che si narrano su di esse e di cui s'inorgogliscono.
    DUBITA DI TUTTO E TUTTI, MA NON RESPINGERE NIENTE E NESSUNO



    ---------------------------------------------------------------------------


    • RAPIDI  SUGGERIMENTI DI CIRCOSTANZA





    • COGLI OGNI PAGLIUZZA DI GIOIA !



    Gioisci di tutto quello che hai in questo preciso momento.  Permettiti che  la Festa sia sempre con te,  irradiala ovunque così che le persone intorno percepiscano questa sensazione di Giubilo e Allegria





    Non far entrare notizie nefaste nel tuo cuore o nella tua mente



    • Tutto ciò che viene sempre rinviato è un inutile carico mentale. Esso deve essere o realizzato, o buttato via, perché consuma l’energia preziosa che non dovrebbe essere sprecata scioccamente


    • Pensa a cosa vuoi, e poi non desiderarlo più: lo hai già. Adesso distaccatene, sarà lui a muoversi verso te. E se non dovesse farlo, tu non morirai per questo
    • Le persone che prendono parte a una disputa sono di solito immerse con tutta la testa nel gioco. Dormono di un sonno da cui non le si può svegliare.
      ... La consapevolezza si raggiunse quando ci si estrania dal gioco... In ogni gioco bisogna partecipare estraniandosi, come uno spettatore recitante... L'estraniazione sottintende attenzione e piena chiarezza di pensieroPer non farsi coinvolgere nel gioco, bisogna svegliarsi e attivare il proprio Guardiano interno. ATTIVA il tuo GUARDIANO FIN DALL'INIZIO DELLO SPETTACOLO , per es. a partire dal MATTINO





    • Non esiste alcun prestigio, alcuna inaccessibilità e alcuna necessità... Tutto si trova nell'ordine in cui deve essere e io non devo far altro che scegliere lo scenario ottimale

    • Con la mente invia un'idea, un intento, e poi DISTACCATENE... Lascia che tale entità concettuale si sviluppi e compia la sua Missione... Tu devi solo OPERARE SENZA ATTACCAMENTO a tale entità

    • Dietro le parole c’è un’immagine, e dietro all’immagine c’è un’INTENZIONE.  Quando hai l’immagine lascia perdere le parole, e QUANDO HAI L'INTENZIONE DIMENTICA L'IMMAGINE , così SARAI PIù VICINO ALLA REALTà
    • Il mondo è dentro di te... Se tu cambi lui è costretto a seguirti.
    • Con quanta più INDIFFERENZA ti metti in attesa del tuo ordine, tanto più velocemente esso verrà realizzato.
    • DISTACCATI DAL RISULTATO... la tua felicità deve essere indipendente dal risultato finale  -> DISTACCO è DESIDERARE SENZA AVER BISOGNO

    • Una Coscienza Lucida è libera di esprimere le proprie intenzioni "Distaccandosi" dai risultati, dalle aspettative e da altre forme di attaccamento

    • L’intenzione con un obiettivo specifico, richiede un focus iniziale seguito da un distacco. Prima pensi intenzionalmente a qualcosa, poi te ne distacchi e quel qualcosa accade.





    • Accettare e lasciar andare significa far passare dentro di se' un fatto e dargli l'addio, dimenando la mano in gesto di saluto. Per contro, accettare e tenere significa prendere dentro di se' e di conseguenza attaccarsi o attaccare, opporsi.
    • Prendere l'abitudine "idiota" di gioire degli insuccessi  -->  Gioisco a bella posta degli insuccessi, provo a cercare in essi un vantaggio, anche se minimo
        ->  Non costringersi sempre a esser vincenti --->  Tanto maggiore è la tensione del desiderio di agire bene, tanto peggiore sarà il risultato. L'unico modo per liberarsi dall'agitazione è rassegnarsi a priori all'insuccesso. Però a una notizia piacevole bisognerà reagire non apaticamente ma gioiosamente, con marcato entusiasmo.Interpretando ogni evento in chiave positiva, vi trovate sempre a sboccare nella diramazione favorevole e con frequenza crescente incontrate l'onda della fortuna.


    • "Sbagliare?... è il più grande insegnamento che la vita ci possa offrire"


    • Prendi lezioni di calma e serenità dai bambini: guarda come sanno vivere ogni istante per il piacere di viverlo. IMPARA DAI BAMBINI, loro sanno che la vita è un gioco, la cui prima regola è far finta che non lo sia.

    • VIVI DEL TUO AMORE E OVUNQUE TI TROVERAI SARAI COMPLETO

    • Non seguire le opinioni dei molti (la massa), ma quelle dei pochi (saggi).
    • CHIACCHERA MENO, ASCOLTA DI PIU'.
    • Non dare corda agli impostori: l'attenzione e i consigli sono cosa sacra.
    • Rifiuta in blocco le scoscciature. 
    • Impara l'arte del RINUNCIARE al superfluo. MIRA all'essenza della semplicità...   ASTIENITI dall'artificiosità e dal desiderio smodato.

    • Sìì Astuto come un serpente, candido come una colomba... 
    [ Per non essere ingannato devi imparare ad essere più smaliziato. Impara le regole, affinché tu possa infrangerle in modo appropriato]


    • RICORDA CHE IL VERO CAMBIAMENTO COMINCIA DENTRO DI TE

    • Esplora la natura, ascolta il silenzio. 
    • Impara a tacere... lascia che la tua mente, quieta, ascolti e impari  dal tuo cuore.
    • MEDITA (ma non troppo !  Lo stretto indispensabile.)
    • Medita mentre passeggi, vai silenzioso e a piccoli passi attraverso la natura, avendo in testa tutti i pensieri luminosi...  "Cattura il pensiero fallo tuo, soffialo nell'universo e aspetta esso torni a te." 
    • INDIFFERENZA ALLE COSE INDIFFERENTI ----->   cioè coltivare un uguale amore (che non fa differenze) per ogni istante della vita, per tutte le creature - indifferentemente dalla loro appartenenza e mentalità...
     
    • Sii presente allo stesso tempo a te stesso, agli altri, al mondo, alll'Universo.

    • ALIMENTATI DEI BAGLIORI ISTANTANEI
    Nutriti ad ogni istante della luce emanata dal respiro, del RESPIRO LUMINOSO


    • Unisci i puntini dell'esistenza.

    • Ricorda di far auto-riflessioni (Auto-Esami) (soprattutto prima di dormire e appena ti svegli), perché se non sei tu a farle è come se ti dimenticassi te stesso.

    [ Puoi ottenere tutti i 30 e lode delle facoltà Universitarie di questo mondo,  ma ciò non ti garantirà di eccellere nell'esame più importante che dovrai affrontare quotidianamente: l'Auto-Esame della tua Vita ]
    • Lascia scorrere lo sguardo dove gli pare, in maniera spensierata, usando visione periferica-laterale



    • SCOLPISCI LA STATUA DI TE STESSO/A:
    La statua della tua vita preesiste nel blocco di marmo dell'esistenza, ti basta togliere il superfluo per fare apparire la sua Bellezza.
    Correggi qualche difetto, senza essere troppo rigido o paranoico.


    --------------------------------

    Vai in biblioteca , scartabella dei libri (non solo di saggezza antica o crescita personale moderna) e durante (o dopo) la lettura rielabora ciò che hai compreso, impara a far nuove ASSOCIAZIONI.
    TROVA I NESSI, LE ANALOGIE.
    FAI delle MAPPE, degli SCHEMI, SCARABOCCHIA DEI FOGLI.
    Utilizzando la TUA TESTA, per fare le TUE RICERCHE, con i TUOI SFORZI, così RAFFORZAI in maniera considerevole le TUTTE le TUE facoltà.




    -------------------



    • CONTEMPLA DALL'ALTO
    Supponi di trovarti improvvisamente a un'eccelsa altezza e di contemplare da lassù le effimere attività umane e scrutare in un solo colpo d'occhio l'immenso spazio popolato da esseri viventi, appartenenti a regni diversi.
    Non limitarti più a co-respirare l'aria che ti circonda, ma d'ora in poi co-pensa col pensiero che ingloba tutte le cose. Poiché ovunque la forza del pensiero non è meno diffusa di quella dell'aria, s'insinua in ogni essere capace di lasciarla penetrare... Un immenso campo libero si schiuderà davanti a te, poiché tu col pensiero abbracci la totalità dell'universo, percorri l'eternità della durata. (M. Aurelio)


    ---------------


    • Procedimento Aristotelico 
    -> "Assumedo un altro punto di vista, diremo che..."
    Mentre rifletti o discuti e giungi a un paradosso, una contraddizione occorre riprendere la questione muovendo da un nuovo punto di partenza, ciò obbliga lo spirito a girare in tondo indefessamente alla ricerca del vero, stanto però attento a non smarrirti nel cirtuito del pensiero.



    • ANALISI  REGRESSIVA  +  PENSIERO  RETROSPETTIVO
    -> RISALIRE DALLA FINE ALL'INIZIO -> Partire dal Fine, dallo scopo (che si da per acquisito) per determinare poi regressivamente la serie dei mezzi che vi conducono (l'ultimo è quello da cui bisognerà partire)

    ---------------------------------------------------------------------------



     APPLICA QUOTIDIANAMENTE
     IL MANIFESTO DELLO SPIRITO LIBERO SOPRAELEVATO

    In un mondo che corre, RALLENTA
    In un mondo rumoroso, sìì SILENZIO
    In un mondo stressato, CALMATI

    In un mondo grossolano, sii SOTTILE
    In un mondo rigido, sii FLESSIBILE e MORBIDO
    In un mondo grigio, usa tutti i COLORI
    In un mondo confuso, cerca EQULIBRIO
    In un mondo volgare e aspro, sii NOBILE D'ANIMO e DOLCE di SPIRITO

    In poche parole:

    In un mondo che è sotto(messo), sìì SOPRAELEVATO 


    ...
    Sopraeleva lo spirito, e tutto seguirà automaticamente, spontaneamente il mondo si fermerà
    ( mi raccomando però, in un mondo di pesci-pettegoli, Acqua in bocca ^^
    )


    ----------------------------------


    IMPARA L'ARTE DEL RE-INCORNICIARE

    Il modo in cui noi categorizziamo e incorniciamo qualcosa determina l'effetto che esercita sulla nostra neurologia.
    La cornice condiziona la prospettiva del nostro divenire. Il modo in cui ci organizziamo internamente in-forma, tras-forma o de-forma la nostra stessa realtà.
    Veniamo costantemente regolati (psicologicamente, socialmente, fisicamente, spiritualmente)  tramite le nostre cornici decisionali ed operative: le cornici di convinzioni, di valori, di identità, di prospettive-aspettative.
    Le cornici mentali sono come delle decorazioni artistiche; sono i riquadri in cui inseriamo i nostri particolari episodi.
    Uno stesso contenuto, posizionato all'interno di due cornici completamente opposte, avrà un significato altrettanto diverso.
    La capacità di sviluppare le proprie potenzialità dipende dall'abilità che si ha nell'incorniciare correttamente le nostre esperienze.
    Nella tua mente hai tutte le attrezzature necessarie per incorniciare diversamente l'intero universo.
    Dai spazio all'artista che c'è in te e modifica il quadro generale di tutte le situazioni:
    - Restringi o allarga l'inquadratura
    - Evidenzia o sfuma il gioco di contrasti
    - Marca o assottiglia lo spessore delle linee di contorno
    - Togli , sostituisci o aggiungi nuovi elementi
    - Ritocca solo qualche dettaglio oppure stravolgi l'intera composizione
    - Mostra l'invisibile mentre il visibile svanisce sullo sfondo del reale


    ---------------------------------------------------------------------------










    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



















    APPENDICE
    (Brevi formule, invocazioni, frasi propiziatorie)



    • BREVI FORMULE

    [Queste formule sono talmente concise che potete ripeterle quotidianamente, selezionado naturalmente quelle che si adattano meglio a voi stessi]  


    IL MIO INTENTO E' DI NUTRIRE L'ANIMA,
    TESSERE IL MIO ABITO DI LUCE GLORIOSA CON IL SACRO FUOCO DELLO SPIRITO




    • Lascio emergere CHI SONO VERAMENTE e mi lascio ESSERE. Solo così posso assolvere al mio scopo in QUESTA vita. TUTTO PARTE DA QUI...


    • In me dimora l'irrivelata voce dell'ineffabile, la cui forza, potenza creatrice è stata plasmata nel ritmo perenne della vita dell'Universo

    • Sono consapevole che ad ogni Azione, ogni opera, ogni parola lo Spirito [Dio, il Sé, etc.] è presente come testimone e custode


    • DIVINA PRESENZA IN ME, Possa la tua saggezza guidare i miei pensieri; Possa il tuo amore dirigere le mie azioni; Possa la mia mente sfociare nel tuo immenso oceano e placare gli affanni del corpo; Possa il mio cuore (e la mia Anima) fondersi nel tuo Spirito; Possa la tua luce illuminare il mio sentiero; Avvolgimi nella tua radiosa presenza, ora e per sempre !


    • L'Universo, in tutti i suoi molteplici aspetti, sorge da me, in me tuttavia riposa e scompare senza che vi resti essere alcuno.






    • Possa la mia ANIMA FLUTTUARE liberamente come ENERGIA ALLO STATO PURO




    • Il mio occhio non vedrebbe il Sole se non fosse della stessa sostanza del Sole... Io sono un Essere Solare che irradia energia luminosa.






    -----

     PROMEMORIA BUDDHISTA

    AVENDO COMPRESO LA NATURA DI TUTTI I LEGAMI E DEI VINCOLI CONTINGENTI
    E NON BRAMANDONE PIù ALCUNO

    SPOGLIATO DALLE FORME CONTURBANTI DELL'EGO E DAI SUOI ABITI MENTALI
    LIBERO DAL DESIDERIO SMODATO , DAGLI AFFANNI E DALL'AGITAZIONE DEL CORPO

    DOTATO DI AUTODOMINIO
    SALDO NEL CARATTERE
    SUPERATA OGNI CONFUSIONE MENTALE
    AVENDO CHIARA VISIONE DEI FENOMENI
    ASTENENDOMI DAGLI ORNAMENTI E DELLA CONCUPISCENZA DEI SENSI

    CON MENTE COSI’  PRONTA, RICETTIVA, PURIFICATA, AGILE, MALLEABILE, SALDA E IMPERTURBABILE
    NON ABBRACCIO  PIU’ ALCUNA OPINIONE
    IMMUNE DA CUPIDIGIA, IRA E GELOSIA
    RISOLUTO E INTENTO AL SOMMO BENE
    AVENDO RICONOSCIUTO CHE TUTTO QUESTO MONDO E’ IRREALE
    AVENDO SPERIMENTATO LA VANITà DELLE VARIE FORME DI ESISTENZA ED ESSENDO ANDATO OLTRE AD ESSE
    HO RACCOLTO E RIORDINATO I MIEI SPARSI PENSIERI
    DISSOLTO I VELENI E PLACATO GLI AFFANNI

    CONSEGUITA LA PURA CALMA DELLO SPIRITO
    NON VI E’ PIU’ ALCUN ASTIO NEL MIO CUORE


    DISINTERESSATO, A NULLA ASPIRO
    SALDO NEI PERICOLI, INTREPIDO DI FRONTE ALLA MORTE, LIBERO DA INQUINAMENTI MENTALI
    HO COSI’ RAGGIUNTO L'OPPOSTA RIVA ... DELLA PACE IMPERITURA)

    PROCEDO LIBERO E SERENO PER LA VIA DEL CIELO




    ---------------------------------

     PROMEMORIA TAOISTA

     Come i Sommi Saggi, anch'io mi appoggio ad un pilastro che non viene mai scosso, percorro una strada che non viene mai bloccata, utilizzo un'energia che non si esaurisce mai, imparo da un maestro che non muore mai.
    Qualunque cosa io faccia o accada, accetto il mio destino e vado avanti senza confusione.
    I messaggi subliminali non condizionano la mia mente; io non mi faccio ammaliare dalla transizione dei miraggi ; non sono mosso dai meccanismi accidentali.
    Mi tengo vicino alla fonte, contemplo la sorgente, mi attengo alla semplicità del Tutto e rimango al centro dell'essenza.
    Vedo senza guardare; Conosco senza studiare; Riesco senza sforzarmi; Distinguo senza paragonare.
    Considero mille vite come un'unica evoluzione, guardo le diecimila creature con un unico Creatore; per me ogni cosa è misteriosamente la stessa cosa, niente è sbagliato, niente è giusto.
    Quando incontro delle opposizioni resto vuoto e aperto, lucido e calmo, così esse scompaiono.
    Ho energia vitale ma non la consumo; ho Spirito ma non lo avvilisco.
    Senza staccarmi o legarmi a nessuno, trascorro una vita in placida serenità.
    Utilizzo il non essere per rispondere all'essere, il vuoto per ricevere il pieno, così trovo sempre la misura. Non cerco un altro, ma me stesso.
    Stando seduto o camminando, rimango indifferente a ciò che faccio o al luogo in cui sono diretto: le mie azioni sono disinteressate, per questo sgravate da fardelli.
    La mia conoscenza è incommensurabile, la mia azione informe, la mia quiete incorporea e impalpabile.
    Quando sono presente è come se fossi assente, quando sono vivo è come se fossi morto. Posso apparire e scomparire istantaneamente.
    Mi elevo, facendo in modo che la vitalità e lo spirito si espandano in tutta la loro efficacia senza perdere il contatto con la mia Fonte.

    In tal modo Produco e Armonizzo le stagioni del mio Cuore.




    -----------------------------------

    INDUZIONE  RELAX  AUTO-IPNOTICO

    Nel profondo di me stesso so' che sono qui per un Grande Scopo; sono qui per fare qualcosa di straordinario con la mia Esistenza.
    Lascio lavorare la luce per [attraverso di] me

    Ora mi rilasso profondamente: lascio da parte tutte le preoccupazioni e accantono tutti i problemi.

    Sento crescere in me il desiderio di  lasciarmi andare al raccoglimento  interiore.
    Mi sento perfettamente calmo, in stato di assoluto riposo.
    Anche la mia mente è disponibile e accetta di lasciarsi condurre da queste sensazioni, senza opporre resistenze, senza alcun timore, mantenendosi distaccata e lasciandosi guidare dal corpo.

    Il mio respiro (calmo, regolare e naturale) unifica la mente, il corpo e lo spirito
    Il mio mondo interiore è in armonia con il mondo esterno
    Il flusso di energia vitale rivitalizza e rigenera ogni cellula del mio corpo

    Mi sono liberato da ogni tensione, lascio che il benessere si manifesti secondo le potenzialità gli sono proprie. Senza intervenire, senza nulla volere.Mi lascio cullare da questa sensazione, in uno stato di essenza di pensieri, assenza di desideri e di aspettative. La mia mente si mantiene distaccata, distesa, passiva...  Si lascia guidare dolcemente da questa calma totale, immensa, che mi fa sprofondare sempre più nel rilassamento.
    ... la mia mente si mantiene distesa, priva di tensione.

    Quando provo un particolare stato d'animo, la mente ne tiene una registrazione psico-fisiologica, così poi quando ne sento l'esigenza,  posso riprodurre di nuovo quello stato d'animo


    Quanta più attenzione metto, tanto più ottengo...
    Mi concentro sempre di più a entrare e restare in uno stato d'animo di serenità, quiete, allegria, così l'abbondanza scorrerà in tutto ciò che farò con interesse... Ogni volta che metto in pratica questo stato di abbondanza rinforzo e potenzio i percorsi neuronali.

    Più dettagli positivi noterò , più profondamente queste sensazioni si incideranno nel mio organismo.

    Lascio che una parte importante della mia mente (anima-cuore) mi nutra...
    La mia mente sta diventando più sensibile ai mutamenti interiori/esteriori
    La mente va avanti a pensare da sola e io posso lasciarmi andare...
    La mente inventerà strade creative per superare gli ostacoli, utilizzerà il suo Genio per trovare nuove soluzioni e per far sì che accada ciò che è più utile alla mia crescita.
    La mente può sintonizzarsi coi miei Piani Alti, ricorrendo ad esperienze ed informazioni salienti come un aereo che aggiusta la rotta per arrivare a destinazione.

    La Vita (l'Universo) mi sostiene.
    I Cambiamenti mi piacciono perché mi rendono più dotato, forte e coraggioso.
    Tengo le soluzioni prote, sempre a portata di mano!
    Sono circondato da un campo di energia che mi permette di ottenere con fiducia vantaggi da qualsiasi situazione; da quella consapevolezza discende la mia forza!

    Mi riempio di desiderio di riuscire, lo sento in ogni fibra del mio essere, lascio che questa sensazione positiva mi carichi d'inflessibile passione, sprigionandosi in me come inchiostro su su un foglio di carta assorbente.

    Esco dal mio vecchio io ed entro nel mio io ideale, come se indossassi un vestito nuovo...
    Mi vedo come una persona piena di risorse.

    Richiamando alla memoria i ricordi felici, Rilascio endorfine (sostanze oppiacee di benessere) ... Guardo attraverso gli occhi di quel momento, sento attraverso i sensi di quei magnifici istanti, riprovo le stesse sensazioni di gioia e benessere.

    Ogni giorno creerò a livello mentale e fisico condizioni ricche di risorse (amore, fiducia, entusiasmo, umorismo, abbondanza)

    Mi diverto ad esplorare il mio mondo ideale e a ripercorrere mentalmente il mio giorno ideale.

    Ora lascio libera la mente inconscia di cercare e di riportare alla memoria momenti nei quali mi sono sentito importante, ispirato, valoroso, intuitivo... Mi identifico con questi momenti, comprendendo come ho fatto a sentirmi così... Questi momenti d'ora in poi si ripeteranno sempre più spesso, ogni giorno, si verificheranno in automatico, mi riusciranno con naturalezza, sempre più intensamente.


    Lascio il mondo alle mie spalle  / Vengo trasportato/cullato tra le braccia della natura / Lascio che l'Universo si occupi di me


    -----------------------------------------------------


    VOCABOLARIO TRASFORMAZIONALE
    Elenco di parole psico-emotivamente potenzianti. Tenendo conto che nell'arco di 24 ore la mente elicita all'incirca 70.000 messaggeri interiori (pensieri), per cui fa in modo che essi siano forieri di buone novelle!

    ALLENTO LA PRESA (Non c'è nulla da difendere)

    (Scintilla d') ENERGIA STELLARE
    RISATA COSMICA
    SOLE INTERIORE SPLENDENTE (irradiante raggi di chiara luce bianca)
    CIELO INTERIORE = REGNO CELESTE
    RIPRISTINO COERENZA INTERNA
    (Sintonizzo) BIO-FOTONI (particelle di luce)
    ALLINEAMENTEO / SUPREMA ARMONIA
    LEGGEREZZA /  CHIAREZZA / Semplicità spontanea / GRAZIA
    Quieta letizia / Perfetto Agio
    Grande Compassione
    DISINCANTO / Scoloratezza
    SIA QUEL CHE SIA

    Spettatore Attivo / Osservatore Distaccato

    IO SONO L'INCREATO, INCONDIZIONATO, INTANGIBILE, INDIFFERENZIATO, SENZA FORMA, IMPERSONALE

    IDEE IN AZIONE

    BAGNO BEATITUDINE OCEANICA
    VUOTA LUMINOSITA'
    FOLGORE
    "SONO ARRIVATO, SONO A CASA, DIMORO NELL'ETERNITA'"

    -----


    AFFERMAZIONI SULLA LIBERTA' SPIRITUALE  E LA CRESCITA INTERIORE:
    •  

    •  Io sono un'onda all'interno della struttura del Cosmo: L'essenza del mio essere è la realtà ultima, la radice e il sostegno dell'Universo; la fonte di tutto quello che esiste 
    •  
    • IO SONO UNO SPIRITO LIBERO... LA MIA VITA NON HA MAI AVUTO INIZIO E NON AVRA' MAI FINE... IO MERITO LA COMPAGNIA DEGLI SPRITI LIBERI "COMPASSIONEVOLI" DELL'UNIVERSO... VIVO NELLA CHIARA LUCE DELLA FELICITA', DELLA CONOSCENZA E DELL'AMORE ETERNO SENZA CONDIZIONI
    •  
    • Riscopro il mio vero "io" illimitato attraverso lo specchio delle relazioni: Io vedo gli altri in me stesso e me stesso negli occhi altrui 
    •  
    • Domino le turbolenze emozionali: Sono emozionalmente libero 

    • Ogni giorno celebro la danza del Cosmo: Do alla luce la Dea e il Dio che albergano nel mio Cuore! Essi esprimono tutte le loro qualità divine attraverso di me

    •  IO SONO UN ESSERE DIVINO, AUTORIZZO ME STESSO AD ACCETTARE L'ABBONDANZA, LA RICCHEZZA E LA SALUTE CHE MERITO... LASCIO SCORRERE LIBERAMENTE L'ENERGIA VITALE IN TUTTE LE CELLULE DEL MIO CORPO...IO PROGRAMMO ME STESSO A RISOLVERE POSITIVAMENTE TUTTI I MIEI PROBLEMI

    • Io domino il mio dialogo interiore: il dialogo interiore riflette il fuoco della mia anima

    •  IO HO IL CORAGGIO DI CONOSCERE ME STESSO... CHI CONOSCE SE STESSO CONOSCE L'UNIVERSO... IO ASCOLTO CON ATTENZIONE ME STESSO E GLI ALTRI... MI LASCIO GUIDARE DAL MIO INTUITO NATURALE
    •  
    • Attraverso le mie autentiche Intenzioni manifesto la rete dell'Universo: le mie Intenzioni hanno un infinito potere creativo
    •  
    • Inizio a comprendere la trama di Coincidenze dell'Universo: Sto attento a tutte le coincidenze della mia vita; esse rappresentano dei messaggi di Dio. Attraverso questi messaggi io fluttuo sincronicamente alla Danza Cosmica
    •  
    • IO CONOSCO E RISPETTO IL POTERE DELLE PAROLE E DELLE VIBRAZIONI SONORE. VOGLIO ESPRIMERE LIBERAMENTE I MIEI PENSIERI E LE MIE EMOZIONI: LIBERTA', AMORE, ARMONIA, PACE, SAGGEZZA, CONDIVISIONE, GIOIA INFINITA
    •  
    •  IO RESPIRO CONSAPEVOLMENTE, ASSORBO CON AMORE L'ENERGIA DELL'UNIVERSO... IO SCELGO DI ESSERE ONESTO E SINCERO CON ME STESSO... IL CASO NON ESISTE.. OGNI PERSONA CHE INCONTRO HA UN MESSAGGIO PER ME... MANDO IL MIO AMORE E LA MIA BUONA ENERGIA A TUTTI GLI ESSERE VIVENTI DEL PIANETA TERRA

    •   
    • Il mio compito è congiungermi con la parte più alta di me stesso (Sé, Coscienza, Chiara Luce, Spirito, etc...), cioè traslarla nell'io ordinario, giorno dopo giorno,  partendo dalla contemplazione delle piccole cose
    •  
    • Possa il Fulgore Supremo illuminare la mia coscienza col suo splendore divino 

    •  
    • POSSANO TUTTI GLI ESSERI SENZIENTI ESSRE FELICI, LIBERI DALLA SOFFERENZA E DIMORARE NELLA SERENITA'
    • Con il merito che proviene da tutti i miei atti di bene, voglio lenire la sofferenza delle altre creature... La mia vita, con tutte le mie rinascite, i miei possessi, i meriti che ho acquisito o che acquisirò, tutto questo io lascio senza volerne trarre guadagno per me stesso, perché ne sia favorita la salvezza di tutti gli esseri.

    • Voglio ispirare le persone a scavalcare la loro educazione, il loro passato, la loro cultura, i loro dogmi, per diventare residenti del mondo invece di continuare a stare nella casta del gretto nazionalismo o nella cerchia dell'aristocrazia della falsità... 
    •  Voglio fare la differenza in questo mondo, voglio avere un'influenza positiva su molte vite, donando la mia conoscenza ed esperienza a chi vuole o può accoglierla...
      Voglio continuare a creare e a ispirare me stesso e gli altri, ogni anno. Finché vivrò voglio portare avanti il mio ruolo di promotore nell'incoraggiare le persone a diventare più grandi di ciò che pensano di poter essere...
    •  
    • IO SONO IL CENTRO DI TUTTO !!
      Mi allineo al MIO tempo, ai MIEI ritmi, ai MIEI spazi, al MIO ambiente, ai MIEI valori, ai MIEI obiettivi, al MIO scopo, al MIO intento, ai MIEI sogni, alla MIA creatività, alla MIA serenità, alla MIa semplicità, al MIO mondo, a ciò che Amo !  
      MI ALLINEO SIA AL  CUORE SIA ALLA MENTE!  
      Resto centrato, stabile, equilibrato... Solo così potrò vivere in armonia con l'Essenza del mio Essere!
       



    AFFERMAZIONI SULL'AMORE E LA PACE INTERIORE: 

    • Decido di vedere l'unità della pace e dell'amore anziché i frammenti della paura e dell'odio.
    •  
    • Lo scopo della mia vita è quello di dare e ricevere amore, facendo del mio meglio per rendere il mondo più felice e gioioso, con la consapevolezza che ogni giorno posso fare la differenza per me e per gli altri.
    • Adesso invio Amore con tutta la mia mente, con tutto il mio cuore, con tutta la mia anima e con tutta la mia forza, perché possa abbracciare il mondo intero. 
    • Il mio amore e la mia passione sono contagiosi! Trasmetto energia positiva a chi mi circonda! Trasferirò il mio entusiasmo a queste persone e sarò lo strumento per il loro cambiamento!
    • La solitudine è una menzogna poichè io e l'Universo con tutte le sue Creature viviamo di medesima vita e l'Amore che costantemente ricevo voglio condividerlo in maniera da annullare le interferenze negative che si oppongono alla felicità che ci appartiene da sempre. 
    • Faccio del mio meglio per trasformare i pensieri positivi in azioni d'amore, per essere paziente con chi non mi capisce. Sono fortemente determinato a trasformare la negatività in positività, ad affrontare con amore le persone che cercano di ingannarmi e a vedere la bontà in tutti a prescindere dal loro comportamento 
    • Ogni giorno, in ogni modo, lascio che l'Amore cresca e si espanda dentro di me  --> Sento Amore in ogni cellula e atomo del mio essere  ->  Con ogni mio respiro assorbo sempre più Amore  --> L'Amore dentro di me rilascia un potere infinito  --> Mi apro completamente all'esperienza dell'Amore -> Lascio che l'Amore sia la mia guida




    -------


    AFFERMAZIONI SULLA CREATIVITA' E LA PROSPERITA'

    • La mia disposizione mentale è importante perché essa trasforma il cervello in un'elettro-calamita che attira le cose corrispondenti alla qualità dei miei pensieri, scopi e obiettivi dominanti.
    • Qualsiasi cosa mi accada è la migliore che possa capitarmi
    • Faccio tutto con facilità, scioltezza e disinvoltura
    • Ogni nuova conoscenza acquisita è un salto di qualità, perciò le tutte le mie esperienza rappresentano delle preziose lezioni di vita, utili all'espansione della mia consapevolezza
    • Padroneggio il mio potere creativo e conosco gli strumenti della creazione: immagini, emozioni, pensieri, parole e azioni... Li uso con consapevolezza, responsabilità e onestà, per rispondere al desiderio del mio cuore e al servizio del bene comune

    • Le mie idee sono energia che risuona e che mi elargisce la facoltà di dominare/sviluppare altre idee, altra salute, altro benessere.

      Mi godo la Bellezza irripetibile di ogni istante.

      Mi accerto che gli obiettivi siano in armonia con me stesso, così saranno più facili da raggiungere
      Grandi ricchezze mi inondano naturalmente, senza sforzo.
       
    • Il mio corpo è il tempio della mia anima. Io decido di mantenere questo tempio in ottime condizioni, forte, pulito e maestoso
       
    • La mia mente è potentissima: essa è in grado di immaginare, fantasticare, ambire, desiderare, entusiasmarsi e produrre autonomamente qualsiasi nuova idea creativa sul mio passato, presente e futuro.
    • I miei pensieri modificano le mie reti neurali -->  Qualunque idea cullata,coltivata e sviluppata dalla mente umana non perde tempo a rivestirsi della forma fisica più appropriata che sia disponibile ---> Ogni pensiero genera un proprio percorso emotivo, come un treno a vapore che viaggiando produce getti e nuvole di vapore, il proprio trenino mentale genera getti e nuvole di emozioni. -- >  La realtà che vivo è l'effetto dell'interazione tra le proiezioni invisibili dei miei pensieri con la trama invisibile della realtà circostante  -> Rinforzando le mie reti neurali con pensieri di vitalità, armonia e salute miglioro la mia identità e la qualità della mia vita.
    •  
    • I pensieri sono magnetici e sono dotati di frequenza. Mentre penso, i miei pensieri vengono proiettati nell'Universo e attraggono magneticamente tutte le cose simili che si trovano sulla medesima frequenza. Tutto quello che viene emesso fa ritorno alla sorgente. E quella sorgente sono IO.
    •  
    • Imparo a riconoscere e ad abbandonare il seme del pensiero negativo, evitando così la creazione di atteggiamenti nefasti
    •  
    • Io imprimo forza ai miei pensieri e impeto alle mie azioni, sviluppando la saggezza e la determinazione per vivere bene con me stesso e gli altri
    •  
    • Sono l'immagine vivente della prosperità e la ricchezza fluisce liberamente nella mia vita

    • Secondo il principio dell'immaginazione creativa ogni idea ha la tendenza a materializzarsi nella realtà: Io accetto questo principio e scelgo di manifestare idee intuitive e motivanti.
    • Tutti i miei comportamenti sono prodotti da un'intenzione positiva, quindi porterò a termine rapidamente e senza sforzo ogni mia attività. In questo modo so che posso avere un atteggiamento più sereno e rilassato. Sento che non devo più assillare me stesso o gli altri per le azioni che vengono compiute. 
    • Il mio corpo guarisce naturalmente e in fretta -> * Il mio corpo è flessibile e i miei pensieri sono duttili


    • Considero le brutte esperienze del passato come se fossero fotogrammi di un vecchio film in bianco e nero, da lasciare là dove sono perché è inutile continuare a rivedere lo stesso film quando posso produrne di nuovi, più belli, colorati, felici e utili per il mio presente e il mio futuro.

    • Ogni momento che passa, divento sempre più forte, più felice e più sano
    • Il mio corpo è formato da trilioni di cellule, ognuna delle quali produce migliaia di sostanze chimiche. Tra queste vi sono anche i neuropeptidi, proteine che veicolano quelle che vivo come emozioni. I neuropeptidi possono essere associati alla felicità oppure alla tristezza. Io scelgo di produrre i neuropeptidi del benessere, dell'entusiasmo e dell'estasi della gioia!

    ----------

    FRASI MEDITATIVE
    Il seguente rituale consiste nel ripetere delle parola durante l'inspirazione e l'espirazione. Ad es. mentre inspiro penso alla parola "beatitudine" e mentre espiro penso alla parola "sublime".




    • Inspirando [pensa] io sono solare e sereno , espirando (pensa) io risplendo in ogni direzione  [solare, risplendo]


    • Inspirando calmo il mio corpo, espirando sorrido  [calmo, sorrido]
     
         •    ins. dimoro nel momento presente , esp. so che è meraviglioso   [presente, meraviglioso]
        •  
        •    ins. sono sereno e solare , esp. risplendo in ogni direzione [sereno e solare, risplendo]
        •  
        •    ins. il mio cuore è in pace, esp. nasce il sorriso sulle mie labbra  [cuore in pace, sorriso]
        •  
        •    ins. realizzo l'unione di mente e corpo, esp. resto in contatto col momento presente [unione mente corpo, presenza]
        •  
        •    ins. sono luce, esp. sono amore [luce, amore]
        •   
        •   

ins. sono consapevole del mio corpo, esp. comprendo l'impermanenza del mio corpo  [corpo, impermanente]




        •    ins. sono consapevole della mia anima, esp. comprendo l'eternità della mia anima [anima, eterna]




        •    ins. mi vedo come spirito, esp. mi sento libero [spirito, libero]




        •    ins. mi vedo come un bambino, esp. sorrido [bambino, sorrido]




        •    ins. mi vedo come uno specchio d'acqua , esp. rifletto tutto ciò che è [specchio d'acqua , rifletto]




        •    ins. tutto è stupendo, esp. tutto è meraviglioso  [stupendo, meraviglioso]




        •    ins. vivo in uno stato di beatitudine, esp. contemplo la mia bellezza [beatitudine, bellezza]




        •    ins. vivo senza confini, esp. mi sento leggero [senza confini, leggero]




        •    inspiro chiarezza mentale, espiro rilassamento e distensione muscolare [chiarezza mentale, rilassamento]




        •    ins. mi rifugio dentro me stesso, esp. mi sento al sicuro [rifugio, sicuro]




        •    ins. mi sento a casa, esp. sono arrivato [sono a casa, sono arrivato]




        •    inspirando sono libero, espirando abito lo spazio sconfinato [libero, sconfinato]



       •    
inspirando provo la gioia di essere vivo   , espirando lascio andare le tensioni dal mio corpo/mente [ gioisco , lascio andare]



    •    inspirando Mente e corpo dimorano totalmente nel qui e ora,  espirando il mio corpo è calmo, in pace, pienamente ancorato nella presenza mentale e libero dalla distrazione [ dimoro nel qui ed ora,  corpo calmo ]


        •    
inspirando, vedo il mio cuore come un fiore, espirando lascio che il mio cuore si apra come un fiore [cuore fiorito, sboccia]



        •    
Inspirando, torno a me stesso... Espirando, prendo rifugio nella mia isola ...   [ritorno, la mia isola ]



        •    
ins. il mio respiro si fa lento, esp. il mio respiro si fa profondo [lento, profondo]





    --------

    MANTRA


    • Om mani padme hum


    • Om Namah Shivaya


    • Om tare tuttare ture swaha


    • Om gam ganapataye namaha sharanam ganesha

    • Om Ah Hum Vajra Guru Padma Siddhi Hum


    • Aum Bhur Bhuvah Swah, Tat Savitur Varenyam Bhargo Devasya Dhimahi, Dhiyo Yo Nah Prachodayat



    ---- ---------------------------------------------


    INVOCAZIONI  E  INNI  SACRI

    Questi testi non vanno presi né troppo seriamente e neppure troppo alla leggera. La loro precipua funzione è quella di infondere in voi  una maggior cognizione della sacralità cosmica, commutando i vostri stati d'animo verso una rinnovata sublimazione.
    Stabilite una cadenza in base alle vostre disponibilità: selezionate gli inni per voi più significativi e leggeteli un paio di volte alla settimana,  quattro volte al mese, o addirittura ogni giorno.
    A voi la scelta.
    Impostare tale lettura come rituale settimanale o mensile serve  a stimolare in voi un continuo senso di contemplazione... Dopo qualche mese ne farete benissimo a meno poiché avrete acquisito l'abitudine di riconsiderare le svariate sfaccettature del Sacro Divenire.







    LA GRANDE AFFERMAZIONE UNIVERSALE (di Stefano Senni)
    (ex Grande Invocazione di Alice Bailey)


    DALLA MENTE UNIVERSALE LA LUCE AFFLUISCE NELLA MENTE DEGLI ESSERI UMANI, QUI E ORA

    DAL CUORE UNIVERSALE L’AMORE AFFLUISCE NEL CUORE DEGLI ESSERI UMANI, QUI E ORA

    DALLA FORZA UNIVERSALE LA POTENZA AFFLUISCE NEGLI ESSERI UMANI, QUI E ORA

    QUI E ORA, IL GENERE UMANO MANIFESTA L’AMORE, LA LUCE E LA FORZA UNIVERSALE

    QUI E ORA, LUCE AMORE E POTENZA SONO  MANIFESTI SULLA TERRA

    COSI’ SIA, COSI’ E’ E COSI’ SARÀ



    N.B. 
    In questo Nuovo Tempo la forma sta perdendo la sua importanza in favore della sostanza. 
    Ciò che ci viene chiesto è di non attaccarci alle parole, ma entrate nell'essenza, nella vibrazione, di questa affermazione.
    Oggi l'energia principale non sta più nel simbolo esteriore della parola, ma sta nell'espressione dell'Essere.
    I Maestri amano che esprimiate l'Essenza con le vostre parole, con la vostra maestria creativa. 
    Non c'è in realtà una parola giusta o sbagliata, attraversate il "cancello" che quest'affermazione aprirà per voi ed esprimete il vostro Sé più alto.. a beneficio di tutti gli Esseri viventi.
    Namastè


    ------------------


    INNO GENERICO:

    Signore, voglio liberarmi dai  lacci della materia, per percorrere  i Tuoi Spazi infiniti, il Tuo Mondo Spirituale.  Voglio andare oltre il mondo concreto, materiale,  per saturarmi di eternità!  
    Svelami Angelo , tutti i Segreti  racchiusi nella Tua Divina profondità,  perché io possa trasmetterli alla Società  dei miei fratelli Umani.  
    Illumina, Signore, i miei centri di percezione  spirituale, perché io possa rivelare  e mostrare ai miei fratelli i tesori  nascosti, addormentati nelle profondità  del mio e del loro essere.  E a quel punto, concedimi la grazia di portare  a buon fine la mia esistenza, perché la mia riuscita  sarà anche la Tua e quella del Creatore e  Signore dell’Universo, per il sommo  Bene di tutti.    
    Essenza Angelica: Percezione rivelatrice  Con l’apparecchio fotografico istantaneo divino,  ho preso il negativo dei miei diversi corpi.  L’immagine appare a poco a poco: che cosa  mi rivelerà?  Attraverso un procedimento magico,  essa fa risaltare brillanti le mie qualità,  e fa apparire in rosso i difetti.  Con il tuo aiuto, Signore,  scopro la mia attuale personalità.  Noto insospettati doni scintillanti  e difetti profondamente nascosti.  Ora so come agire,  fisicamente, emozionalmente e mentalmente,  per cancellare tutto quel rosso e far sì  che le mie prossime foto brillino d’amore e di qualità.  Voglio che il mio riflesso sia luminoso, Signore,  perché serva da specchio nel futuro palazzo  dell’Età dell’Oro.  
    Voglio essere Fuoco del Tuo Fuoco,  Luce della Tua Luce.
    Riempi della tua essenza il mio serbatoio interiore,  affinché la tua energia sia il mio propellente. Pianta in me il tuo Seme Divino, perché io sia il vettore della tua potente volontà d’amore. Infondi in me, ogni giorno l’audacia di spingere la mia intelligenza sempre oltre! Signore, libera la mia memoria (inconscia e cosciente) da tutti gli elementi inquinanti. Allontana dai miei sogni le immagini spaventose, mostruose o libidinose, e fà che le mie visioni abbiano un senso




    ----------- -----------






    INVOCAZIONI ANTICO  EGITTO








    Conosco i nomi segreti... Io sono la grande parola animatrice della materia, il Verbo Creatore !
    I miei pensieri sono gli incantesimi emanati dalla mia anima.

    Che io Possa vedere le creature non con gli occhi fisici, ma con le energie spirituali che scendono dall'alto. Possa regnare Armonia nel cielo e nella terra, nella matrice e fuori da essa, nell'infinito Spazio circostante.


    Oh Padre / Madre Celeste, Armonia e Numero di tutti gli ordini, conservatemi, guidatemi, proteggetemi e siatemi propizi.


    Ecco, mi sono appropriato di questa potenza magica in ogni luogo in cui si trova

    Viaggiando nel cielo (al cospetto degli astri) , mi sono nutrito dello spirito degli antichi Dei, ho bevuto il nettare vitale, ho acquisito le potenze spirituali


    Mescolandomi agli Dei non vi è più alcuna differenza tra me e loro. Il mio corpo è quello di Phat  [il Creatore]  per l'eternità.


    Nessun membro in me è privo di Dio;  Thot è la protezione di tutte le mie membra. 
    Né uomini, né Dei, né demoni potrebbero impadronirsi di me.
    Che le protezioni degli Dei si estendano al mio corpo, alla mia casa, alla mia vita. 
    Che io abbia accesso al territorio sacro.
    Che io faccia ciò che mi piace nei due mondi. 
    Che il mio cuore sia rigenerato.
    Che il mio spirito sia purificato e sublimato.. Che soffi in me lo Spirito dall'alto [Spirito dammi ciò che vuoi, fa ciò che vuoi, nel modo che vuoi] 

    Io sono Ra di ogni nuovo giorno... 
    Grazie al Grande Sole Assoluto, tramuto la morte (notte/tenebre) in vita (giorno/luce).

    Le porte del cielo sono spalancate, le porte del tempio sono disserrate, la casa è aperta al Padrone: possa egli uscire quando vuole uscire ed entrare quando vuole entrare !


    Principe del cielo, ristora il mio cuore con la tua acqua corrente !
    Fa che io possa avere potere sull'acqua ( e sul fuoco)... Dammi l'acqua (e il fuoco) primordiale, che esisteva prima degli dei, poiché io sono venuto all'esistenza il primo giorno!


    Vieni a me tu che sei l'Acqua/il Fuoco del rinnovamento !
    Possa tu ristorare ogni giorno il mio cuore con Acqua fresca beatitudine e Fuoco di vibrante passione!
    Possa tu concedere che io abbia la potenza dell'Acqua e del Fuoco !


    --------


     


    SALMO 91
    Tenendo conto della funzione apotropaica di questo salmo, si consiglia di recitarlo  prevalentemente nei casi in cui si volesse allontanare la presenza di forze oscure o di energia sgradevoli che contaminano l'ambiente in cui ci troviamo. Ad ogni modo può essere recitato anche in condizioni di assoluta normalità, per invocare semplicemente una protezione dall'alto...


    1  Chi dimora nel riparo dell'Altissimo, riposa all'ombra dell'Onnipotente.
    2  dico all'Eterno: "Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio DIO, in cui confido".
    3  Certo egli ti libererà dal laccio dell'uccellatore e dalla peste mortifera.
    4  Egli ti coprirà con le sue penne e sotto le sue ali troverai rifugio; la sua fedeltà ti sarà scudo e corazza.
    5  Tu non temerai lo spavento notturno, né la freccia che vola di giorno,
    6  né la peste che vaga nelle tenebre, né lo sterminio che imperversa a mezzodì.
    7  Mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra, ma a te non si accosterà.
    8  Basta che tu osservi con gli occhi; e vedrai la retribuzione degli empi.
    9  Poiché tu hai detto: "O Eterno, tu sei il mio rifugio", e hai fatto dell'Altissimo il tuo riparo,
    10  non ti accadrà alcun male, né piaga alcuna si accosterà alla tua tenda.
    11  Poiché egli comanderà ai suoi Angeli di custodirti in tutte le tue vie.
    12  Essi ti porteranno nelle loro mani, perché il tuo piede non inciampi in alcuna pietra.
    13  Tu camminerai sul leone e sull'aspide, calpesterai il leoncello e il dragone.
    14  Poiché egli ha riposto in me il suo amore io lo libererò e lo leverò in alto al sicuro perché conosce il mio nome.
    15  Egli mi invocherà e io gli risponderò; sarò con lui nell'avversità; lo libererò e lo glorificherò.
    16  Lo sazierò di lunga vita e gli farò vedere la mia salvezza.



    SALMO 91 (in latino 90)

    1 Qui habitat in protectione Altissimi, sub umbra Omnipotentis commorabitur. 
    2 Dicet Domino: “ Refugium meum et fortitudo mea, Deus meus, sperabo in eum ”. 
    3 Quoniam ipse liberabit te de laqueo venantium et a verbo maligno. 
    4 Alis suis obumbrabit tibi, et sub pennas eius confugies; scutum et lorica veritas eius. 
    5 Non timebis a timore nocturno, a sagitta volante in die,  
    6 a peste perambulante in tenebris, ab exterminio vastante in meridie. 
    7 Cadent a latere tuo mille et decem milia a dextris tuis; ad te autem non appropinquabit. 
    8 Verumtamen oculis tuis considerabis et retributionem peccatorum videbis. 
    9 Quoniam tu es, Domine, refugium meum. Altissimum posuisti habitaculum tuum. 
    10 Non accedet ad te malum, et flagellum non appropinquabit tabernaculo tuo, 
    11 quoniam angelis suis mandabit de te, ut custodiant te in omnibus viis tuis. 
    12 In manibus portabunt te, ne forte offendas ad lapidem pedem tuum. 
    13 Super aspidem et basiliscum ambulabis et conculcabis leonem et draconem. 
    14 Quoniam mihi adhaesit, liberabo eum; suscipiam eum, quoniam cognovit nomen meum. 
    15 Clamabit ad me, et ego exaudiam eum; cum ipso sum in tribulatione; eripiam eum et glorificabo eum. 
    16 Longitudine dierum replebo eum et ostendam illi salutare meum.
     


    SALMO in ebraico

    91:1 yoshêbh besêther `elyon betsêl shadday yithlonân
    91:2 'omarlayhvh(adonai) machsiy umetsudhâthiy 'elohay 'ebhthach-bo
    91:3 kiy hu' yatsiyl(k)hamippach yâqush middebher havvoth
    91:4 be'ebhrâtho yâsekh lâkh vetha(c)hath-kenâphâyv techseh tsinnâh vesochêrâh 'amitto
    91:5 lo'-thiyrâ' mippachadhlâyelâh mêchêts yâ`uph yomâm
    91:6 middebher bâ'ophel yahalokh miqqethebh yâshudh tsohorâyim
    91:7 yippol mitsiddekha 'eleph urebhâbhâh miymiynekha' êleykha lo' yiggâsh
    91:8 raq be`êyneykha thabbiyth veshillumath reshâ`iymtir'eh
    91:9 kiy-'attâh Adonay machsiy `elyon samtâ me`onekha
    91:10 lo'-the'unneh 'êleykha râ`âh venegha` lo'-yiqrabh be'oholekha
    91:11 kiymal'âkhâyv yetsavveh-lâkh lishmârkha bekhol-derâkheykha
    91:12 `al-kappayim yisâ'unekha pen-tiggoph bâ'ebhen raghlekha
    91:13 `al-shachalvâphethen tidhrokh tirmos kephiyr vethanniyn
    91:14 kiy bhiy châshaqva'aphallethêhu 'asaggebhêhu kiy-yâdha` shemiy
    91:15 yiqrâ'êniyve'e`enêhu `immo-'ânokhiy bhetsârâh 'achalletsêhu va'akhabbedhêhu
    91:16 'orekh yâmiym 'asbiy`êhu ve'ar'êhu biyshu`âthiy




    ---------------------


    Invocazione ad AGNI
    Portami, o Agni, alla ricchezza per la strada giusta... risparmiami l'errore che mi fa smarrire; risparmiami le malattie. Proteggimi sempre con i tuoi custodi instancabili. Non mi lasciare in balia del malvagio, del distruttore, del mentitore, né in preda alla sfortuna






    Inno orfico a Hermes 
    Ascoltami, Hermes,  messaggero di Zeus, figlio di Maia     dal cuore indomabile. Ascoltami,     giudice nelle gare, signore dei mortali,     benevolo, scaltro, messaggero dall’agile passo     e dai calzari alati, amico degli uomini,     araldo per i mortali.     Ascoltami, tu     che gioisci degli esercizi ginnici e dei sottili inganni;     tu che porti i serpenti e rechi ogni annuncio e proteggi i guadagni;     tu, liberatore dall’angoscia,     che hai nelle mani le armi irreprensibili della pace.     Ascoltami, dio del Corico,     beato, provvido, eloquente,     aiuto nelle opere,     amico dei mortali nelle necessità:     tu, arma terribile e veneranda per gli uomini,     ascolta la mia supplica e concedimi in sorte     un alto compimento della vita     nelle azioni, nelle grazie del discorso e nel ricordo.




    -----

    IMMAGINARIO SACRIFICIO TIBETANO BUDDHISMO-CHOD:

    Per periodi di tempo incommensurabili , nel corso di esistenze ripetute, ho io preso in prestito da esseri innumerevoli - a scapito del loro benessere e della loro vita - il mio nutrimento, il mio vestiario e ogni sorta di favori per mantenere il mio corpo in salute, nella gioia e per difenderlo contro la morte.
    Oggi pago i miei debiti, offrendo, perché venga distrutto, questo corpo che ho tanto amato e vezzeggiato.
    Do la mia carne a chi ha fame, il mio sangue a chi arde di sete, la mia pelle per coprire gli ignudi, le mie ossa per rianimare i morenti...
    Vergogna a me se indietreggio davanti a questo sacrificio. Vergogna a voi tutti se non osate accettarlo
    [Dopo di che - immaginandomi nel silenzio come un mucchietto di cenere in mezzo al fango- devo comprendere che il sacrificio non è stato che un'illusione nata dall'orgoglio, poiché non ho niente da dare perché io sono niente]


    ----


    Inno Di Nemesi      
    O Nemesi, ti celebro, dea, somma regina,     tutto vedi, osservando la vita dei mortali dalle molti stirpi;     eterna, augusta, che sola ti rallegri di ciò che è giusto,     che muti il discorso molto vario, sempre incerto,     che temono tutti i mortali che mettono il giogo al collo:     perché a te sempre sta a cuore il pensiero di tutti, né ti sfugge     l’anima che si inorgoglisce con impulso indiscriminato di parole.     Tutto vedi e tutto ascolti, tutto decidi;     in te sono i giudizi dei mortali, testimone supremo.     Vieni, beata, santa, agli iniziati sempre soccorritrice:     concedi di avere una buona capacità di riflettere, ponendo fine     agli odiosi pensieri empi, arroganti, incostanti.



    Inno all'Etere
    O tu che hai l’eccelsa forza per sempre indistruttibile di Zeus, parte degli astri, del Sole e della Luna, che tutto domi, spirante fuoco, scintilla per tutti i viventi, Etere che splendi in alto, elemento ottimo del cosmo, o germoglio splendente, apportatore di luce, rilucente di stelle, invocando ti supplico di essere temperato e sereno.




    Inno al sole
    Ascolta, beato, tu che hai l’eterno occhio che tutto vede, Titano di luce d’oro, Iperione, luce del cielo, da te stesso generato, instancabile, dolce vista dei viventi, a destra genitore dell’aurora, a sinistra della notte, che temperi le stagioni, danzando con piedi di quadrupede, buon corridore, sibilante, fiammeggiante, splendente, auriga, che dirigi il cammino con i giri del rombo infinito, per i pii guida di cose belle, violento con gli empi, dalla lira d’oro, che trascini la corsa armoniosa del cosmo, che indichi le azioni buone, fanciullo che nutri le stagioni, signore del cosmo, suonatore di siringa, dalla corsa di fuoco, ti volgi in cerchio, portatore di luce, dalle forme cangianti, portatore di vita, fecondo Padre, sempre giovane, incontaminato, padre del tempo, Signore immortale, sereno, luminoso per tutti, del cosmo l’occhio che tutto circonda, che ti spegni e ti accendi di bei raggi splendenti, indicatore di rettitudine, che ami i rivi, padrone del cormo, custode della lealtà, sempre supremo, per tutti d’aiuto, occhio di rettitudine, luce di vita; o tu che spingi i cavalli, che con la sferza sonora guidi la quadriga: ascolta le parole, e agli iniziati mostra la via soave.

    O Sole, radiante Iddio.   Padre nostro, Tu che crei le forma e dai con l’ombra rilievo alle cose visibili nell’onda del  Tuo splendore eterno, illumina della Tua Luce Divina me [Nome e Numero] che puro di  mente e di cuore, cerco in questa pratica le leggi per assurgere alla potestà dei Numi; fa che  io intenda, dammi l’umiltà per sapermi ignorante e la virtù di prescindere dalla sorda  sensitività della vita terrena, affinché la voce della Bestia non mi seduca, e senta l’alito del  Tuo spirito fecondo.  O Sole, Tu che spazzi le tenebre della Gran Notte dei fantasmi passionali, degli spettri delle  concupiscenze più sfrenate, delle superbe creazioni dell’orgoglio umano, di me  illumina l’ignoranza, io che mondo dai fremiti delle voluttà delle cose temporanee  ho sete di verità eterne.      O Sole, sfolgorante Iddio.  Tu che solo ai ciechi nascondi la Tua Luce, non negare il Tuo raggio e la Tua provvidenza a  me   che cerco la verità, e fa che i tuoi messaggeri di Luce, Angeli alati mi convertano all’intelligenza della verità delle cose visibili.  Sole dei Soli, Occhio di Fuoco, di cui ogni raggio è un Sole, Tu sei la Forza che muove i  mondi.  Sole di Fuoco, Tu in alto nell’orbita immensa dell’universo, sei come in basso, la vita  vittoriosa del lupo sul debole agnello, del leone sul lupo, del vento sulla vela della nave,  della nave sull’onda del mare, dei volanti sull’aria e sul vento, della terra sul seme,  dell’anguilla sulla melma.  La Tua forza è creatrice e distruttrice, Tu trasformi il ferro in acqua di fuoco, Tu il fuoco  trasformi in pietra.  Tu vinci, Tu sei la vittoria perpetua della potenza e della vita.  Il Tuo alito mi dia la vittoria nel passare attraverso gli ostacoli della vita, di abbatterli e di  demolirli e di ridurli in cenere, come l’uragano e la tempesta vince e piega il tenue gambo  dell’erba velenosa.  La Tua mano mi conceda il potere di resistere nella lotta contro il male, contro lo spirito  cattivo che prende le sembianze della creatura umana, del figlio della femmina adultera, del  serpente mortale col suo morso dolcissimo.  Dammi la più potente delle Tue faville roventi, perché nulla mi seduca che tu non voglia,  annulla l’incertezza nelle decisioni che mi salvano, e fammi come la Tua favilla: incendio di  forza viva e vera per la conquista della Tua Luce.  Forza e fonte di ogni forza, Sole dei Soli, dammi la perseveranza del Tuo potente calore,  perché nell’eterno succedersi delle vite io sia il dominatore delle passioni, il dominatore  della illudente incatenazione alla vita senza vita.  O Sole, se tu volessi oscureresti il mondo e la valle della morte sarebbe eterna, ma fa che il  mio spirito conosca le sette stelle del grande albero maestro, e da esso io mangi e tragga  frutto sapiente 



    ----



    Inno a Gea
    Riconosco l’essenza dell’unica Dea, generatrice di tutte le esistenze; le sue forme sono infinite, Ella manifesta se stessa nel nostro amore e tutti noi siamo suoi amanti. Tratto tutti gli esseri con rispetto, poiché la Dea vive in ognuno di essi tanto quanto in me. Tollero tutte le altre religioni e non costringo nessuno ad unirsi al Cerchio della Dea; la Dea stessa provvede a chiamare coloro che sono pronti ed essi sentiranno il Suo richiamo. Esprimo la mia adorazione alla Dea ristabilendo l’equilibrio sul suo pianeta. Mangio principalmente cereali, verdura e frutta, dimodochè il cibo sul pianeta sia sufficiente per tutti; ogniqualvolta mi nutro rivolgo un ringraziamento alla Dea, fornitrice di tutte le energie; non rifiuto di mangiare con moderazione carne animale, ma ogniqualvolta lo faccio, rivolgo un ringraziamento allo spirito dell’animale che mi nutre. Nel Cerchio della Dea creo il consenso per mezzo del rispetto delle differenti opinioni; riconosco che nel percorso della Dea vi sono molti percorsi. Nella mia casa creo un luogo sacro per la Dea, in cui pregarla e compiacerla; medito e rivolgo il mio pensiero alla Dea tre volte al giorno: al mattino, a mezzogiorno e alla sera. La sessualità è il Suo Sacramento, godo del suo dono e benedico coloro con cui lo condivido con affetto e amore, ricordando che il sopravvento della gelosia è causa della cessazione del ciclo della rinascita. Annuncio la Dea al mondo attraverso buone opere, onesto lavoro e semplici atti di bellezza e amore. 




    Inno a KALI
    Hring, O Distruttrice del Tempo, Shring, O Tu Terrifica, Kring, Tu Che sei benefica, Detentrice di tutte le Arti, Tu sei Kamala, Distruttrice della superbia dell’Era di Kali, Che sei gentile con Lui dai capelli infeltriti, Divoratrice di Lui Che divora, Madre del Tempo, Che sei brillante come le Fiamme della Dissoluzione finale, Moglie di Lui dai capelli infeltriti, O Tu dalla formidabile espressione, Oceano di nettare di compassione, Misericordiosa, Vaso di Grazia, La cui Misericordia è senza limiti, Che sei raggiungibile solo per la Tua Grazia, Tu Che sei Fuoco, Bruna, Nera di colore, Tu Che accresci la gioia del Signore della Creazione, Notte di Tenebre, Immagine del Desiderio, Eppure Liberatrice dai legami del desiderio, Che sei oscura come un banco di Nuvole, E porti la Luna crescente, Distruttrice del peccato nell’Era di Kali, Tu che ti compiaci dell’adorazione delle vergini, Che sei il Rifugio degli adoratori delle vergini, Che ti compiaci dell’allegrezza delle vergini, Che Sei l’Immagine della vergine, Tu Che vaghi nella foresta kadamba, Tu Che sei giovane, Che hai voce sommessa e gentile, La Cui voce è dolce come il canto di un uccello Chakravaka, Che bevi e sei lieta con il vino kadambari, E la cui coppa è un cranio, Che indossi una ghirlanda di ossa, Tu Che ti compiaci del Loto, E Che sei seduta sul Loto, Che dimori nel centro del Loto, Che gradisci la fragranza del Loto, Che ti muovi con l’oscillante andatura di una Hangsa, Distruttrice della paura, Che assumi tutte le forme a volontà, La cui dimora è a Kama-rupa, Che sempre giochi al Kama-pitha, O Magnifica, O Insinuante che induci ogni desiderio, La cui dimora è nell’oceano di canfora, Che ti rallegri quando sei adorata con il Vija Hung, Tu Che minacci con il Vija Hung, Incarnazione di Kulachara, Adorata dai Kaulikas, Benefattrice dei Kaulikas, Osservante di Kulachara, Gioiosa, Rivelatrice del sentiero dei Kaulikas, Regina di Kashi, Dissipatrice di sofferenze,  Tu  Che dimori nella montagna d’oro, Che sei come un raggio di Luna sulla montagna d’oro, Che sei   Distruttrice di tutte le inclinazioni malvagie, E delle afflizioni dei Kaulikas, Signora dei Kaulas, O Tu che per mezzo dei tre Vijas, Kring, Hring, Shring, sei la Distruttrice della paura della Morte. A Te io m’inchino.





    Inno a Osiride
    Omaggio a te, Osiride, Signore dell’eternità, Re degli Dei, che hai molteplici nomi, che hai forme sacre, tu essere di forma occulta nei templi, tu che hai il Ka sacro. Tu sei il governatore di Tattu (Busiris) e anche potente in Sekhem (Letopolis). Tu sei il Signore verso il quale le preghiere sono dirette nel nome di Ati, tu sei il Principe del cibo divino in Anu. Tu sei il Signore che è commemorato in Maati, l’Anima Occulta, il Signore di Qerrt (Elephantine), il supremo Sovrano nel Muro Bianco (Menfi).
    Tu sei l’Anima di Ra, il suo proprio corpo, e possiedi il suo luogo di riposo in Henensu (Herakleopolis). Tu sei colui che è caritatevole e sei pregato in Nart. Tu fai si che la tua anima venga elevata. Tu sei il Signore della Grande Casa in Khemenu (Hermopolis). Tu sei il potente di vittorie in Shas-hetep, il Signore dell’eternità, il Governatore di Abydos. Il cammino del suo trono è in Ta-tcheser (una parte di Abydos). Il tuo nome è consolidato nelle bocche degli uomini. Tu sei l’essenza delle Due Terre (Egitto). Tu sei Tem, colui che nutre Kau (Doubles), il Governatore delle Compagnie degli Dei. Tu sei lo Spirito caritatevole tra gli spiriti. Il dio dell’Oceano Celeste (Nu) attirava da te le sue acque. Tu emani il vento del nord al vespro e il respiro dalle tue narici alla soddisfazione del tuo cuore. Il tuo cuore rinnova la sua giovinezza, tu produci…. Le stalle nelle quote celestiali sono obbedienti verso di te e le grandi porte del cielo si aprono innanzi a te. Tu sei colui verso il quale le preghiere sono dirette nel cielo del sud e grazie sono offerte da te nel cielo del nord. Le imperiture stelle sono sotto la tua sorveglianza e le stelle che non tramontano mai sono i tuoi troni. Offerte appaiono innanzi a te secondo il decreto di Keb. Le Compagnie degli Dei pregano te e gli dei del Tuat (Altro Mondo) annusano la terra per renderti omaggio. Le somme parti della terra si inchinano innanzi a te e i limiti dei cieli ti implorano con suppliche quando ti vedono. Coloro che sono sacri sono sconfitti innanzi a te e tutto l’Egitto ti ringrazia quando incontra la Tua Maestà. Tu sei lo Spirito-Corpo che sorge, il governatore degli Spiriti-Corpi; il tuo rango è permanente, radicato è il tuo dominio. Tu sei il Sekhem (Potere) della Compagnia degli Dei, grazioso è il tuo volto e amato da chi lo vede. La paura di te prevale in tutte le terre a causa del tuo perfetto amore, ed essi gridano il tuo nome rendendolo il primo dei nomi, e tutta la gente ti fa delle offerte. Tu sei il signore che è commemorato nei cieli e sulla terra. Tante sono le grida fatte a te alla commemorazione del Uak e con un solo cuore e voce l’Egitto innalza grida di gioia a te.
    “Tu sei il Grande Capo, il primo tra i tuoi fratelli, il Principe della Compagnia degli Dei, l’instauratore del Giusto e della Verità dovunque nel mondo, il Figlio che è stato posto nel grande trono di suo padre Keb. Tu sei il diletto di tua madre Nut, il potente di valore, che abbatté il maligno Sebau. Tu resistetti e scoffissi il tuo nemico, e portasti la paura nel tuo avversario. Tu porti i limiti delle montagne. Il tuo cuore è fisso, le tue gambe sono ferme. Tu sei l’erede di Keb e della sovranità delle Due Terre (Egitto). Egli (Keb) ha visto i suoi splendori, egli ha decretato per lui la guida del mondo tramite la sua mano fino alla fine dei tempi. Tu hai creato questa terra con la tua mano, e le acque, e i venti, e la vegetazione, e tutto il bestiame, e tutti gli uccelli piumati, e tutti i pesci, e tutte le cose striscianti e di conseguenza tutti gli animali selvatici. Il deserto è legittimo possedimento del figlio di Nut. Le Due Terre (Egitto) sono soddisfatte di incoronare te sul trono di tuo padre, al pari di Ra.
    “Tu ruoti nell’orizzonte, tu hai illuminato le tenebre, tu emetti aria dalle tue piume, e tu inondi le Due Terre come il Disco all’alba. La tua corona permea la sommità del cielo, tu sei il compagno delle stelle e la guida di ogni dio. Tu sei caritatevole nel decretare e parlare, il favorito della Grande Compagnia degli Dei, e il prediletto della Piccola Compagnia degli Dei.
    Sua sorella (Hathor) l’ha protetto, e ha respinto lo spirito maligno e ha sviato le piaghe (del diavolo). Ella proferisce la formula magica col magico potere della sua bocca. La sua lingua era perfetta e non ha mai fermato una parola. Caritatevole nel dominio e nella parola era Hathor, la donna dalle parole magiche, la sostenitrice di suo fratello. Ella lo cerca continuamente, ella vaga tutt’attorno a questa terra di dolore e non si posa senza averlo trovato. Ella creò la luce con le sue piume, ella creò l’aria con le sue ali ed emise il lamento di morte per suo fratello. Ella sollevò i membri inattivi i cuori dei quali erano inerti, ella estrasse da lui la sua essenza, ella fece un erede, ella tirò su il bambino in solitudine, e il luogo dove non fu conosciuto, e crebbe in forza e statura e la sua mano era potente nella Casa di Keb. La Compagnia degli Dei gioì, gioì, all’avvento di Horus, il figlio di Osiride, il cuore del quale era risoluto, il trionfante, il figlio di Hathor, l’erede di Osiride.




    -

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
    Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: La Bibbia non è un Libro Sacro Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti China study Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Segreto di Dio - Ruediger Schache Macrolibrarsi.it presenta il DVD: Gli Esercizi di Ricarica di Paramhansa Yogananda Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Smettila di Reprimere tuo Figlio Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: PNL Facile Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Transurfing - Le Regole dello Specchio - Vadim Zeland Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Transurfing Vivo - Oltre i Confini della Matrix Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Perchè la tua Vita fa Schifo Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Corpo Sottile Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Dio Risponde Sempre
    Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti Macrolibrarsi.it presenta il DVD: Il Potere del Cibo Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Scardinare il Sistema Tecnogeno Macrolibrarsi.it presenta il Cofanetto: Reality Transurfing - La Trilogia di Vadim Zeland Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Più Dai Più Hai