• domenica 26 febbraio 2012

    i pensieri e le preghiere di un novizio sono vana ripetizione …


    i miei nuovi blog:














    " … né i rituali, né le invocazioni, né le preghiere né la recitazione dei mantra possono salvare un uomo la cui mente è distratta …"



    "... Se quando stai bene la mente è distratta perché hai tante cose più importanti, utili e belle da fare prima, allora lo sarà anche quando il dolore arriverà, e non saprai affrontarlo. Perché non ti sei preparato ad affrontarlo fintanto che stavi bene. E allora, in preda al panico e alla disperazione, ti inginocchi davanti ad un blocco di stagno dorato, accendi candele e incensi, ti prostri e preghi. 

    Questa è la storia dell’umanità, questo è il dramma dell’umanità. 

    Penso alle masse dei fedeli nei templi, nelle moschee, nelle chiese, nelle sinagoghe, negli ashram, nei vihara, a pregare perché il loro dolore finisca, perché l’afflizione termini, perché la malattia scompaia. Il dolore nel mondo è enorme, e anche l’ignoranza è enorme. 
    Questa visione mi commuove, con il cuore gonfio di compassione e di tristezza penso: 
    "E` troppo tardi, adesso è troppo tardi per tutti, è troppo tardi".

    (Enzo Alfano)
    -> http://www.canonepali.net/





    Nessun commento:

    Posta un commento